lunedì 23 marzo 2009

Non ho trovato altre foto

Ecco Giuseppe Candido, l'uomo che venerdì scorso ha ucciso a coltellate, nel bresciano, la sua ex fidanzata, Patrizia Maccarini.

(Ovviamente il Sole delle Alpi, alle sue spalle, è solo un dettaglio)


36 COMMENTI:

Skeight ha detto...

Una mia amica del paese dove è avvenuto l'omicidio mi ha raccontato che l'assassino è stato tra i fondatori del locale sindacato leghista, giusto per aggiungere legna al fuoco... ma le generalizzazioni sono sempre sbagliate, come qualcuno dovrebbe capire.

Anonimo ha detto...

Ti sei scordato di dire che era anche un sindacalista della UIL e che era pure Calabrese, vedi che succede ad essere troppo "aperti"?

Visto che si parla di generalizzare lo vogliamo fare in fondo?

tristezza.

M

Anonimo ha detto...

Di Brescia questo non ha nulla, è un calabrese, e questo deve far capire che la Lega deve stare al Nord e non prendere mafiosi meridionali! W LA PADANIA LIBERA

Anonimo ha detto...

W la Lega, W il Nord, W UMBERTO BOSSI!!
Con Bossi fino all'INDIPENDENZA dal meticciato!!!

La Mente Persa ha detto...

L'Etichetta del post non ha funzionato...
gio

daniele sensi ha detto...

Già; per taluni le generalizzazioni sono troppo comode (e remunerative) per potervi rinunciare.

flavia ha detto...

Quest'uomo ha bisogno di cure(psichiatriche)e di un processo.
Analizzando questo caso, mi chiedo quanta gente con problemi analoghi, sia attirata dall'ideologia leghista razzista ed incline alla violenza contro lo straniero. Anche qui l'NPD ha un po' la stessa tipologia di accoliti : ideologia basata su pochissima cultura, molta xenofobia e atteggiamenti minacciosi...eppure nel parlamento sassone hanno ottenuto 5 seggi...pochi , ma comunque c'è sempre chi li vota...sic

antilega ha detto...

Tempo perso Daniele, i leghisti non potranno capire perchè indottrinati alla fede della "razza eletta". Il catechismo di via Bellerio unica fonte della loro inesauribile saggezza non può essere messo in discussione dall'evidenza. I loro dogmi sulla superiorità della padanietà non saranno scalfiti dai fatti. Ho letto le loro risposte, sono le stesse che da dieci anni riceviamo nei nostri spazi di discussione. La colpa è sempre degli altri, siano essi terroni, comunisti omosessuali, islamici, neri, extracomunitari... Non potrai mai chiedergli ragione del sindaco leghista che stupra una rumena con il compiacente aiuto del protettore,delle allegre avventure in banche padane al limite della truffa, di quantomene strane speculazioni in Croazia, di presidenti del consiglio comunale leghisti che percepiscono rimborsi pari ad una buona fetta del bilancio comunale, della "trota" del grande capo, bocciato per tre anni alla maturità e nominato nella direzione dell'Ente Fiera meneghino. Loro sono superiori, appartengono ad una razza eletta.
Ma se non per loro, Daniele continua il tuo prezioso lavoro per chi crede nella verità. Il Movimento Antilega è con te.
p.s. colgol'occasione per chiederti scusa per l'utilizzo nel nostro blog di informazioni prelevate da queste pagine. Da oggi sarà sempre indicata la fonte delle notizie.
Con simpatia il mago

Anonimo ha detto...

Accidenti, che brutta faccia quel Candido... sembra che questo Daniele Sensi voglia inculcarci il disprezzo verso i meridionali. E questo è davvero inaccettabile

movimento antilega ha detto...

Bhe in effetti con quella faccia non poteva che essere nella lega. La postura poi da ducetto della patania!!!

Anonimo ha detto...

Lasciar circolare in giro meridionali e sindacalisti è il prezzo della libertà garantita costituzionalmente. Da parte mia sostengo valga la pena.

movimento antilega ha detto...

