giovedì 20 agosto 2009

"Mai organizzato festini"? Le Parisien: "Premiate Berlusconi come miglior comico dell'anno!"

Anche il francese Le Parisien (moderato quotidiano 'indipendente', per quanto un tempo di area gollista) ha riportato le dichiarazioni rilasciate da Silvio Berlusconi a 'Chi'…. Traduco:

Silvio Berlusconi ha dichiarato, in un’intervista al settimanale 'Chi', di non aver "mai intrattenuto relazioni con ragazze minorenni". Ed ha aggiunto di non aver "mai invitato, a casa sua, persone poco serie". L’intervista è stata realizzata a Villa Certosa, la sontuosa residenza sarda oramai nota per le foto, apparse sulla stampa, di feste con giovani donne dal seno nudo.

"Non ho mai intrattenuto relazioni con minorenni e non ho mai organizzato festini. Ho solo partecipato a simpatiche cene, assolutamente ineccepibili sul piano della moralità e dell’eleganza", assicura, senza che gli scappi da ridere, il capo del Governo italiano sulle pagine del settimanale appartenente alla famiglia Berlusconi.

"Non ho mai invitato persone poco serie", prosegue il presidente del Consiglio italiano, facendo riferimento alle prostitute, tra le quali la mediatica Patrizia D’Addario, che sarebbero state pagate per recarsi a casa sua.

"Sono i miei nipoti gli amministratori del mio tempo libero. Per loro sono un ‘nonno Superman’, assicura". "Ho intenzione di difendere la mia vita privata dalla sistematica violazione operata da pseudo-reporter che operano in evidente contraddizione con le leggi in vigore", aggiunge Silvio Berlusconi in quest'intervista corredata da numerose foto che lo ritraggono con i figli avuti dalla seconda moglie, Veronica Lario.

Questa ha tuttavia avviato una procedura di divorzio a seguito della rivelazione di presunte relazioni del marito con ragazze minorenni.

Secondo Silvio Berlusconi, sua figlia Barbara, che in un’intervista pubblicata agli inizi di agosto s’era detta "stupita" delle frequentazioni del padre, è stata "strumentalizzata" dai suoi avversari politici.

Con tali dichiarazioni, il mediatico Berlusconi potrebbe decisamente aggiudicarsi il premio della comicità politica, sezione europea, assegnato ogni anno dai giornalisti francesi.

Le Parisien, 19.08.2009
(traduzione di Daniele Sensi)Corsivo

15 COMMENTI:

matador ha detto...

"the thin red line"
La striscia rossa.

"Alla Festa nazionale del Pd ci saranno molte presenze istituzionali da Fini a Schifani.
Perché non abbiamo invitato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi?
Semplice:
questa è una festa, non un festino."


Lino Paganelli, responsabile nazionale della Festa del Pd, 19 agosto.

matador ha detto...

A leggere il resoconto dell'ennesima esternazione del premier, di ieri,rilasciata al giornale di fammigghia "Chi" e SENZA CONTRADDITTORIO come piace a lui , diventa evidente che lo stato della malattia è avanzato.

Tornano in mente le parole della signora Veronica Lario all’inizio di maggio:
"Mio marito è una persona che non sta bene "

Sì, si vede chiaramente che è malato di malattie inguaribili.

Solo un lungo riposo in solitario in una delle sue tante ville può fornirgli quell’ultimo equilibrio minimo necessario per percorrere l’ultima frazione della sua vita.
Gli consigliamo anche una serie di pellegrinaggi non solo al Santuario di Padre Pio, già calendariato,ma a tutti quelli conosciuti da Lourdes a Santiago de Compostela a Czestochowa per chiedere perdono di tutte le nefandezze capitali commesse.


Ci appelliamo in modo particolare al presidente della Repubblica.

Noi siamo oramai abituati a vivere in questo eterno buiolo, ma le istituzioni non possono crollare, sprofondare per via di un personaggio che già una volta tentò di fare carta straccia della nostra costituzione scritta col sangue degli antifascisti.

Le rammentiamo ancora una volta, carissimo Presidente, che Lei è il garante delle istituzioni.

Non vogliamo neppure immaginare che Lei possa divenire il presidente di una Repubblica delle banane sprofondata nel buiolo a causa di una sola persona.

daniele sensi ha detto...

Meraviglioso Paganelli!

Andrea ha detto...

I gollisti, notori comunisti.....

matador ha detto...

Il caso premier di Hardcore a luci rosse era calato come attenzione pubblica rispetto ai primi due mesi.

