mercoledì 11 marzo 2009

La Gazzetta Rumena sbatte il mostro italiano in prima pagina

Nessuno spirito di rivalsa. Bensì un esperimento (ed una lezione di giornalismo per molti media italiani). Ringrazio Ana-Maria, conduttrice di Radio Galileo, per la segnalazione.

31 COMMENTI:

Andrea ha detto...

Ben fatto. Però questo esperimento dovrebbero farlo anche e soprattutto per i lettori italiani.

Anonimo ha detto...

Questi "latini" sbattono in prima pagina il mostro italiano in Romania? NO!!
Ma l'italiano che delinque a casa nostra, mica loro!! Quindi non hanno proprio capito un emerito cazzo. Se tornassero tutti al loro paese, non gli verrebbe tolto un capello!! siamo noi che stiamo al nostro paese invece veniamo aggrediti dai rumeni. Ma come ragionate? avete il cervello pieno di sporcizia come in un campo rom??

Rigitans' ha detto...

hanno fatto benissimo, ci sta bene! ora voglio vedere se qualcuno ha qualcosa da ridire, visto che han fatto PER UNA VOLTA quel che noi facciamo "everyday"! pensa come si sentono, io infatti piu' volte sono ritornato su questa BARBARIE MEDIATICA.

grazie daniele per l'informazione.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

Ottima segnalazione

silvio di giorgio ha detto...

l'ennesima figura di merda all'estero...

daniele sensi ha detto...

Gazeta Romaneasca è edito in Italia (è un settimanale rivolto ai rumeni qui residenti)

Punzy ha detto...

sempre figura di merda rimane, almeno x la stampa italiana

beca ha detto...

ci sta bene!

Alessandro Arcuri ha detto...

Anonimo, lasciatelo dire, non capisci veramente un cazzo! La questione di chi commette cosa e dove non c'entra! Un crimine è un crimine in qualsiasi parte del mondo lo si commetta!!
Che io vada in Lapponia a stuprare un eschimese, o che un Salvadoregno venga qui a stuprare un italiano è sbagliato IN OGNI CASO!
La faccenda che "i panni sporchi si lavano in casa" è la scusa dietro la quale la maggior parte delle violenze si consumano fra italiani all'interno della famiglia.
Molte ma molte volte di più di qualsiasi straniero che dir si voglia.
Lo sapevi questo? Mi sa di no, perché i giornali non lo dicono (a riprova di quello che questo esperimento voleva dimostrare, appunto).

La Mente Persa ha detto...

Sarà una figuraccia della stampa nazionale ma come italiana mi vergogno tantissimo di tutto questo razzismo.
gio

Anonimo ha detto...

Anonimo, sei veramente un coglione...

Anonimo ha detto...

Cosa insultate faccia di negri??
Arcuri, certo che la maggioranza delle violenze i svolgono in casa, come credi di risolvere questo problema? andando a sfondare tutte le abitazioni private e chiedere alla donna se è tutto ok? o forse sarebbe meglio evitare almeno le violenze pubbliche??
All'ultimo anonimo: il coglione è riferito a te stesso immagino...
Preparatevi all'ondata verde a Giugno e se non vi piace c'è sempre la romania che vi accoglierà a braccia aperte.
Sensi neanche i comunisti ti accettavano?? ahahahahah

anna ha detto...

grazie per la segnalazione la linkiamo insieme al pezzo.

In pratica ho passato l'8 marzo a ripsondere su altri siti a chi faceva la statistica del pollo circa la violenza sulle donne

certi itlaioti come l'anonimo (un provocatore un poco pirlacchietto)
si sono "magicamente" resi conto che le donne in Italia (come in Europa) sono aggredite e violentate
ma essendo loro dei polli razzisti
hanno ancora una volta giocato sulla pelle delle donne per giustificare la propria follia xenofoba, mah che davvero dio ce la mandi buona e senza vento!

camilla ha detto...

bene hanno fatto in Romania
ma in Italia TUTTO si sta ormai sgretolando, qualsiasi diritto viene rimesso in discussione.
Per questo si dovrebbe parlare più chiaro del nucleare.. delle intercettazioni, di ogni decreto (e solo quelli ci sono) che passa per la compattezza numerica della maggioranza.. e per i NUOVI ECOMOSTRI che ci aspettano...delle pericolose pressioni sulla legge 180... e dell'impoverimento culturale dell'italiano medio:
insomma della BARBARIE.

