venerdì 26 giugno 2009

Anni fa, la camera dell'AntiComunitarista...



Ciao, Jacko.
Grazie della compagnia. Mi sono trovato bene.
D.S.

13 COMMENTI:

Anonimo ha detto...

:,(

Tore Obinu ha detto...

Michael era un genio fragile. L'ho amato per il suo genio, certo, ma soprattutto per la sua fragilità e per le manìe, che devono avergli distrutto la vita.
Dormi bene, Jacko.

Boh/Orientalia4All ha detto...

è al tua camera?

daniele sensi ha detto...

Lo era

Ammiraglio Vlad ha detto...

Ognuno ha i suoi scheletri nell'armadio...

daniele sensi ha detto...

Ma quali scheletri..

Adele ha detto...

Daniele, oggi pomeriggio ho ricevuto la telefonata di un amico che non sentivo da diversi anni. Mi ha detto: Appena ho sentito la notizia ho pensato a te.
Proprio così, anche a me piaceva tanto M J quand'ero ragazzina. Possedeva un quid di puerile follia nel quale mi rispecchiavo.
Così come mi piaceva J M dei Doors. Che coincidenza, adesso che le scrivo, scopro che avevano le stesse iniziali!
" Chi muore giovane è benedetto dagli dei",in un certo senso è una verità: Chi muore giovane si porta via la sua giovinezza e anche parte della nostra

daniele sensi ha detto...

Grazie, Adele,
oggi pareva quasi che fosse impossibile essere insieme di sinistra e rattristati per la scomparsa di Michael. Da ragazzino ero rapito da quel suo essere totalmente "altro" rispetto ad un mondo che già mi infastidiva...

Adele ha detto...

"oggi pareva quasi che fosse impossibile essere insieme di sinistra e rattristati per la scomparsa di Michael."

Ma sai che è la stessa cosa che ho pensato anch'io?
Forse è la ricerca razionale costante della "coerenza" che spesso ci porta a un paradosso : voler eludere la nostra complessità. Allora quando ci accorgiamo di questo errore logico ritorniamo a ragionare col cuore. Rousseau aveva proprio ragione: non va bene la mente soltanto e nemmeno ascoltare solo il cuore . Sono rare però le occasioni della vita che ci permettono di fare incontrare razionalità e sentimento. Solo il sentimento del dolore può darci il coraggio di manifestarci al mondo per per quel che realmente siamo.

mozart2006 ha detto...

Caro Dio, quando nelle preghiere ti chiedevo di far morire quel pedofilo truccato, liftato, mentalmente disturbato e di colore indefinibile, non intendevo Michael Jackson. Ok, lo so che canta anche lui come quell'altro ed entrambi hanno un pessimo gusto estetico, ma confonderti tu che sei infallibile...

daniele sensi ha detto...

Mozart,
a nessuna persona seria verrebbe in mente di accusare Berlusconi di pedofilia (avere una relazione -ammesso che B. l'abbia avuta- con una 16 o 17enne può essere sì reato, ma solo in caso di "prestazione" fornita dietro una qualche forma di compenso, ed in tal caso, comunque, il reato che si prefigurerebbe con la pedofilia avrebbe poco a che vedere).
Michael Jackson, quanto a lui, è stato dichiarato innocente per tutti e 10 i capi di imputazione. Certo puoi sempre essere di quelli che ritengono l'assoluzione una "verità processuale e non anche la verità reale del fatto storicamente accaduto", come ebbe a dire, anni fa, tale Clemetina Forleo commentando l'assoluzione di Enzo Tortora...

Wil ha detto...

Proporrei una mostra con le foto delle camerette degli anni '80 ... eccezionale.

Le cassette, i poster, la tv che non prende niente. Ognuno con la sua "star" di riferimento.

Bellissima a questo proposito la rubrica di Jovanitti su l'Unità di ieri, in ricordo di Mj ... leggetevela.

http://archivio.unita.it/v2/gol/viewer.asp?Pag=3&G=27&M=06&A=2009&foliazione=48&startpag=0&sezione=naz

P.s.: giusto, l'accostamento tra pedofilia e Berlusconi non credo sia appropriato. Peraltro abbiamo molto altro materiale bollente, dalla corruzione alla mafia, dal conflitto di interessi alla propensione alla figura fecale, a cui dedicarci. Ma dobbiamo riflettere s'una cosa: vi sembra normale che l'intero Paese abbia associato la figura di Jackson al nostro Premier? ... ecco, il solo fatto che un uomo di Governo venga accostato alla Pedofilia la dice lunga sulla sua adeguatezza a svolgere tale ruolo.

Unfit, unfit ed unfit, parola di Economist.

Buonadomenica Daniele e lettori.

daniele sensi ha detto...

Bravo Jovanotti,
pensare che negli '80 lo additavano come simbolo del rincoglionimento generazionale... mentre non si trattava che di una generazione che forse, nonostante tutto, nonostante le timberland ed il monclair, si stava mettendo a coltivare una sana dose di scetticismo, arma vincente contro il fanatismo.

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box