sabato 11 luglio 2009

Una buona notizia

Sentenza definitiva: il leghista Flavio Tosi, sindaco di Verona, condannato per razzismo

Riporto dall'Ansa (via "il blog della sgaggio"):
VENEZIA, 10 LUG - La Corte di Cassazione ha confermato la sentenza di condanna a due mesi, con sospensione condizionale della pena, nei confronti di Flavio Tosi, sindaco di Verona, per propaganda di idee razziste.

La vicenda risale al 2001, quando Tosi era consigliere regionale e organizzò una raccolta di firme per sgombrare un campo nomadi abusivo nel capoluogo scaligero. Tosi era stato querelato da sette nomadi sinti e dall’Opera nazionale nomadi. La sentenza della corte d’appello di Venezia è stata pronunciata il 20 ottobre dello scorso anno. Già in primo grado, nel dicembre 2004 Tosi e altri cinque esponenti della Lega nord erano stati condannati per discriminazione razziale a sei mesi. Il 30 gennaio del 2007 la corte d’Appello di Venezia aveva ridotto le pene a due mesi, assolvendoli dall’accusa di odio razziale.

Il verdetto era stato poi parzialmente annullato dalla Cassazione - con il mantenimento però dell’assoluzione per l’ipotesi di odio razziale - e rinviato a nuovo esame, sempre a Venezia.
Un appello alle vittime della propaganda xenofoba: laddove possibile, querelate, querelate, querelate!

28 COMMENTI:

Le Favà ha detto...

Il che dovrebbe portarlo a dimettersi. E ovviamente a scusarsi con l'Italia e con la Regione e con Verona stessa.

chiara ha detto...

si dimetterà di sicuro e chiederà anche scusa (già me lo vedo)

Teresa ha detto...

dimettersi???
MA SIETE FUORI??

QUEST'UOMO è UN MITO!

grazie Flavo Tosi che difendi la povera gente dalle ingiustizie che questi poveri comunistelli vorrebbero infliggerci all'infinito.

G R A Z I E T O S I

Vincenzo Cucinotta ha detto...

@Teresa
Facciomolo crescere questo mito, magari tra le mura di una prigione. E' una sua grande opportunità, dichiararsi prigioniero politico :-D

amaryllide ha detto...

e perchè dovrebbe scusarsi con Verona? I veronesi sapevano quello che avevano fatto e l'hanno eletto, sono i suoi elettori, certificati come sostenitori di un razzista, a doversi scusare col resto del paese...

GM ha detto...

E perché dovrebbe dimettersi?
Quel becero individuo è degno rappresentante di chi l'ha eletto e quindi non c'è motivo per cui debba dimettersi.
Il problema non è Tosi, ma gli incivili che lo eleggono e che sanno solo grugnire il loro tifo come la Teresa di prima.

E` una questione di civiltà: da una parte la civiltà occidentale, dall'altra i leghisti ed i nazifascisti (che sono pressoché identici).

Anonimo ha detto...

Vorrei soltanto poter portare i miei figli a giocare nel parco sotto il mio palazzo. O, almeno, uscire di casa senza avere paura. Ma non posso. Ora da tempo il parchetto qui sotto è occupato da un nutrito gruppo di "personcine per bene", di etnia rom (ma sarà senz'altro un caso...), che tutto il giorno sbevazzano lasciando bottiglie ed altro in giro, guardano male i passanti e gli abitanti - quando non li sfottono pesantemente ed apertamente - ed espletano i loro bisogni fisiologici sul prato e contro la parete del condominio. L'ultima volta che sono sceso con mia figlia (5 anni), un porco maiale (e chiedo scusa ai maiali per il paragone) di questo gruppo ha iniziato a urinare in nostra direzione. Un'altra si è accosciata e ha fatto altrettanto sul marciapiede. I vigili? Avvertiti, hanno parlato con noi ma non hanno fatto nulla. I carabinieri? Allargano le braccia. Chiederei a voi, personcine bempensanti e "sincere democratiche", che cosa dovrei fare a questo punto se non invidiare i veronesi. O aspettare che finalmente anche qui si inizino ad organizzare le ronde. Lasciate perdere gli anatemi sul razzismo, per favore. Perché allora vi dico subito che, nei confronti di "esseri" di questo genere, sono razzista e non me ne vergogno nemmeno un po'.
Luca, Sesto San Giovanni (Mi)
ps: se ci tenete tanto a costoro, perché non li ospitate direttamente a casa vostra?

GM ha detto...

