domenica 11 aprile 2010

Per un'Italia open source

Chiedo scusa se nell'arco di un solo paio di giorni torno in qualche modo a parlare di informatica. Ma c'è che ancora brucia il risultato delle Regionali, a cominciare dalla vittoria della Lega in Piemonte, sì che diventa salutare concedersi -brevi- pause per dedicarsi alle proprie (piccole) piacevoli passioni, piuttosto che a ciò che fa star male.

E poi c'è che si appena conclusa la giornata perlustrativa e programmatica del think tank "Bellezza", ovvero di quel branco di indomiti sognatori, dai piedi però ben piantati in terra, che anziché piangersi addosso o gettarsi contro l'ennesimo capro espiatorio all'interno del proprio partito, si preoccupano di rimboccarsi le maniche per tentare cambiarla davvero la rotta. La meglio gioventù democratica, che, leggo, s'è un po' data questa bussola: "la felicità è reale solo se è condivisa". Una massima che è, appunto, il concetto racchiuso nel nome di Ubuntu, la distribuzione Linux che gira sul mio computer, un sistema operativo aperto, libero e gratuito di cui a breve uscirà una nuova release, la 10.04, che difficilmente riuscirà a farsi spazio sul colonnino di Repubblica.it, giacché Apple e Microsoft, si sa, fanno più tendenza (e "mercato", nonostante molti Paesi europei stiano convertendo le loro amministrazioni proprio al software libero, per evidenti ragioni economiche, nonché etiche).

Ubuntu, "umanità agli altri". O anche: "io sono ciò che sono per merito di ciò che siamo tutti". Perfetta antitesi del discorso leghista. E perfetto spirito di un Pd che volesse andare alla conquista del mondo, a (ri)cominciare dal nord Italia.

7 COMMENTI:

Anonimo ha detto...

Che cazzo c'entra la Lega o Il PD manco sanno cosè ubuntu...!!!
Ti ci vedi Bossi o Bersani parlare di open source?? ma dai dai sono rimasti ancora a penna e calamaio la sinistra è vecchia non ragionerà mai in maniera innovativa. L'unico che parla di open source è il tuo tanto detestato Grillo...!! ma sei troppo ignorante per ammetterlo. :-D

Andrea ha detto...

E' vero quello che dici di Repubblica; iPad di qua, explorer di là, e mai una volta che parli di Linux. Forse perché, essendo gratuito, nessuno guadagnerebbe nulla?

Luca T. ha detto...

Tu dici Ubuntu, bastava parlare di Vangelo. Te lo dice un ateo. La Lega è anticristiana, chi vota Lega vota contro il cristianesimo (da Matteo: "Se salutate solo i fratelli che fate di straordinario?")

Luca T

Luca T ha detto...

Ed è anche contro la cultura ebraica, perchè già in Levitico si dice "amerai il prossimo tuo come te stesso" e in Esodo "Non opprimerai il forestiero"

Sampei ha detto...

Bravo Daniele, viva la filosofia Ubuntu!! Tutti i blog fighettini non fanno che parlare di Apple.... il futuro invece è Linux!

Eco della Terra ha detto...

Il prima o poi lo installo anche io ubuntu...Rigitans ;)

Antonio Lo Nardo ha detto...

Adesso che il Piemonte è passato alla destra, chissà che fine farà la legge regionale sull'adozione dell'open source nella pubblica amministrazione.
Speriamo bene,

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box