mercoledì 7 ottobre 2009

Dedicato ad Antonello Venditti...

... che assieme al talento ha perso pure il senno

Io nacqui a debellar tre mali estremi:
tirannide, sofismi, ipocrisia;
ond'or mi accorgo con quanta armonia
Possanza, Senno, Amor m'insegnò Temi.
Questi princípi son veri e supremi
della scoverta gran filosofia,
rimedio contro la trina bugia,
sotto cui tu piangendo, o mondo, fremi.
Carestie, guerre, pesti, invidia, inganno,
ingiustizia, lussuria, accidia, sdegno,
tutti a que' tre gran mali sottostanno,
che nel cieco amor proprio, figlio degno
d'ignoranza, radice e fomento hanno.
Dunque a diveller l'ignoranza io vegno

Tommaso Campanella, filosofo (eretico) calabrese

16 COMMENTI:

Adele ha detto...

Eccoti beccato in castagna! Daniè, il tuo paesano Campanella vedi che era un "comunitarista". L'hai dimenticato?
A parte gli scherzi, credo seriamente che al venduto-itti interessino di più i profitti che fa con i concerti che gli organizza la mafia sicula. La 'ndrangheta forse gli ha sempre offerto di meno per i suoi concerti in terra calabra.Faccenda di concorrenza... di "offerta" di mercato è. Quindi, lasciamolo pure sfogare poveretto, dato che nessuno compra più i suoi "45 giri fuori mercato" si deve pure dare da fare per sopravvivere, no?
Mia nonna era calabrese . Era una grande donna. Senza ponte ha attraversato la vita con grande coraggio e sempre a testa alta.
Sono nata in Sicilia, ma allevata e nutrita dai suoi valori. La Calabria ha più di quanto il Venduto creda.

Adele ha detto...

Daniè, goditi 'sto pezzone de concerto der granne Itty er venduto, che ha tenuto in Calabria, nei suoi anni d'oro e nun ce pensà.

http://www.youtube.com/watch?v=D0yX4Nh-VF4

Pensa solo a quanti pomodori hanno dovuto raccogliere i calabresi per quel concerto.

daniele sensi ha detto...

:)
Adele, me l'aspettavo questa "contestazione", ed ho sottolineato volutamente le origini di Campanella. Ovviamente ritengo che gli scrittori e gli artisti in generale appartengano al genere umano nella sua interezza: la terra natìa non è che un accidente e chi scrive - o canta- rivolgendosi ad una platea che non sia il più universale possibile svolge in maniera pessima la propria missione. Però talvolta certi scatti sono del tutto legittimi... un po' come quando qualcuno di destra mi dà del comunista (a me che comunista non lo sono mai stato, pur ritenendo i comunisti dei necessari compagni di strada), come se fosse un'offesa, ed allora non c'è reazione migliore che rivendicarla con orgoglio quella parola e quella presunta appartenza.

Adele ha detto...

Ho capito perfettamente il tuo fine pensiero, sin dall'inizio, Daniele e ti stimo molto per quel che sei.
Con me poi non ti devi giustificare che anch'io ormai porto quella timbratura indelebile: catto-comunista.Non solo comunista, ma pure cattolica! Quindi spesso ,pur non essendo una teologa, mi tocca difendere pure il dogma della transustanziazione e il mistero dell'Assunzione in cielo della Vergine ( scherzo).

crevalcorepadana ha detto...

Daniele Sensi che cita Campanella ehehe, ma davvero apprezza tutti i suoi lavori? Potrebbe rivelarsi una persona più interessante..

Anonimo ha detto...

In verità, a me più che le parole di Venditti hanno dato fastidio gli applausi dei siCULI che si scorgono a fine filmato.

Anonimo ha detto...

Sono profondamente delusa non tanto dalle parole di antonello v.ma dal consenso dei siciliani!lui non capisce nulla ma i siciliani sono dei lecca culo a questo punto, perchè noi del sud,tutti nessuno escluso siamo considerati come persone inferioni, non di meno loro!non sono razzisti solo verso lo straniero ma anche verso gli italiani.per chi l 'avesse dimenticato siamo italiani anche noi!lui se parla cosi è perchè non conosce la nostra terra gli è servita solo per passarci e andare in sicilia...non ha socializzato cn i calabresi e non l' ha mai vista per parlare cosi!la calabria è inutile come terra tanto quanto sei inutile tu nella musica italiana!

crevalcorepadana ha detto...

E intanto il senso di italia unita va a puttane...

daniele sensi ha detto...

Anonimo,
non generalizziamo. Forse sarebbe ora che ognuno di noi cominciasse a sentirsi rappresentato nella propria moralità solo da se stesso e che si comportasse di conseguenza nel giudicare gli altri: i (pochi) che hanno applaudito quelle parole non solo non sono LA Sicilia, ma ancor prima di essere essi stessi siciliani sono dei singoli -sciocchi- individui.

adele ha detto...

W LA REPUBBLICA, W LA NOSTRA COSTITUZIONE il lodo Alfano è stato bocciato. Cittadino Daniele abbracciamoci che oggi è un grande giorno di festa: la nostra Repubblica possiamo ancora salvarla!

adele ha detto...

Quella bottiglia è per noi è brindare, non è per Venditti, lo so.
CIN CIN CITTADINI,ALLA NOSTRA SALUTE, FELICITà E PROGRESSO e alla faccia del nano che ci voleva sudditi!

mozart2006 ha detto...

INCOSTITUZIONALE, ci sembrava ovvio.
Ora mi sentirei di chiedere non le dimissioni di Berlusconi (dovute come preghiera per non provocare la sua fine fisica) ma di Napolitano.
La Corte Costituzionale ha affermato, a parer mio, che il nostro Presidente della Repubblica firma leggi esattamente incostituzionali e contrarie ai Principi Fondamentali della Costituzione (Art. 3), ovvero della Carta che lui è tenuto a proteggere nei riguardi di
Tutti
Noi
Cittadini
Italiani.

Cari leghisti, ora il popolo lo trascinate per le corna o per i capelli?
Bossi: "A un mio cenno, scatenate l´inferMo!" Ahahahaaaa...

daniele sensi ha detto...

Auguri cittadina Adele! Che bella parola, "cittadino" - altro che "Popolo"; o suddito; o telespettatore...

Anonimo ha detto...

dunque, tengo a precisare che sono un cittadino romano che vive a roma. delle performance del venditti cantante nessuno può avere nulla a che ridire questo è assodato però vedo che sempre più spesso sta prendendo piede una mania dilagante di falso buonismo, venditti che chiaramente non sa nulla di storia e di cultura cerca di dare un saggio della sua intellettualità che non gli appartiene col risultato che dice una serie di baggianate con tanto di insulti alla calabria. questo è il risultato di chi vuole andare oltre il proprio lavoro senza senza avere la benchè minima conoscenza di ciò che si sta dicendo, in altre parole ha parlato tanto per parlare senza avere cognizione di causa. mi fa pena.

Anellidifum0 ha detto...

Il problema è che Tommaso Campanella è l'ultimo grande intellettuale che la Calabria ha fornito al mondo, in ordine cronologico all'inverso. Oggi abbiamo Agazio Loiero.

Anonimo ha detto...

Guardate che Venditti è un compagno!

Ligure Magnanimo

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box