Caro Luca,
voglio credere fermamente nella tua buonafede.
Con il tuo racconto ti sei risposto da solo, ma mi permetto di sottolineare l'evidenza: perché non ti indigni nei confronti di gente pagata per tutelare i cittadini e che, invece di fare il proprio lavoro, allarga le braccia e se ne va?
Non è che è più facile prendersela con una minoranza piuttosto che pretendere che degli uomini in divisa una volta tanto facciano il loro lavoro?

Lo sai meglio di me, in certe zone della città la polizia passa solo per far figura e spesso neanche questo; i cittadini segnalano lo spaccio, gli atti osceni, ma loro non si sprecano per della gente comune e fanno invece delle belle sfilate nei quartieri bene.
Abbiamo quante, tre polizie?
Più i vigili sceriffo, più tanti altri corpi inutili.
Cosa fanno per meritare lo stipendio?

Chiedi provocatoriamente perchè non li ospitiamo a «casa nostra», immagino ti riferisca alle persone perbene che non vorrebbero schedare e rinchiudere in qualche bel campo con filo spinato tutti quelli che li guardano storto.
Ti rispondo dicendo che, anche se io avessi una casa in grado di ospitare qualcuno, non lo farei.
Le persone che tanto ti disgustano un posto ce l'hanno e non devono lasciarlo per venire a dormire sul mio divano; invece, essendo cittadini esattamente come noi (eh sì, quasi tutti gli zingari sono italiani) hanno i nostri stessi diritti, quindi anche a loro le amministrazioni dovrebbero garantire il gran lusso dell'acqua corrente e delle fognature.
Se ci si esalta a trattare una persona come una bestia poi non ci si può lamentare quando questa ci piscia sul tappeto.

Il degrado lo portano tutti, caro Luca.
Anche chi sbaglia a dirigere i propri strali.

Anonimo ha detto...

Per Luca: la mia buona fede è a prova di visita: fammi sapere dove, e ti invio l'indirizzo esatto dove potrai verificare tu stesso la situazione.
Chi "allarga le braccia e se ne va" lo fa suo malgrado perché non c'è né legge adatta né possibilità pratica di farla rispettare, data la mole ormai gigantesca del degrado. Figlio soprattutto di una mentalità buonista che per troppo tempo ha preferito tutelare gli "irregolari" di qualunque tipo piuttosto che il cittadino "normale". Mi indigno per questo. Non solo mi indigno: mi ci incazzo solennemente. E, ti assicuro, non sono il solo. Tra l'altro, piantiamola con l'attacco ideologico. Il mio palazzo è abitato in gran parte da gente di sinistra, da ex operai di fonderia a piccoli impiegati un tempo militanti del pci, che qui a Sesto come saprai aveva percentuali bulgare. E, malgrado ciò, di fronte a ciò che accade oggi sotto casa credo di essere molto più moderato io di loro in quanto a "proposte" per risolvere la situazione.
Poi parli di supposte volontà di "campi e fili spinati". Amico mio, sveglia: chi vive oggi recintati, impossibilitati ad essere liberi nelle nostre uscite da casa siamo noi, e il filo spinato sono loro. Spiace poi deluderti: i "signori" sono in fattispecie cittadini rumeni, non cittadini italiani, radunati qui sotto in particolare da quando è stato aperto un negozio di alimentari gestito da loro connazionali. E non mi importa proprio nulla se sono "comunitari". nessuno ha chiesto la nostra opinione di cittadini quando i signori al governo hanno deciso di non chiedere (come hanno fatto altri stati europei) la moratoria alla libera circolazione di rumeni e bulgari. E se fossero anche cittadini italiani, nessuno dà comunque loro il diritto di fare ciò che fanno. Né impone a noi il dovere di subirlo, e insieme a questo subire anche gli insulti delle varie signorine chic dei quartieri alti che altro non sanno dire se non le litanie di "xenofobi e razzisti". Ripeto: viveteci voi, che li amate tanto, insieme a loro. Soltanto dopo potrete parlare.
Infine, non me ne può fregare di meno dei loro "diritti", dal momento che lorsignori non rispettano minimamente i miei. E, per tua informazione, se il posto per dormire (eccetera) loro l'hanno scelto sotto casa mia, è chiaro che non hanno bisogno del tuo divano. Ma c'è una differenza: io qui non li voglio, tu sembra volerli. Per cui, dormano pure sul divano tuo, grazie.
In ultimo: io la mia casa (in un luogo ormai degradato) me la sto sudando e pagando a caro prezzo, lavorando tutti i giorni. E non tollero che a questi personaggi che nulla fanno nella loro vita se non arrangiarsi dando fastidio al prossimo, qualcuno proponga di regalargliela coi soldi anche miei. Vergogna, senza altro aggiungere.
Luca - Sesto

Padanina - forum MGP ha detto...

mi dispiace Luca.. è anche per te che lavoriamo.
vedrai che un giorno la Padania sarà un posto migliore in cui vivere. io sono di paese e si sta un po' meglio che in città, tranne in certi paesi in cui gli autoctoni sono proprio andati via del tutto, svendendo case e terreni. altra storia questa dell'abbandono dei paesi.

solidarietà da parte di tutti i leghisti.

