mercoledì 27 gennaio 2010

"Illuministi che non siamo altro!"

"La coscienza identitaria italiana esiste ancora, mentre i francesi sembra che riescano a vedersi solo come una sorta di popolo eletto, destinato, prima dai Lumi e poi dalla fondazione della Repubblica, a diffondere un messaggio universale (i diritti dell’uomo) che fa loro dimenticare ciò che essi innanzitutto sono: un popolo, ovvero un insieme etnoculturale che per perpetuarsi deve preservare la propria omogeneità (...).

Una specificità italiana è la fierezza. La fierezza di essere piemontesi, o toscani, o sardi. E di essere cattolici apostolici romani. Il che mal si concilia con l’intrusione ed il dilagare di extracomunitari con i quali nulla si ha in comune: né l’aspetto, né la civiltà, né la religione, né i modi di fare. Diviene così più facile adottare certi provvedimenti senza far scendere in piazza 600 mila persone".
(Una rivista della destra identitaria francese commentando la politica dei respingimenti del governo Berlusconi.)

6 COMMENTI:

frank ha detto...

hanno già preso l'appuntamento con lo psichiatra?

Anonimo ha detto...

Magari siamo esseri umani prima che parte di un popolo, una religione, una professione, una tifoseria di calcio, etc.

non per dire, eh.

Andrea ha detto...

Facciamo scambio? Fierezza regionale in cambio di illuminismo

Aglioecipolla.com ha detto...

Wow

ciccio ha detto...

"né l’aspetto"

Per esempio avete mai notato quanto fanno schifo le svedesi? Hanno un aspetto diverso. Bleah...

Anonimo ha detto...

se l' illuminismo è di matrice napoleonica che se lo tengano pure

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box