mercoledì 17 dicembre 2008

Fascismo, mon amour

Copio e incollo:

Mosca, 17 dic. - (Adnkronos) - Il governo russo del premier Vladimir Putin ha messo a punto una nuova legge per cui chi assuma posizioni critiche nei confronti del governo rischia di incorrere nel reato di tradimento, ed e' quindi punibile con un periodo di carcere fino a vent'anni.

18 COMMENTI:

adele ha detto...

Nella Russia post-sovietica il frutto congiunto della Tradizione zarista-socialista è già giunto a giusta maturazione, direi....Adesso non vi sono più dubbi, né ambiguità per definire quel sistema illiberale. Il nostro Paese è invece in via di transizione , di superamento della democrazia e si avvia alla deriva autocratica, ormai da un decennio. Se verrà modificata la costituzione e ridisegnati gli assetti dei poteri,com'è nel programma, ne vedremo delle belle, anche qui da noi, caro Daniele. Non è Sarkozy l'omologo di Berlusconi, e molti si ostinano ancora a non capirlo: il modello che più corrisponde al novello dux è proprio lo zar senza scrupoli, che si è fatto strada attraverso le stesse modalità,cioè grazie al felice mix politica-economia-mafia, con una differenza però : uno era una spia, l'altro un fenomeno da varietà, che dalla pentola, all'aspirapolvere arriva a fare della politica un grande prodotto commerciale vincente. Oggi il business Mafia & politica controlla pure il gioco democratico, sia qui che in Russia.I due parvenu stanno proprio bene insieme

adele ha detto...

Se gli affari andranno poi bene, vedrai che fra non molto vedremo uno scatto a tre: Putin, Berlusca e Gheddafi...in un abbraccio oltre ogni frontiera ( oltre ogni frontiera morale, soprattutto)

silvio di giorgio ha detto...

nessuna meraviglia,era nell'aria da anni. ottimo il commento di adele

daniele sensi ha detto...

Ringrazio Adele per il commento. Io da qualche giorno (chissà perché....) non trovo la forza o forse la voglia di mettermi a tuonare contro l'immoralità altrui, quella delle destre.

adele ha detto...

Grazie, Silvio. Hai fatto bene a specificare che sei "di Giorgio" e non di Vladimir. (scherzo).
Quel signore lì ,fra l'altro, oltre all' aver posto un intero Stato di diritto sotto sequestro, si diverte pure a prendere in giro il popolo italiano con le sue stupide battute e la sua ironia da quattro soldi. Non è per niente simpatica la cosa, ma tanti purtroppo lo trovano gradevole e insuperabile. Quando finirà 'sto bagaglino? Fino a quando saremo costretti ad assistere alla consumazione di quest'orgia generale del potere? Credo che la stagione "mani pulite" sia finita troppo in fretta. Spero solo che la Magistratura non si faccia "arrestare" , ma che arresti in tempo questa corruzione della politica, (ormai strutturale in ogni regione) che ha un solo capo: l'erede di Craxi.

adele ha detto...

Daniele, quello che già fai è straordinario. Sei una sentinella di tutto rispetto a guardia della nostra Democrazia . Anche a me capita di sentirmi così. Ci son dei giorni in cui sento di non aver più la forza né la voglia di esprimere più nulla e mi rifugio nel nichilismo più aristocratico ... Questa è una cosa normale, accade sempre dove l'esercizio del potere si manifesta in modo dispotico,odiosamente egotico e personale, dove hai la sensazione che gli individui siano schiacciati da una volontà che si pone sopra e contro di essi. Quella sensazione di inutilità che che i sociologi definiscono apatìa, non è altro che questo, Daniele...ed è anche lo scopo di un potere mediatico onnipresente imposto dall'alto che fagocita ogni notizia, ogni opinione, ogni sentimento. Ebbene lo scopo di quel potere è questo : consolidare il consenso e nello stesso tempo ridurre il dissenso all'apatìa, all'inerzia. Ecco perchè ci sentiamo a volte così.Ma non dobbiamo mollare, Daniele...perchè credi che il dissenso militante venga chiamato Resistenza, allora!? Scusa lo slogan, ma dobbiamo RESISTERE, RESISTERE, RESISTERE!
Ieri sono andata a vedere "il giardino di limoni", al cinema nazionale di Torino. Bellissimo. Fai una pausa, Daniele,vai a vederlo anche tu.

La Mente Persa ha detto...

Adele, andrò anche io a vedere quel film. Ho apprezzato il tuo commento e sono sicura di seguire un ottimo consiglio scegliendo al cinema "il giardino di limoni".

Concordo con quanto esposto da Adele, il modello di Berlusconi è Putin, devo sottolineare un'altra piccola differenza tra i due oltre alla storia sulle origini personali (nave da crociera, spia):
Putin è molto intelligente, Silvio si avvale di ottimi collaboratori da cui dipende strettamente nel disegnare la sua campagna propagandistica e la sua carriera personale.
Berlusconi inoltra adora essere AMATO, lui di esibisce come showman perchè desidera essere apprezzato, quando si trova di fronte un uomo/un movimento critico nei suoi confronti, allora, perde le staffe ed esce la sua aggressività.
E' il suo grande limite, sintomo caratteriale pericoloso se decidi di creare alleanze con Putin o Gheddafi.