Gabriele Porri ha detto...

se fosse per l'ano(nimo) fallirebbero tutte le agenzie di viaggi, visto l'elevatissimo numero di italioti che fanno turismo sessuale.

Gabriele Porri ha detto...

immagino poi che questo anonimo sia discendente dei dagoes di 100 anni fa... quelli classificati come 'non bianchi'

ESTendiamoci ha detto...

ALESSANDRO ARCURI grazie che esisti! Ogni volta che vedo che i cervelli non sono stati spenti dalla TV godo intelettualmente! Ad anonimo non le rispondo perchè non vorrei fare litigare tra sè e sè l'unico neurone che ha! Le consiglio solo di andare sul sito ufficiale del Ministero dei Interni di "casa sua", quindi italiano. E vedere che a casa sua la percentualità di delinquenti è leggermente + alta di quella dei rumeni presenti sul territorio italiano! La percentualità di rumeni che delinquono "a casa sua" è di 0,2% circa!!! Tra i + frequenti reati -lo stupro; sei su diece stupratori sono italiani! Vai a coltivarti invece di coltivare odio dovuto alla tua ignoranza, ANONIMO animo!

ESTendiamoci ha detto...

Si per una volta! Precisando che lo fanno per educare! Lo sapevate che il direttore responsabile della "Gazeta Romaneasca" è italiano ed è, oltre un editorialista ed un giornalista profesionista, è anche profesore di communicazione e giornalismo in + università statali italiane!
Ana-Maria Veres.
Per Daniele Sensi: grazie per aver passato la parola, ma vorrei fare la precisazione che conduco la trasmissione "ESTendiamoci" ed oggi ho approfondito sulle discriminazioni nella stampa.

Per tutti ed una volta per tutte: I PROCESSI SI DEVONO FARE NEI TRIBUNALI E NON NELLA STAMPA (TV, TG, GIORNALI)!!! QUANDO SI PARLA DI UN REO PRESUNTO SI DANNO SOLO LE INIZIALI SE è ITALIANO E SI INFANGA L'INTERO NOME SE IL PRESUNTO COLPEVOLE è STRANIERO!
Dove sta l'articolo 21 della vs cara Costituzione italiana? Che fine ha fatto? e l'artt 2 e 3?

Anonimo ha detto...

EST - I vostri ladri e i vostri carcerati teneteli in romania invece di lasciarli arrivare tutti in italia (grazie prodi per non aver applicato la moratoria come invece hanno fatto gemrnia e francia contro i rumeni che si sono macchiati di crimini al loro paese (come faccia di pugile e biondino napoletano)

daniele sensi ha detto...

Anonimo,
ho cassato uno dei tuoi commenti. Puoi scrivere quello che vuoi, su questo blog; a condizione, però, di usare un linguaggio -almeno quello- civile.

Anonimo ha detto...

Il Sig. Ponti ha parlato espressamentew di turismo sessuale. e non è stato bannato.. 2 pesi 2 misure??

daniele sensi ha detto...

"Turismo sessuale" non mi pare costituisca espressione ingiuriosa o volgare. E' lingua italiana.

Anonimo ha detto...

Violenza sessuale: boom stranieri
(ANSA) - ROMA, 15 FEB - La quota degli stranieri sul totale delle persone denunciate per stupro sono passate, negli ultimi 20 anni, dal 9 al 40%. In testa alla classifica degli stupratori, i romeni (piu' che raddoppiati in 3 anni), seguono marocchini, albanesi, tunisini, peruviani, equadoregni, indiani, algerini. Sulle violenze nel 2007, l'Istat segnala che un milione e 400 mila donne italiane(il 6,6% delle donne con eta' fra 16-70 anni) hanno subito una violenza fisica e sessuale prima dei 16 anni.