Daltronde se lasciano andare in giro gente come Borghezio e Calderoli...
La differenza con noi è che voi li stupratori li fate sindaci e gli asini li mettete a lavorare in posti di responsabilità.

Anonimo ha detto...

E' interessante quest'idea per cui un futuro stupratore non potrebbe diventare sindaco. Si tratta quindi individuare i potenziali criminali *prima* che essi possano violare la legge. Affascinante opinione!

PS: suggerirebbe ironico disprezzo leggere "daltronde" da un settentrionale che parlasse di asini. Ma in questo caso toccherà invece probabilmente far valere tutte le attenuanti.

movimento antilega ha detto...

Rettifico su indicazione del simpatico anonimo: voi gli stupratori ex sindaci sindaci leghisti li candidate quali assessori alla "sicurezza". Da non credere (e tutto vero) ma questo riuscite a farlo solo voi. E qui simpaticone non possono valere alcune attenuanti se non il vostro pressapochismo,politico ed il disprezzo per la società in cui vivete ("viviamo" visto che è detto da un settentrionale che parla di asini agli asini)

Anonimo ha detto...

"Disprezzo per la società in cui viviamo"? Ci insegnavano fosse una tristissima società ingiusta. E che il primo dovere del cittadino fosse la vigilanza critica.

Evidentemente si trattava di "pressapochismo,politico".

antr+ ha detto...

Vigilanza critica? Giustissimo. assessore alla sicurezza uno stupratore. Direi vigilanza creativa nel vostro caso.

Anonimo ha detto...

No ma se qualcuno si è scoperto amico della forca ha solo da scendere in piazza chiedendo con la bava alla bocca che vengano tutti appesi per le gonadi. C'è chi lo sta già facendo, basta accodarsi

Movimento antilega ha detto...

basterebbe che uscissero dal Parlamento e che non ricoprissero cariche pubbliche. In ogni caso Daniele intendeva dimostrarvi (inutilmente) che è molto pericoloso generalizzare. Voi le forche le avete invocate (con i cappi in Parlamento ricordi) e poi vi siete scoperti difendori dei potenti (credo non ci sia bisogno di ricordarti le numerose leggi da voi approvate al proprosito)

Lupo ha detto...

Per non parlare dell` unica legge che andava fatta contro IL POTENTE e non e` mai stata fatta.
Mi riferisco alla legge sul CONFLITTO
INTERESSI.
Ma cmq capisco c`era un accordo da rispettare tra destra e sinistra e risale al 1994.
Forse qualcuno lo ha dimenticato.
SALUTI

Anonimo ha detto...

Ci fu un tempo in cui la Lega plaudiva a Di Pietro? Certo che sapete come rendere disgustoso al prossimo un movimento politico.

Anonimo ha detto...

se èper questo plaudiva anche ad Heider

Punzy ha detto...

apprezzo le tue intenzioni, daniele.
temo non abbiano funzionato

BECA ha detto...

Ma tutti i leghisti sono xenofobi e razzisti? c'è qualcuno che non pensa che un "negro" sia per forza un criminale o un gay non sia per forza da ammazzare? o siete tutti come borghezio?

Anonimo ha detto...

Ue, osti, cusè chi disa cheschì? Ue va a ciapà i rat.
Questo si che è il vero italiano. Ma se il muro lo facessimo noi per levarci queste menti eccelse dalla palle? Certo che se questi leghisti dovranno formare la forza lavoro del famigerato NORD, rischiano che un imprenditore "nordico" con un minimo di cervello, o cerca forza lavoro cinese o meridionale. Questi sanno solo urlare ma non avvitare un bullone.

Bestia Grama ha detto...

E' un falso problema in cosa consista il "vero italiano". E' noto che ogni nazione è un artificio storico - e come la si è fatta, la si può disfare.

adele ha detto...

Bravo Daniele, hai fatto bene a pubblicare la foto, però ci manca il suo DNa . A quale razza appartiene?