GM ha detto...

Luca, tu parli di un palazzo di gente di sinistra come se chi vota per loro fosse "vaccinato" e non possa essere razzista.
Hai un concetto improprio di casa, infatti tu la estendi a tutto ciò che puoi vedere mentre invece è solo quello che c'è dopo la tua porta.
Quindi loro non sono a "casa tua", ma vicini di casa.
Ignori che in realtà c'è stata una moratoria sulla libera circolazione dei cittadini UE per gli Stati neocomunitari, ma questa non credo sia colpa tua bensì di ciò che porta la disinformazione fatta da certa gente che lucra sul tuo disagio per potersi garantire una poltrona, 15 mila euro al mese ed un vitalizio più alto di qualsiasi nostro stipendio.

Guardati Luca, sei arrivato a definire delle persone "filo spinato" e dire che non te ne frega niente dei loro diritti perché loro non rispettano i tuoi.
Questa è pura inciviltà: se qualcuno ti tampona non scendi con la chiave inglese per rompergli la macchina, se quelli di sopra ti riempiono il balcone di briciole non bruci il loro zerbino.
Nessuno può essere stato educato a tanto disprezzo, quelle sono persone che vengono trattate come bestie ed alcuni si comportano di conseguenza come tali.

I mezzi per far cessare quel degrado ci sono e lo sai anche tu: pattuglie per dissuadere, spezzare i casermoni dormitorio con posti di aggregazione (fossero anche bar o campi da calcetto, nelle nostre periferie si vedono palazzi di 12 piani fino all'orizzonte), soldi usati non solo per il centro ma anche e soprattutto per il resto della città.

Guarda che cos'è la mano tesa da certe persone che dicono di volerti aiutare, guarda cosa ti chiedono in cambio: un voto (che comporta la poltrona, i soldi ed il potere di poter favorire i propri amichetti negli appalti).
Soprattutto fai caso a cosa ti chiedono in cambio: qualunque sia la tua fede religiosa o ideologia politica ti chiedono di identificare a priori il nemico in un'etnia (già sentito vero?), di schernirlo, boicottarlo (ma come, non si voleva integrarli?) ed ora denunciarli per il solo fatto di esistere.
E` evidente anche dal comportamento di chi sta qui facendo la pubblicità al proprio partito dichiarando una bella solidarietà inutile, dicendo che sei bravo e bello e tutti gli altri hanno torto in quanto non vivono dove vivi tu (a proposito, che ne sapete dove vivo?).

Nella vita ti fidi di chi ha bisogno di qualcosa da te e ti dà sempre ragione?

Restiamo civili per piacere, non solo per una questione di umanità ma anche per puro pragmatismo: la prossima minoranza potrebbe essere chiunque.

Padanina - forum MGP ha detto...

che piattola di luoghi comuni..
ma un po' di vita vera e la fai mai ogni tanto?

daniele sensi ha detto...

Padanina,
"che piattola di luoghi comuni"...
detto da chi appartiene ad un movimento che proprio di luoghi comuni vive e si nutre (e, ahinoi, vorrebbe far nutrire l'intero Paese)....

Padanina - forum MGP ha detto...

che la Lega vive di luoghi comuni è una tua considerazione ingiustificata e preconcetta. è una conclusione tua personale, per sentito dire. è così che ragioni? ok..

di dove sei? posso saperlo?

Padanina - forum MGP ha detto...

ah ho letto il profilo.. Asti..

un padano che opera contro gli interessi dei suoi conterranei padani.. siete in pochi ma ci siete.. nessun problema sai.

daniele sensi ha detto...

Sì, vivo ad Asti,
tuttavia ho la fortuna di abitare in un quartiere popolare per lo più fatto di famiglie qui giunte dal sud (tra le quali la mia) e di migranti maghrebini. Nel mio quartiere vi sono una moschea e due campi nomadi: riesco insomma ancora a sentirmi a casa, nonostante l'11 per cento strappato dalla Lega, in città, alle elezioni europee.

il Russo ha detto...

Un padano??? Daniele è un cittadino Italiano con la maiuscola, gli stranieri sono quelli in camicia verde: FOGLIO DI VIA PER STI CIALTRONI!

