domenica 8 giugno 2008

Giovani Padani: "I Marocchini? Marroni come la cacca"

video

(Clicca per ascoltare un estratto audio della trasmissione)

Sfacciati, i Giovani Padani. La "politica" deve star dalla parte della gente, anzi del "popolo". Ed il popolo "padano", avranno pensato, non ama troppo i giri di parole, le frasi diplomatiche, il "vorrei ma non posso dirlo". In questo, i "maestri" non sono di certo mancati loro. Ed eccoli, allora, oggi pomeriggio, su Radio Padania Libera, questi rappresentanti della nuova leva del Carroccio, condurre la trasmissione "La Catapulta", senza troppi peli sulla lingua.

Una trasmissione fatta di tanta musica - non molto "padana", a dir la verità, tanto che qualcuno telefona per lamentarsi: "Il brano Vita spericolata che avete appena mandato in onda non è in sintonia con il nostro modo di vivere". Dispiace, però, che nessun ascoltatore abbia ritenuto opportuno intervenire telefonicamente per rimproverare gli "imberbi" padani (in realtà ragazzi ormai maggiorenni e, come si dice, "vaccinati") una loro triste affermazione, che, anziché incontrare disappunto nello studio di Via Bellerio, ha sollevato una spontanea e generale risata soddisfatta quanto volgare.

Si commentava la delibera della giunta comunale di Milano per la quale è previsto l’innesto, in città, di 1600 alberi al fine di compensare quelle che saranno le emissioni di CO2 del Festival Internazionale dell’Ambiente in corso. "Almeno Milano sarà così più verde e meno marrone… perché ce ne sono tanti di marocchini ormai a Milano", ha osservato uno dei ragazzi in studio. E il conduttore, raccogliendo la palla, ha replicato: " E sì, ce ne sono troppi di marocchini…. anche la cacca è marrone!" . Agli altri orgogliosi giovani "padani", loro attorno, quell’accostamento non è suonato come un insulto, tant’è vero che sono esplosi tutti in una divertita risata, interrotta solo per proporre ai radioascoltatori una sorta di arresto in flagranza di reato per quei musulmani "beccati" a… pregare per strada.

Non si dirà, qui, che questi ragazzi siano razzisti. Idioti, questo sì. Certo un giorno, però, ci si dovrà pur decidere sul come e quando poterli contestare il razzismo e la xenofobia. Perché altrimenti, mentre l’inciviltà avanza, si corre il rischio che il quadro venga capovolto davvero. E a suo modo un monito, in tal senso, ci arriva proprio dal sito ufficiale degli stessi Giovani Padani, una cui pagina è titolata: " No al razzismo!". Ma il "razzismo" di cui si parla, lì, è quello di cui sarebbe vittima, ogni giorno, il popolo "padano".

Daniele Sensi

17 COMMENTI:

Paolo Genova 21 anni ha detto...

Cosa ci tocca sentire. Ti consiglio se posso di segnalare la notizia alla Comunità Marocchina in Italia, dovrebbero avere anche un sito.

Anonimo ha detto...

Ma nessuno li denuncia a questa gente?

antikomunista ha detto...

Questa volta ti è andata male il tuo compagno Gad Lerner è in vacanza proletaria in perù e tu non puoi fargli la soffiata e lui non può andare in televisione a prendersela contro i leghisti

Andrea ha detto...

Sono maggiorenni? sì. Parlavano in pubblico? sì. Sono sempre per far applicare la legge e per la certezza della pena e tolleranza zero? sì. e allora perchè non li si denuncia?

daniele sensi ha detto...

Antikomunista, non so come dirtelo, ma Gad è di nuovo tra noi da una settimana ormai...

marocchino ha detto...

hehehehe,
bella fantasia comunque "detta da un Marocchino", comunque grazie della segnalazione, infatti sul forum dei marocchini c'è già il link http://www.maroc.it/forum/index.php?topic=3275.0

daniele sensi ha detto...

marocchino, grazie a te della visita

i ha detto...

Daniele, scusa se uso il tuo per segnalare a tutti il Blog di Bontempelli.
Secondo me merita.

Ciao
i

daniele sensi ha detto...

Hai fatto bene Ilja

Anonimo ha detto...

Denunciarli? Punirli? MA SIETE PAZZI O COSA??? Signori, la libertà di espressione di qualsiasi pensiero è e deve restare un caposaldo indiscutibile. Anche e soprattutto quando il pensiero di qualcun altro ci sembra stupido/idiota/scomodo/non condivisibile o mentecatto. Censurare, denunciare o punire l'espressione di qualsiasi idea è solo BOLSCEVICO.

daniele sensi ha detto...

bolscevico o non bolscevico che sia, nel nostro paese la discriminazione "razziale" è configurata come reato. E, nel nosro paese, i leghisti sono per il perseguimento di ogni singolo reato (anche e soprattutto quelli "minori")e per la certezza della pena, quindi.....