Ora devo scappare ma lascio un commento in fretta alle parole di Daniele:
l'apatia mi prende spesso ma mi basta leggere un bell'articolo completo e analitico sulla lega nord per sentirmi risollevata.
Quindi, un lavoro come il tuo aiuta a resistere. Sappilo!

Punzy ha detto...

adele ha veramente detto tutto.
speriamo di avere la forza di reagire quando silvio cercherà di farlo qui

"Arturo" ha detto...

be, ha tolto il cosiddetto velo di ipocrisia. La finta democrazia.
Gulag 2 la vendetta.

Hai visto come godono dalle parti di Gad, lui però un pò si vuol male sembra che gli dia spago. Dovrebbe fare due o tre giorni di sciopero.

alex ha detto...

Non è un caso che l'inziativa sia stata proposta adesso,proprio quando la crisi economica inizia a stringere la Russia e il consenso viene minato da qualche vocina di malcontento..una fra le tante:come mai gli oligarchi(protetti dall'alto)hanno investito miliardi in securities americane (perdendoci poi un sacco di soldi)e neanche un rublo in infrastrutture per ammodernare il paese?.No,meglio evitare simili vocine.

Alieno ha detto...

Purtroppo ci arriveremo anche noi al modello Putin (vedi legge bavaglio sulle intercettazioni),i segnali ci sono tutti lo dimostrano i sempre più forti attacchi del ducetto di Arcore contro chi lo attacca.Per adesso si stanno allenando con il pavido Fabio Fazio,poi colpiranno Santoro e Travaglio.

@enio ha detto...

silvio non ne ha bisogno! lui fa il politico perchè costretto.Volevano azzaragli mediaset e lui si è comperata pure la RAI.

daniele sensi ha detto...

@ Adele, grazie davvero, sei una sferzata di energia. Resistere, certo - sempre, e senza abbassare mai la guardia. Quando però è pure ai "nostri" che ci tocca resistere la frustrazione se ne sta dietro l'angolo, in agguato.
Andrò sicuramente a vedere quel film, ma stasera sono stato con alcuni amici sgomberati dalla protezione civile dal campo nomadi per rischio esondazione (poichè il Comune ovviamente dove ti piazzò, a suo tempo, il campo nomadi? In prossimità di un fiume).

@ La Mente Persa, sono felice che quei pezzi sulla Lega ti sollevino il morale! Hanno lo stesso effetto su di me, nel senso che quando ascolto certe idiozie e/o infamie su Radio Padania mi sento ribollire il sangue, e solo dopo averne scritto e condiviso l'indignazione con voi -che avete la pazienza di leggermi- torno ad avvertire un po' di quiete. Grazie.

@ Punzy, dobbiamo reagire ogni giorno, anche perchè è ogni giorno che, piano piano ed un poco alla volta, minacciano di imporsi quegli slittamenti di Diritto che presi da soli rischiano di apparire sopportabili, ma che tutti assieme fanno la differenza tra un paese libero ed uno servo.

@ Arturo, sono stato poco oggi da Gad, ma di che riescono a godere visto l'argomento dell'ultimo post?

@ Alex, chissà che Putin non si metta a replicare cinico: di che vi lamentate? Non è meglio la galera che fare la fine della Politkovskaia?

@ Alieno, Travaglio non so, si trova in una posizione diversa rispetto a Santoro: scrive, non ha bisogno di una telecamera e di qualcuno che gliela punti addosso. Fazio, beh, come ha detto lo stesso Travaglio durante il "caso Schifani": se non fa televisione, di che campa? di certo non con il teatro come la Guzzanti.

@ enio, RaiTre per il momento Resiste. Stiamole vicini, che c'è rimasta solo lei (e La7, ovviamente!).

La Mente Persa ha detto...

Spesso quando la maggior parte della stampa tace e la televisione smentisce certi malumori derivanti dalla cattiva politica, leggere un pezzo critico sulla Lega, o l'articolo di altri bravi giornalisti, ti aiuta a ricomporre i pezzi del puzzle sfaldato dall'ambiente malsano creato dai media.
E' come una sorta di meditazione, ti ricongiunge con la logica della tua mente.

Anonimo ha detto...

Grande Vladimir, spero che Silvio diventi grande come lui!!!

Mr. Flamingo ha detto...

Non c'è da stupirsi se l'indole reppresiva dei sovietici è venuta fuori...

Presto accadra anche in italia, ove riaffiorerà l'indole fascista.

silvano ha detto...

Come strana coppia, preferisco Walter Matthau e Jack Lemmon.
ciao, silvano.

Wil ha detto...

Notizia pesante. Mi era sfuggita.

Wil

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box