Padanina - forum MGP ha detto...

ah ok allora non sei padano.. meglio così.

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Che squallore, il signor Padanina! E il guaio è che non se ne vergogna, anzi se ne gloria, scambia il proprio limitato orizzonte mentale per la realtà, con il che tutto ciò che gli altri pensano sono, nel caso migliore, fantasie. E prova anche a mandare messaggi ambigui: siamo alle velate minacce...
Credo proprio che sia un funzionario della Lega Nord, forse mandato apposta su questo blog a causa della sua coraggiosa caratterizzazione antirazzista, a giustificare il suo stipendio da funzionario.
Come in Italia ci siamo potuti ridurre così? Una volta chi non aveva idee, aveva il pudore di tacere, ora ti danno sulla voce con il loro nulla!

Collettivo ha detto...

io però sono "padano" doc (per modo di dire, non come lo intendete voi ma come uno che è nato nella pianura padana a 3km dal po) e vi disprezzo, padanina... ora stanotte non dormirai?

Anonimo ha detto...

Il bravo leghista prima di andare a letto, prega che gli arrivi una denuncia per isitgazione all'odio razziale o attentato a qualcos'altro, per poter prendere una valanga di preferenze alle elezioni successive.

Quella condanna ha contribuito a far passare l'immagine di un politico che non si tira certo indietro per proteggere i suoi cittadini.

Quella denuncia l'ha fatto diventare sindaco.

Ligure Magnanimo.

GM ha detto...

Ligure Magnanimo ha ragione, il «bravo leghista» è quello che istiga all'odio etnico, religioso e di identità sessuale (basta sentire Calderoli, Borghezio, Gentilini, Tosi e tutti gli altri personaggi del circo).

Solo degli incivili possono vantarsi di questo, il consenso verso la Lega Nord (ed anche altre formazioni del suo stampo come Forza Nuova e Casa Pound) è il termometro dell'inciviltà di un Paese proprio come quello per gli altri partiti nazisti europei con i quali essa intrattiene rapporti ed organizza congressi (come a Colonia e più recentemente in Francia).

L'inciviltà non si nasconde.

Anonimo ha detto...

Che ti posso dire, non hai capito la mia provocazione.

O meglio una cosa, seguendo il tuo ragionamento, posso dirla:

"Veronesi gente iincivile!"

Ligure Magnanimo

GM ha detto...

Non tutti, solo chi l'ha votato.
E` ridicolo voler far finta che gli elettori non hanno mai alcuna colpa, le persone adulte si assumono la responsabilità delle proprie scelte ed azioni.

Borso d'Este ha detto...

Da Veronese vi riporto che al momento la popolarità di Tosi è alle stelle. Quindi speriamo in copiose denunce da parte vostra. Querelate! Querelate! Querelate! :)

Anonimo ha detto...

Buone notizie? Eccole. Qualche giorno fa, nella zona di Sesto occupata dalle deliziose e civili persone di cui ho parlato più sopra, è scoppiata una rissa violenta. Iniziata quando nel parchetto, in pieno giorno, il "capo rom" ha pestato solennemente una donna del gruppo. Bottiglie spaccate, qualcuno ferito da un fendente inferto con le medesime. Tutto tra di loro, tranne alcuni effetti collaterali: le auto in sosta sulla strada sono state gentilmente prese a calci.
Finalmente allora le forze dell'ordine sono intervenute con decisione, insieme alle ambulanze. Ora, quasi ogni giorno, passa una pattuglia, e dei cari amici rumeni non c'è più l'ombra. Ho anche saputo - con evidente ritardo - che nel quartiere era stata avviata una petizione per allontanarli PRIMA che succedesse ciò che è successo.
Bene, ci voleva proprio una allegra dimostrazione di civiltà di questo genere perché qualcuno intervenisse. Ora la zona è tornata vivibile. Per il momento, e speriamo che presto non si ricominci.
Anche per questi motivi, credo che uno come Borso d'Este non abbia capito nulla di come funziona la politica: querelate, querelate ancora. Più lo fate, più Tosi (ho parlato proprio ieri sera con un veronese tutt'altro che leghista ma che comunque dà atto che gli sgomberi voluti dal sindaco hanno restituito molte zone ai cittadini) diventerà un eroe, più la sua popolarità salirà alle stelle. Strano che siate proprio voi a volerlo.
Luca, Sesto S.G.

Risolutore ha detto...

Questo sito è davvero spassoso, speriamo continuiate così ragazòli :D

Padanina ha detto...

si più o meno spassoso.. è un blog antilega.. :) ottimo!

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box