lunedì 24 agosto 2009

"Accoltellarli è troppo, però ai gay due calci nelle palle li darei anch'io"


clicca per ascoltare un estratto della trasmissione


Radio Padania Libera. Un ascoltatore interviene in diretta per dire la sua sulla grave aggressione avvenuta sabato a Roma ai danni di due giovani omosessuali:

"Riguardo a quei culattoni…. io sono contro l’accoltellamento, che è troppo, però due persone dello stesso sesso che si baciano sono una schifezza, quindi due calci nel culo… due calci nelle palle glieli avrei dati anch’io".

"Chiaramente queste sono le opinioni del nostro amico ascoltatore; chiaramente ognuno dice la sua", è la reazione del conduttore - una timidissima presa di distanza, che finge di ignorare come quelle parole non costituiscano un’opinione bensì prefigurino un reato.

Quando però a chiamare è un ascoltatore calabrese che si lamenta del modo col quale il conduttore parla dei meridionali, questi non ha un attimo di esitazione, e tronca la telefonata, perché "di simili personaggi non sappiamo proprio cosa farcene".

Un occhio di riguardo per gli omofobi, quindi, dalle parti di via Bellerio - d’altronde a che pro inimicarsene sostegno e voto?

D.S.

32 COMMENTI:

BECA ha detto...

ognuno la pensa come vuole.. io infatti sarei per darne due in bocca agli omofobi e ai razzisti :)

Wil ha detto...

Caro Daniele, certo che si può sempre contare sul leghista-tipo, fonte inesauribile di materiale splatter.

Proprio in questi giorni sto cercando la comparsata su La Zanzara di Radio 24 del buon PROSPERINI (24 agosto, purtroppo sul sito gli archivi sono fermi, altrimenti avrei già combinato) ... ha regalato all'ascoltatore la sua visione delle cose in materia di Kebab e cittadini musulmani ...

Un intervento altissimo, come potrai immaginare.

Appena lo ribecco te lo mando.

Un saluto, Wil.

Pestekkorna ha detto...

"Questo signore ha dimostrato chiaramente da che parte sta il problema [dei Meridionali]..."

Senza parole.

Saamaya ha detto...

Io però continuo a chiedermi come sia possibile che ad un'emittente radiofonica siano permesse tali esternazioni che configurano grave reato e oltraggio, oltre a misera e vergognosa ignoranza.

ciao Daniele, ben trovato.

Anonimo ha detto...

Saamaya, io sinceramente non mi stupisco piu di nulla, non trovo la differenza sostanziale tra l'atteggiamento di Radio Padania e quello (per esempio) del TG2...

Davide.

GM ha detto...

Niente di peggio di quanto si sente quotidianamente su Radio Maria, anzi sulle frequente dei fanatici cattolici non ci sono nemmeno timide prese di distanza: si chiama un medico (tale Atzori di Milano) e si fa dire che l'AIDS è colpa dei gay, cosa da ribadire alle vecchine che telefonano per chiedere lumi.

Come hanno scritto delle brave persone torinesi ingiustamente indagate: a Piazzale Loreto c'è sempre posto.

Luca Rinaldi ha detto...

Il triste prodotto di una triste società medievale. E adesso questo tipo sarà anche tutto orgoglioso del suo operato di ascoltatore radiofonico... Tristezza infinita...

Ciao Daniele e sempre complimenti per il tuo blog!

"Arturo" ha detto...

Qualche gay tra i leghisti c'è, allora ... il peggio è gay meridionale o gay nero.

Daniele ha detto...

Io ho sempre più vergogna di dire che appartengo al meridione....SEMPRE PIU' VERGOGNA.......SEMPRE PIU' VERGOGNA.... .

Matteo ha detto...

Che schifo di persone, fanno venire il voltastomaco tra violenza, omofobia e razzismo questo estratto è davvero una perla di volgarità e ignoranza di chiara marca leghista.
Tra l'altro Radio Padania dovrebbe essere chiusa per chiara istigazione all'odio razziale, oltre che per apologia di fascismo, come è successo qualche tempo fa.

Bruno ha detto...

"per scuotere la gente non bastano i discorsi ci vogliono le bombe" (E. Bennato)

GM ha detto...