A muoversi in questo periodo è il mondo cattolico.

La lettura che se ne trae, è che non abbia voluto associarsi ai media italiani quando il premier era sotto attacco, un po’ per non infierire al punto tale da provocare le dimissioni e un po’ per vederci dentro con più calma a bocce ferme.

La reazione del mondo cattolico non deve essere piaciuta a i vertici vaticani.

Adesso si fa sentire e Silvio non gradisce.

Se non fosse cattolico, per il clero sarebbe meno imbarazzante.

Ma essendolo, il vecchio sporcaccione non si accorge di aver coinvolto direttamente i vertici della chiesa cattolica.

Se il Vaticano tace significa che la chiesa cattolica agisce con due pesi e due misure che non è certo sinonimo di credibilità.

Sembra invece che i vertici vaticani e del mondo cattolico intendano difendere se stessi.

Monsignor Mogavero:

http://notizie.virgilio.it/notizie/politica/2009/08_agosto/20/berlusconi_mons_mogavero_difesa_non_basta_risponda_in_parlamento,20369787.html
si unisce al coro di altri Vescovi, di migliaia di preti e di milioni di credenti italiani e non e del mondo intero e chiede chiarezza.

Solo che chiarezza a questo punto non ne può più fare, perché ha deciso di scegliere la strada della vittima di un complotto e non può più tornare indietro perché non può accettare che venga considerato un bugiardo patentato dall’opinione pubblica.

Il suo potere di comunicazione subirebbe un danno non indifferente, perderebbe di credibilità agli occhi dei devoti.

Non gli rimane altro che la strada del coniuge beccato in flagrante costretto a negare , negare, negare…….. negare sempre tutto…….…..

matador ha detto...

il link giusto:

http://notizie.virgilio.it/notizie/politica/2009/08_agosto/20/berlusconi_mons_mogavero_difesa_non_basta_risponda_in_parlamento,20369787.html

matador ha detto...

nno va,
cambiamo link:

http://rassegnastampa.mef.gov.it/mefnazionale/View.aspx?ID=2009082013509815-1

Anonimo ha detto...

ma tanto gli italiani mica lo leggono il parisien, loro guardano rai uno, canale 5, rete 4... non c'è speranza, non c'è speranza...

La lucertola ha detto...

Ma dove va a finire il ?
Alla festa del PD invitati un fascista ed un amico dei mafiosi.
Bella alternativa a Berlusconi

matador ha detto...

Se affidassimo a Mario Monicelli il compito di definire quanto ci sta accadendo intorno scommetto che direbbe:
"Questa è la classica immagine dell’Italia “cialtrona e cafona” ".
Il più grande interprete di quest’Italia, che era già presente durante il fascismo e che ha caratterizzato tutta la seconda metà del novecento, è stato Alberto Sordi.
Noi, adesso, a Palazzo Chigi abbiano la controfigura dell’Albertone nazionale,inteso come attore e non come uomo.
La Milano che per anni si è erta a capitale morale e ha sempre stigmatizzato i romani rappresentati molto bene da Alberto Sordi e Vittorio Gassman, oggi si ritrova ad aver dato i natali ad un nuovo cafone di quel tipo ma di stampo meneghino.

Per il momento, metà Italia è fatta in questo modo.

All’altra metà tutto questo non sta bene e a quanto sembra non sta bene neppure all’intera Europa e agli Usa.
Non capiscono l’essenza della cialtroneria tricolore.

E’ completamente inutile ribadire che tutto questo è deleterio e porta il Paese alla rovina, o perlomeno, fin quando ci saranno italiani che lo sostengono e sono soddisfatti di tutto questo.

Tanto, dicono loro, se ci sarà poi da pagare, pagheremo tutti insieme.

Per noi del csx, una doppia fregatura, come sempre.

but please,attention in the yard :

Stavolta il csx per tornare a vincere dovrà GARANTIRE che pagheranno SOLO i responsabili, altrimenti non avrà MAI i voti per farlo.

matador ha detto...

lettera di don Paolo Farinella prete in Genova.

http://iltafano.typepad.com/il_tafano/2009/08/lunto-e-il-bisunto-di-paolo-farinella-prete.html#comments

Rispondendo alle critiche dell'Avvenire, che peraltro è stato molto parco e trattenuto, Berlusconi dice:

«Sono anche loro caduti nel tranello delle calunnie contro di me, prendendo per vere notizie false».

