venerdì 25 settembre 2009

Sì, e Umberto Bossi è Martin Luther King

"Il corteo organizzato per domani a Ponteranica e' di chiaro stampo razzista contro la Lega Nord". Lo ha dichiarato Roberto Castelli, riferendosi alla manifestazione che si terrà sabato pomeriggio a Ponteranica (Bergamo) per protestare contro la decisione del sindaco leghista di rimuovere dalla biblioteca comunale la targa dedicata a Peppino Impastato. "Fin dalla nascita", ha aggiunto il viceministro delle Infrastrutture, "la Lega Nord è stata oggetto di feroce razzismo".

16 COMMENTI:

adele ha detto...

"Fin dalla nascita", ha aggiunto il viceministro delle Infrastrutture, "la Lega Nord è stata oggetto di feroce razzismo".

Ammesso che questa paradossale dichiarazione abbia una corrispondenza con la realtà delle cose, verrebbe da rispondergli: " chi di spada ferisce.... di spada perisce

Rigitans' ha detto...

un tuo video è stato mandato in onda su niente di personale, a la7.

buona serata

Anonimo ha detto...

ci pisciano addosso e ci dicono che piove..

adele ha detto...

"ci pisciano addosso e ci dicono che piove.."

Non solo, e ordinano persino ai magistrati di non aprire l'ombrello!
Secondo Maroni e Alfano il Parlamento "sovrano" significa che può fare tutte le leggi incostituzionali che vuole... e guai a chi osa aprire "l'ombrello"!

StefsTM ha detto...

Sto preparando un monologo sui leghisti dove a parlare è un leghista che si lamenta, una delle frasi è: "e poi basta con queste discriminazioni, questo razzismo nei confronti della Lega, questi continui attacchi che ci definiscono razzisti e xenofobi. Noi non siamo razzisti, siamo diversamente tolleranti!"

Paolo Borrello ha detto...

O.T.: ho scritto un post dal titolo "Servono a qualcosa i blog?".
Ti invito a leggerlo ed eventualmente, se lo riterrai opportuno, a commentarlo.
Ciao a presto.

Anonimo ha detto...

t'o mettn ncul e dicen "Agge pacienza!"

Rigitans' ha detto...

anche su blob han fatto vedere un tuo video, quello dove berluschino dice che vuole dare casa e lavoro agli immigrati...

chiara ha detto...

visto il tuo video su blob di berlusconi che straparla in tunisia

Padanina ha detto...

è vero. noi leghisti abbiamo sempre trovato notevole difficoltà ad esercitare il diritto di espressione.

io ne ho provate diverse sulla mia pelle: volantini diffamatori, banchetti ribaltati, sedi derubate e imbrattate, attacchi gratuiti e processi alle intenzioni a non finire. anche contro il partito stesso della lega è stata da sempre messa in opera una campagna di denigrazione e distruzione pubblica. non è una novità voi antileghisti, artefici di tutto ciò, dovreste saperlo bene.


infatti volete anche privare il comune bergamasco della libertà sui suoi stesi edifici!

mozart2006 ha detto...

Bello...adesso i padani intrepidi difensori della razza eletta sono passati al "chiagni e fotti"...

EnX ha detto...

...poveri padani... vi difenderò a spada tratta... ma dopo che vi sarete estinti...

crevalcorepadana ha detto...

No Bossi non è come MLK. Per fortuna.

mozart2006 ha detto...

Castelli ha sentito questa parola nuova-razzismo- ed è andato a controllare nel vocabolario:
"Comportamento di tipo discriminatorio o intollerante verso altri individui in quanto membri di un gruppo,nella fattispecie di un'altra razza"
Gli si è accesa una lampadina a risparmio energetico in testa:Ehi! Ma noi padani siamo di un'altra razza! Siamo la razza superiore! Ma allora...allora... quando ci criticano è razzismo!

Alberto da Erbano ha detto...

Anche questi due hanno subito la persecuzione dell'opinione pubblica..
Sono delle vittime anche loro, poverini...
Villette, corti, silenzio e ordine, pulizia... e stranieri.
Povere piccole vittime delle forze plutocratiche..

Alberto da Erbano...

---
L'INVIDIA CHE UCCIDE
"L'erba del vicino è sempre più verde". Un detto che nella città di Erba, in provincia di Como, per mesi, e forse ancora oggi, ha assunto un significato molto più macabro. Anche così si tornava, e si torna, con la memoria alla tragedia che si è consumata l'11 dicembre nella tranquilla corte di via Diaz. Alla radice di quell'odio, che ha permesso di uccidere con freddezza e lucidità tre donne e un bambino di appena due anni, lasciando in fin di vita un altro uomo, a detta di tutti vi era l'invidia. Un'invidia coltivata per anni,

Davide ha detto...

Usa la tattica di sempre del Papi,accusare gli altri di quello che si sta facendo,
chiagne e fotte...

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box