In effetti certi titoloni dei giornali italiani riguardo i criminiali rumeni sono pleonastici.

Basterebeb citare delle fredee statistiche.

Quando la Romania si riprenderà i suoi criminali, magari certe diffidenza cesserranno.

Anonimo ha detto...

P.S. sono Ligure Magnanimo!

Anellidifumo ha detto...

Quando gli italiani emigrarono in America, esportarono la mafia, non certo la delinquenza comune. O meglio, oltre alla mafia, anche la delinquenza comune, al punto che i negozi americani delle zone con grande presenza di italiani esponevano un cartello: "Ingresso vietato ai cani e agli italiani". Naturalmente, solo una piccola parte degli italiani che emigravano era criminale o mafiosa. Ma ciò non togie che lo stigma colpì tutta la comunità. Allora furono gli americani a sbagliare (e poi seppero correre ai ripari, inventandosi la società multiculturale), oggi sono gli italiani a sbagliare contro i rumeni.

Questo per rispondere all'anonimo razzista che pensa che gli italiani non abbiano mai commesso delitti all'estero.

Anonimo ha detto...

Gli italiani emgigrarono negli USA.

I padani come me (Liguri, lombardi, Veneti, Piemontesi, emiliani friulani etc ) invece emigrarono in massa in Sud America, dove guarda caso fenomeni mafiosi non sono sorti.

Non mi sento nenanche lontanamente colpevole per al capone e compagnia. La mia gente emigrata si è sempre comportata quasi sempre onestamente.

Ligure Magnanimo.

daniele sensi ha detto...

Anellidifumo,
ci avrei scommesso sulla risposta che, puntuale, è giunta al tuo commento. Dopo aver distinto tra regioni, si metteranno a farlo tra province, e poi tra quartieri, e poi ancora tra isolati e condomìni. Finchè, restati soli e riprecipitati in quello stato di natura che già stanno tentando di far assaporare a tutti noi, capiranno che le ampie unità territoriali, gli allargamenti di frontiera e di orizzonti costituiscono un sofferto punto di arrivo di precedenti fatiche, una conquista da preservare -e semmai da dilatare-, e non una scontata -e naturale- datità di partenza.

Lorenzo ha detto...

Scusi anonimo ligure, adesso al governo ci sono i fascisti che le piacciono tanto. Perché non hanno chiuso le frontiere ai romeni neanche loro? Forse perché la soluzione ad un problema complesso come il rapporto tra immigrazione e criminalità non è così facilmente risolvibile quando si governa, come sembrava quando si fa un comizio, o si chiacchiera al bar durante una briscoletta?

Anonimo ha detto...

Lorenzo non si possono chiudere le frontiere, ma casomai si poteva mettere la moratoria di 2 anni ai rumeni che ri erano machciati di reati a casa loro (come hanno fatto francia, spagna, ect..).
La MAFIA cari miei, non l'hanno mica esportata i Padani, ma altri che con noi hanno in comune solo un'Unità imposta dalle camicie rosse garibaldine con massacri e guerre. Sbaglio in qualche ricordo storico??
l'italia è stata fatta con democrazia e giustizia? con volontà di popolo? o con la volontà delle armi??

Bestia Grama ha detto...

Ecco, si diffonda l'idea che gli italiani dei mostri. Forse qualcuno in Romania sarà disincentivato dal recarsi in mezzo a loro.

kamikaz ha detto...

anonimo sei un grande razzista
xke dici i padani ?? te fai una distinzione anke tra italiani vergogna!!!
PERSONE COME TE...DOVREBBERO ESSERCI IN OGNI ANGOLO DELLA TERRA..MA PER FORTUNA LA TERRA è ROTONDA :]

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box