Matteo, io sono convinto che non debbano esistere reati d'opinione, quindi via libera anche ai nazisti della Lega.
Sono arrivato a questa non facile presa di posizione valutando sia il lato ideologico della questione (nessuno dovrebbe essere mai incarcerato per le proprie idee, qualsiasi esse siano), sia quello pratico.
Sottolineo l'aspetto pragmatico, perché con la sconfitta del nazifascismo in Germania ed in Italia ci siamo adagiati sul fatto che propugnare quelle idee è reato, punto. Abbiamo preferito ad argomentazioni che smontano quelle ideologie aberranti la semplice frase "non si può, è reato", come se una legge debba essere rispettata per forza in quanto tale ed a prescindere dal suo contenuto.
Bisogna sempre argomentare il perché fascismo e nazismo sono ripugnanti, perché è giusto rifuggire da ogni totalitarismo e da ogni comportamento autoritario tenuto anche dagli Stati democratici.
Se non lo si fa si perde in partenza ed i criminali di ieri attireranno le simpatie di fasce di disagiati che li vedranno come eroi romantici perseguitati da tutti, sapete bene che è questa la dinamica che porta molti ragazzi in braccio a Casa Pound e Forza Nuova.
Detto questo è ovvio che non si può ricadere nell'errore del legalitarismo che fecero PCdI e PSI mentre le camicie nere facevano i loro porci comodi: l'autodifesa è sacrosanta e non si fa a parole.
Ma di difesa si deve trattare, quindi niente aggressioni che, tra l'altro, sarebbero anche strumentalizzate all'istante.
Quanto ho scritto riguarda l'aspetto penale, infatti apprezzo la ratio delle norme che danno alle associazioni portatrici dei valori offesi la possibilità di costituirsi parte civile nei processi per i reati suddetti (si cominciò con quelle ambientaliste se non ricordo male).
Ritengo sufficiente la possibilità di intentare causa civile contro privati e associazioni colpevoli di tali infamia, così da riparare il danno senza creare finti martiri,

Bruno, una simile stronzata resterebbe tale anche se l'avesse detta Einstein, per di più nascondersi dietro una citazione per fare il duro è puerile. Ricorda anche che Bennato è quello che va al compleanno del suo amicone nazista Maroni, quel cantante è uno scodinzolante Zio Tom che si compiace delle pacche sulle spalle ricevute dagli ariani che, anche se è un terrone puzzolente, lo trovano tanto simpatico.

daniele sensi ha detto...

Bruno,
quella frase più che di Bennato è del suo Capitan Uncino, protagonista di un brano (il rock di Capitan Uncino, appunto), per mezzo del quale l'artista se la prende con quei giovani, privi di consapevolezza (politica e di sè), che si lasciarono strumentalizzare animando la terribile stagione degli anni di piombo. Quelle che tu citi sono parole che nascono per stigmatizzare, non per esortare.

La Scimmia ha detto...

Come hanno detto altri... Mi sfugge quale sia la logica secondo cui io, sul mio blog, non posso sostenere l'assurdità di una legge, perché secondo il nuovo mirabolante "pacchetto sicurezza" rischio la denuncia, però una radio può concedersi certe esternazioni, posto che è troppo comodo addossare la responsabilità ai singoli ascoltatori.

Romano ha detto...

Senza parole.

Andrea ha detto...

Ho sentito tutto su Radio24 stamattina. Sei un grande!

Anonimo ha detto...

io sono un terrone, e mi vergogno di esserlo.Corruzione, gente ignorante,truffe... Capisco quelli del nord, hanno tutte le ragioni di volere l' indipendenza.Non vi ho mai votato, ma se abitassi a milano lo farei sicuramente!Mi dipiace per le tasse più alte, per i reditti sproporzionati, per i soldi che il governo ci da e noi li sprechiamo.Scusateci!

Anonimo ha detto...

Mi pare che io sia stato bannato!!
amo i sinistri e il loro senso di giustizia!!!
Amico Padano

pia ha detto...

Tempi di sempre più basso impero. Dove andremo a finire...

Anonimo ha detto...

Io sono un Terrone e non me ne vergogno affatto, non sono fiero di quello che succede al Sud ma detesto anche l'arroganza di quelli del Nord, specie con origini del Sud, e sono tanti.
Il sig. della telefonata ha chiaramente un accento meridionale anche se mascherato da una cadenza padana. Ecco di questi terroni rinnegati mi dispiaccio molto
Mick

mozart2006 ha detto...

http://www.corriere.it/cronache/09_agosto_27/lega_facebook_immigrati_tortura_3e851dea-930c-11de-9adc-00144f02aabc.shtml

Avete visto questa?

mozart2006 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Padanina ha detto...

bah.. tutti contro la lega perchè un ascoltatore (lo sapete voi se è lighista o meno quell'ascoltatore?) e nessuno che si scaglia contro quel bastardo che ha accoltelato il gay. ma voi alle cose serie ci pensate mai?

GM ha detto...