Oggi la cronaca di Torino ci racconta di un ennesimo incidente sul lavoro in cui è coinvolto un manovale rumeno. Sarei curiosa di sapere a quanto ammonta il bilancio di questa guerra quotidiana che dura ormai da anni. Quanti sono gli sfruttati romeni vittime di incidenti quotidiani sul lavoro ?
Forse sotto gli Asburgo,nel XVII secolo , anche se ugualmente sfruttati dai magnati magiari ne morivano meno di poveri disgraziati rumeni

daniele sensi ha detto...

Cara Adele,
a quanto pare qualcuno, più sopra, l'esame del DNA glielo ha già fatto. Amo la definizione che usa Gad: "spacciatori di identità"

Bestia Grama ha detto...

L'identità è un'impostura. Per questo possiamo in qualsiasi momento gettare nella pattumiera la finzione dell'"italianità" e regolarci come preferiamo.

Militante della Lega di Brescia ha detto...

leghista questo?
ma chi lo conosce?
avrà avuto la tessera si e no da 1 mese se no lo avrei conosciuto.
vedi cosa succede a dar troppa fiducia a chi non ha ancora dimostrato nulla... PADANIA SEMPRE!

Anellidifumo ha detto...

Cmqe io sono d'accordo con i leghisti. Facciamo di tutta l'erba un fascio, prendiamo tutti i leghisti e mettiamoli in galere apposite. In questo modo, inoltre, li salveremmo dal "meticciato" e dai meridionali.

Anonimo ha detto...

L'importante è che si faccia propria la logica, poi ci penseranno le maggioranze a vedere chi deve stare dentro e chi fuori.

..:: Symbian ::.. ha detto...

Impossibile che un leghista possa fare una cosa del genere...!!! sicuramente sarà stato uno straniero...meglio se rumeno!
:(

ciao

Cristian Belcastro Blog

Anonimo ha detto...

Nient'affatto, non era rumeno.

"Continuano le ricerche dei carabinieri per rintracciare Giuseppe Candido, 40enne calabrese, operaio all’Iveco di Brescia, accusato di avere ucciso a coltellate la ex fidanzata Patrizia Maccarini, 43enne di Calvisano."

http://news.kataweb.it/item/564207/omicidio-maccarini-ex-fidanzato-ha-lasciato-biglietti

Anonimo ha detto...

La Lega la buona volontà nei confronti dei calabresi l'ha messa.

Dite che sia tempo perso?

Ligure magnanimo.

Anonimo ha detto...

Ligure magnanimo?

Nel senso che sei l'unico ligure a non voler spedire i lombardi nei forni crematori?
Ogni volta che sono andato in liguria, mi è subito saltato all'orecchio quest'odio antico e fiero.
Grandi accordi tra le parti: meccanici, carrozzieri e semplici cittadini uniti per (ri)lanciare l'auto.
A buona memoria, anche il figlio del capoccia Galliano poco tempo fa è stato preso sonoramente a calci nel culo in una ben nota cittadina.

Chissà, magari i liguri hanno ragione e il potere economico si sfida così, non solo quello bauscia...

Anonimo ha detto...

mi stupisce quanta ignoranza ci possa essere ancora nel 2009,come tanto razzismo possa uscire dalle bocche di tanti giovani,il problema non e' nord e sud,queste cose succedono sia a milano che a cagliari,il problema e' un'altro a mio parere,ed e' la cattiveria che abbiamo ognuno nel cuore,sono queste parole ed i gesti quotidiani insani e cattivi che ci portano ad uccidere,conoscevo giuseppe e non per difenderlo,era un ragazzo che amava il suo lavoro,un ragazzo comune che non ha mai detto una parolaccia che non ha mai fatto del male a nessuno,si e' ammalato di depressione,la depressione e' una bestia ti divora piano piano e chi non ha mai provato cio'non puo' capire,non e' stato aiutato,viveva solo e condannato al suo destino,non perdonero' mai il suo gesto,non si uccide,ma in quel momento credo che in quel cervello non c'era giuseppe ma la bestia che lo stava uccidendo,per concludere voglio dirvi solo questo,la discriminazione non serve a nulla,l'odio razziale,il nord ed il sud sono solo cattiverie,se poi dentro ogniuno di voi alberga il ricordo di hitler,bhe allora non siete migliori di giuseppe.

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box