Anonimo ha detto...

Daniele Sensi: La DiscriminAZIONE è reato. Non la parola. Il che significa che qualora metto in pratica, esercito un'AZIONE xenofoba possiamo parlare di configurazione di reato. Le parole possiamo (grazie a Iddio) rivolgerle contro chi vogliamo (Papa, Berlusconi o immigrati) senza per questo finire in galera. Mi sembra una differenza piuttosto rilevante e una forma di libertà a cui (se mi permetti) sono piuttosto affezionata.

daniele sensi ha detto...

Legge Mancino, articolo 1: "è punito:

A) con la reclusione sino a tre anni chi diffonde in qualsiasi modo idee fondate sulla superiorità o sull'odio razziale o etnico"

Come vedi, anonima, si parla di idee, non di "fatti" (a quelli sono dedicati gli articoli successivi).

Anonimo ha detto...

cosa dovrei dire io che vedo la mia migliore amica, serba, in italia da 6 anni, disperata perchè di colpo diventa da giovane laureata con tante speranze una criminale col foglio di via e la prigione se la incontrano per strada ?
eppure lei ha sempre lavorato !
ha lavorato con i contratti della legge biagi fatta da questo governo, ma non valgono per il permesso di soggiorno !!!
vogliono lasciarli tutti nell'illegalità per sfruttarli meglio..
in particolare le aziende padane che prendevano gli extracomunitari in nero per 2 soldi.. adesso non gli daranno piu' neanche i 2 soldi..
o lavorano gratis o li denunciano alla polizia e .. galera !
intanto berlusca si aggiusta rete 4 e le intercettazioni in modo da uscire pulito ancora una volta dal prossimo processo dello schifo che ha fatto con sacca'...
questo governo intendeva dire che non bisogna essere razzisti con i criminali di alto rango.. anche loro hanno diritto di vivere e rubarci soldi
lina

camilla ha detto...

passata di qua.
:-)
camilla

Post-iT ha detto...

è da un pezzo che volevo metterlo in scaletta ;^)
◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘
QUESTO ARTICOLO è STATO SCELTO PER LA PUNTATA DI POST-IT DEL 22 SETTEMBRE.. in diretta alle 11:20 su c6.tv (la registrazione la troverete poi su c6postit.blogspot )

Grazie per l'interessante articolo.

Chiunque voglia segnalare un post letto o scritto troverà nel nostro blog
c6postit.blogspot un ottimo strumento per amplificare le proprie idee.
Aspettiamo tuoi appunti e segnalazioni su altri articoli interessanti.!
◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘
◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘ C6.TV ◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘◘
Oltre 1500 ore di diretta con la partecipazione di 3000 utenti.
Ha segnato alcuni record dell'informazione via Web
riuscendo ad avere in streaming
12000 utenti in contemporanea!... 200 000 nella stessa giornata!
C6.tv è informazione in diretta fatta da ogni luogo e da ogni persona.
Realizzata con strumenti alla portata di tutti come Skype e videofonini.
Permette a chiunque voglia di produrre contenuti video e di proporli ad un pubblico di utenti attivi.

Anonimo ha detto...

Trovo davvero difficile comprendere i terzomondisti accaniti sempre alla ricerca di casi eclatanti da enfatizzare.

In effetti una spiegazione esiste ed e' data dalla convinzione politica di chi crede di possedere la giustizia assoluta.

Alla stregua di fanatici religiosi ignorate le necessita' e motivazioni che portano a fenomeni di questo tipo, riportero' la mia esperienza personale:

Intanto provate a farvi un giro di sera per le strade della vostra citta' con la vostra (bella) ragazza, unite questo evento all'incontro di uno o due marocchini. I risultati potranno essere svariati;

una volta uno ha tentato di aggredirmi,normalmente tentano di attaccare briga, altre volte passano dritto ma ti insultano nella loro lingua.

Ho avuto anche esperienze diverse: furto di cellulare, oppure (la maggior parte delle volte) offerta di droghe e anche collutazione per difendere una ragazza che era stata minacciata di percosse da uno di questi rispettabili signori, poiche' non desiderosa di accoglierlo.

Per fortuna non mi sono preso una coltellata o il classico collo di bottiglia, ma sono noti eventi di questo genere dalle nostre parti.

-

Auguro a voi che inneggiate al multiculturalismo forzato di fare incontri simili, ma forse siete analoghi a coloro che difendete: non costruite nulla ergo non avete un granche' da perdere..


http://it.wikipedia.org/wiki/Marocchinate

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box