Padanina, per cortesia non fare la finta tonta.
Gentilini parlava un giorno sì e l'altro pure di "pulizia etnica contro i culattoni" e non mi pare che sia mai stato espulso dalla Lega Nord, anzi è uno dei personaggi di spicco di quel partito nazista.
Poi arrivi davvero ad essere ridicola quando ti lamenti che nessuno si stia scagliando contro l'accoltellatore, ben sapendo che qui si sta parlando delle reazioni "padane" e non del fatto in sé.
Sempre i soliti, solo parole.

Danx ha detto...

Per loro niente censura, niente sequestro?
Ma guarda che strano!
Libertà totale per questi mezzi criminali, complimenti!

Anonimo ha detto...

Prima di vergnognarvi di essere "Terroni" vergognatevi di non aver mai fatto nulla per cambiare le cose..Tu che chiedi scusa al Nord per l'ignoranza del Sud e tutti quelli come te sono la causa del nostro malessere..La nostra terra esige solo cura..una cura che ormai nessuno gli vuol più concedere..(scusate se sono uscito fuori tema..ma ciò che leggo a volte mi sconvolge parecchio..)Non ho un account..quindi sono costretto a segnare anonimo..se avete qualcosa da dire..chiamatemi Dantès

Anonimo ha detto...

"buona padania " dice, quindi è chiaramente un simpatizzante leghista...cmq è da questi bravi padri di famiglia, da questa sottocultura della paura, da queste sane sagre della polenta e del dialetto ( che in 9 su 10 non sanno parlare ) e della pseudo tradizione , da questa rabbia e infelicità di vivere e paranoia del diverso che nasce il clima in cui viviamo...son queste le persone NORMALI da cui nascono i fascismi...

Anonimo ha detto...

beh io sono un siciliano della provincia di siracusa una delle aree più contaminate ed inquinate d 'Italia se cosi si può definire ,
e leggendo su questo blog mi accorgo che nessuno sa perchè oggi i padani o cosi si voglion far chiamare possono permettersi il lusso di tirar fuori degli argomenti sul meridione beh il discorso e semplice chi non è nato nel sud o vissuto nel sud negli anni della fame nera o periodo fascista non ppotra mai capire che significa
io posso solo dire che per me lo stato Italiano è uno degli stati meno apprezzati nel mondo per colpa di tutti gli italiani e uguale nord o sud solo perchè si fanno confronti stupidi e irrazionali
dovreste essere più creativi nei discorsi che fate non cosi confusionali
e ve lo dico perche quando parlate pensate di sapere tutto ma io vi assicuro che non è cosi

Anonimo ha detto...

http://priolo.altervista.org/la_pagina_delle_novita.htm



andate su questo sito e vi rendete conto del sud

Claudio Savio ha detto...

In merito alla telefonata del Legaiolo infastidito dai "culattoni" che "prenderebbe a calci nelle palle" [sic!], non intendo fare ulteriori commenti, non ce n'è bisogno: certe affermazioni non sono commentabili, non ritengo un commento sia necessario in quanto una persona dalla soglia della normaltità in su possa trarre le sue conclusioni su squallidi e tristi esempi di ignoranza e ottusità tipiche del pensiero Legaiolo. Dopo la telefonata del triste Legaiolo, c'è quella (censurata ovviamente, "vive la libertè") del calabrese...dopo ancora, vi è la mia. pubblicala per favore! Ascolto spesso quella radio spassosa/triste come anche Radio Maria (e sembrano spesso radio gemelle!) per essere informato di come stiamo cadendo sempre più in basso e ogni tanto mi diverto a commentare (anche se lo faccio senza la speranza che qualcuno dei cavernicoli Legaioli possa comprendere un poco del buon vivere e dell'umanità). Che tristezza!

Anonimo ha detto...

ma io un calcio lo darei agli incivili che vivono senza sapere cosa è il rispetto per la vita umana, tutta, quindi, comprese, naturalmente, anche le persone gay. A quel tizio che si è permesso di fare un'affermazione tanto grave vorrei chiedere: ha lo stesso atteggiamento anche verso le prostitute? Anche nei loro confronti si rivolgerebbe con queste "squisite" espressioni? E se a baciarsi in pubblico davanti a suo figlio fosse una "normale" coppia etero, sarebbe la stessa cosa? Sono proprio sicura di no! La compiango, per queste idee barbariche che le passano per la mente, e le dico: Si vergogni!! E' questo che intederà insegnare a suo figlio?

giuxgiux@gmail.com ha detto...

si ho la dimostrato da che parte sta il problema.. lo ho proprio dimostrato.
Il problema sta nel conduttore della radio.
Dimostrazione chiara e lampante.

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box