E dunque «io non ho mai intrattenuto “relazioni” con minorenni e non ho mai organizzato “festini”.

Ho partecipato soltanto a cene certamente simpatiche, ma assolutamente ineccepibili sul piano della moralità e dell’eleganza.

E non ho mai invitato consapevolmente a casa mia persone poco serie».

Il losco, dunque, vuol farci credere che le intercettazioni, le registrazioni e anche la sua voce chiara e forte pubblicate dai giornali di mezzo mondo siano tutte falsità.

Da che pulpito!

Ora sappiamo che non si chiamano più «festini orge, ammucchiate, prostituzione, scambio di favori, ecc., ma si chiamano «cene certamente simpatiche».

Ho provato ad immaginare come possa essere una cena «simpatica, ma per mio difetto non ci sono riuscito.

Conosco cene tra amici, di lavoro, di rappresentanza, noiose, schifose, ma non mi sovviene di conoscere il «tipo» della cena «simpatica», a meno che «l’utilizzatore finale» non abbia in mente una cena durante la quale si proiettano filmati sulle sue prodezze all’estero e che sfocia direttamente nel bordello:

dalla tavola al dessert di carne fresca e stagionata.

Se i vescovi volevano la prova, eccola:

non solo Berluskonijad non è pentito per avere mentito agli Italiani, non solo non è pentito per avere spergiurato sulla testa dei figli in tv dal servo Vespa, ma ora è anche recidivo sapendo di esserlo.
Nega l’evidenza, nega la realtà.

I frati di Padre Pio si dicono disposti a ricevere l’impenitente, ma aspettano la dichiarazione ufficiale, come se fosse una questione di Stato.

Sapevo che Padre Pio è sempre stato ed è uno slogan affaristico per vendere religione scadente a buon mercato, ma che fosse anche un lasciapassare per impenitenti recidivi e spergiuri giulivi, questo doveva ancora avvenire.

Forse a settembre si riempie il vuoto.

Amen.

Con l’intervista a «Chi», giornaletto della «famiglia», corredato di foto scattate all’uopo, il Berluskonijad ancora una volta ha trasformato la sua famiglia, i suoi figli e i suoi nipoti in affare pubblico e nello stesso tempo rivendica il diritto alla privacy.

O c’è o lo fa.

Lo fa, lo fa!

Spero solo che i vescovi e Boffo dell’Avvenire ne prendano visione e atto e sappiano agire di conseguenza.

Eppure sento ancora fare dei «distinguo» e vedo che la gerarchia e Avvenire lo prendono con le «pinze» e sono circospetti, precisano che non vogliono giudicare e più parlano e più fanno rimpiangere il tempo in cui tacevano.

Che si decidano:

invece di girarci attorno con mille precauzioni, che stiano zitti oppure dicano:

Berlusconi è un porco, è scaduto come uomo e come governante;
passerà alla storia come il ricco che comprava prostitute;
riteniamo che per il bene del Paese debba dimettersi,basta con le sue leggi su misura personale e l’ultima sul reato di clandestinità, che meglio potrebbe essere definita come «legge sul reato di esistere».

Qualsiasi altra parola è di troppo, anche il tacere perché tutti siamo ormai certi che l’Unto del Signore è diventato il Bisunto d’Italia.

Paolo Farinella, prete.

matador ha detto...

Migranti morti,
l'Avvenire attacca:
"Occhi chiusi come con la Shoah"
"Nessuna politica di controllo dell'immigrazione consente a una comunicatà internazionale di lasciare una barca carica di naufragi al suo destino.
E questa legge ordina:
in mare si soccorre.
Poi, a terra, opereranno altre leggi:
diritto d'asilo, accoglienza, respingimento.
Poi.
Ma le vite, si salvano".


http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/cronaca/immigrati-10/avvenire-shoa/avvenire-shoa.html

Tutti i componenti di questo governo fascista e xenofobo che VOLONTARIAMENTE ORDINANO DI LASCIAR MORIRE questi disgraziati in mare,devono essere considerati alla stregua dei carnefici dell'olocausto.

MARONI =HIMMLER

Pietro ha detto...

Non ho mai organizzato festini ve lo giuro sui figli della signora Lario. Siete tutti comunisti in questo forum uffa.

vinny ha detto...

vous devriez mieux traduire, le parisien parle du prix de l'humour politique...

daniele sensi ha detto...

"Miglior comico dell'anno" n'est que le titre. Dans le post c'est juste de "prix de l'humour politique" que je parle.

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box