martedì 23 marzo 2010

Civati è perikolosissimo

Dal sito di Radio Padania Libera:



6 COMMENTI:

Gina ha detto...

Bravo perikolosissimo Civati. L'Italia ha bisogno di giovani con questi valori di giustizia.

El Salvan ha detto...

Oddio, un altro che vaneggia di "genocidio & persecuzione del popolo veneto".

Tempo fa ero iscritto ad un gruppo di discussione Yahoo dedicato ai dialetti italiani. Speravo di trovare interessanti dissertazioni linguistiche, di conoscere qualche appassionato filologo, invece eravamo solo io, un piemontese e un veneto. Il tizio veneto era un folle che vaneggiava di "colonizzazione italiana del veneto" (ma sosteneva anche che non esistesse nessun paese chiamato Italia e nessun popolo italiano, quindi se ne deduceva che il Veneto era stato colonizzato dai fantasmi).

Purtroppo l'ambiente degli studi dialettologici, in relazione al dialetto veneto, è invaso da indipendentisti, revisionisti storici e fautori della restaurazione della Serenissima (ehh, quando c'era il Doge, le gondole arrivavano in orario...).

spirou ha detto...

ke forza kuesto ciwati (i veri leghisti skrivono con la kappa)

mozart2006 ha detto...

Sono un ex veneto,emigrato da quasi dieci anni in Germania.
Devo dire che mi sento molto diverso dai veneti così come li conosco adesso,quando torno da quelle parti per rivedere i miei luoghi.
Se una volta c’era il detto “veneto, faso tuto mi..!”, oggi direi che il cittadino veneto in genere si è rovinato il territorio...con tutta la sua voglia di fare. Fabbrichetta, casa sopra e lavorare mattina e sera, spandendo magari fuori porta i rifiuti del suo lavorare.
Oggi però si ritrovano anche con dei pugni di mosche in mano, quelli che de “schei” ne han fatti pochini. Quelli che invece ne han fatti sulla groppa dei poveri cristi, sono in giro a fare gli spacconi,e con il fazzoletto verde. Zaia è il tipico esemplare di uno dei loro, ovvero buona “ciacola” ma poi a fatti...solo fanfaronate. Difatti a livello comunitario nell’agricoltura siamo fanalino di coda. Ma tanto a lui che gliene frega, ora va a fare l’imperatore di regione, e i suoi sudditi a piangere come dei caini, dando la colpa della loro miserabile vita ai comunisti, ai sindacati...e ai negri!!

Gan ha detto...

OT per El Salvan: mi interessa molto il tuo nick. Da noi, nel Piemonte meridionale, "el sarvàn" ( o "lou sarvan" nelle valli provenzali) era una creatura soprannaturale simile ai fauni dell'antichità classica. Tu di dove sei? Anche da voi c'erano i sarvan?

frank ha detto...

già: è talmente grave l'immigrazione clandestina che lo sfruttamento di lavoro nero e quindi sottopagato, nascosto al fisco, senza norme di sicurezza e sanitarie diventa una bazzeccola. è questa la gente che governa l'italia?

OT per Gan e El Salvan. in valtellina esiste la figura dell'Homo Salvadego: un essere solitario, selvaggio e al tempo stesso civilizzato al punto da aver insegnato a fare il formaggio all'umanità.

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box