mercoledì 19 maggio 2010

Il Re è nudo


(lo dicevo, io, che Raiperunanotte era una cagata pazzesca e che i blogger, anziché promuovere collette a sostegno di quell'imbarazzante carrozzone messo su dal Luigi XIV del giornalismo italiano, avrebbero fatto meglio a guardarsi Simona Ventura).

update - il fanatismo non conosce limiti: non c'è contraddizione in un milionario assegno (soldi di noi contribuenti - blogger compresi, anche quelli che parteciparono alla colletta di cui sopra) accettato (con la pistola alla tempia? uuhhh che orribile minaccia!) da chi fino a ieri "la Libertà di Informazione è tutto, non ha prezzo, guai a chi la tocca" e la Rete giù a portarlo in processione... no, ancora una volta Santoro non è che una vittima. Di Berlusconi, ovviamente... Costretto all'umiliazione di prendersi una barcata di soldi pur di star zitto:

update 2: prevista megamanifestazione di protesta dei blogger: "Vergogna! Avete costretto Santoro ad accettare 10 milioni di euro!!!". Il Pd indeciso sull'adesione: teme che questa volta l'elettorato precario, disoccupato e cassintegrato possa davvero non capire....
update 3: lo ha fatto nel nostro interesse (ah ah! - stop).

35 COMMENTI:

Nicola l'Operaio ha detto...

Alla faccia della miseria!
Ma come caxxo si fa?????????
Altrochè , paladino o portavoce degli ultimi!
CAmpione di incassi!!!!!
Daniè, che me posso incazzà a dovere????????

"Arturo" ha detto...

concordo totalmente.

Anonimo ha detto...

mah...mi sa che hai ragione...o forse no ;-)

Luke (RN) ha detto...

Il problema credo che non risieda nel pacco di $oldi che il buon Santoro si porterà a casa (ha fatto un ottimo lavoro in RAI, non mi indigno se a LUI viene data questa gratifica).

Il problema vero è che viene a mancare una delle poche trasmissioni critiche (che piaccia o no, Annozero non le mandava a dire).
E dare l'impressione della "fuga con il malloppo" in questo periodo non ci voleva proprio, secondo me.
In un paese con Televisione sana e imparziale, non sarebbe un problema, ma da noi lo è, eccome.
Peccato, devo dire che mi dispiace, ma ricordiamoci sempre che tutti siamo importanti ma nessuno è fondamentale: andremo avanti.

Anonimo ha detto...

Si è vero poi tratta sempre male i nostri dirigenti del nostro amato Pd che ci aiutano ogni giorno a risolvere i nostri problemi...!!

Come si fa a non amare D'Alema che nel 1997 ha inventato il lavoro interinale insieme a Dini...!!
Ma Pidinni del cazzo andate a cagare la buonuscita è di 2,5 e non di 10 e poi Santoro quanti milioni ha fatto guadagnare alla rai???
continuatevi a vedere quella palla di ballarò che sembra un lecchinaggio di culo spaventoso al PD più che un programma D'informazione.

Cari amici del PD siete destinati a scomparire PD sotto al 4%

daniele sensi ha detto...

Luke, io non inorridisco mica se un ottimo professionista si becca un ottimo buonuscita... A meno che non si tratti di quello stesso professionista che dava a bere di professare la libertà di informazione al di sopra di tutto (in particolare, al di sopra della mastercard)

daniele sensi ha detto...

Se quel "programma critico" verrà a mancare, è perché Santoro ha accettato.

Panda ha detto...

Certo, se *quel* programma critico verrà a mancare è da un lato perché Santoro ha accettato la pecunia, dall'altro perché c'è un'azienda pubblica che, a me pare contro i propri (e quindi i nostri) interessi, è disposta (chissà come mai) a offrirglieli; se però c'è un'assoluta penuria di programmi critici non è colpa di Santoro e tale questione è forse un po' più appassionante delle libere scelte contrattuali di un privato cittadino.

Io Leggo Solo Feltri ha detto...

Dal momento che Santoro e Travaglio gli hanno fatto il lavaggio del cervello, non trovo per niente strano che i loro adepti li difendano con il fanatismo tipico delle sette religiose.

Come non è una novità che l'antiberlusconismo sia per Travaglio, Grillo e Santoro solo un modo come un altro per fare business.

I blog, le trasmissioni, Raiperunanotte servono solo a creare un medium tramite cui veicolare tutto il merchandising di libri, dvd e biglietti di spettacoli teatrali, legati all'immagine di paladini della libertà che si sono costruiti.

Travaglio in particolare è stato geniale, sono 15 anni che riesce a convincere i boccaloni a spendere 25 euro in media tre volte l'anno per comprare libri che contengono le fotocopie di sentenze che possono essere consultate gratuitamente neille Cancellerie dei Tribunali.

Anonimo ha detto...

Leggo Solo Feltri tu sei un pirla visto che ti compri ogni giorno "Il Giornale" di Feltri ah ah ah
quindi regali soldi anche tu al tuo amato mentore Silvio Berlusconi.

PIRLA AH AH AH AH AH AH

Spirou ha detto...

la rai ha comprato il suo silenzio, Santoro l'ha venduto e intanto la Ventura continuerà a scassarci le balle con i suoi spettacolini adolescenziali zibilli di lacchè e puttanoni.

finchè c'è Blob, c'è speranza.

LiberalVox ha detto...

CRISI ECONOMICA: 10 MILIONI DI EURO A SANTORO!

Il Governo promette una lunga stagione di lacrime e sangue: stipendi, pensioni e liquidazioni congelate! La Rai, in perfetta sintonia con la crisi che attanaglia il Paese, 'liquida' Santoro e gli dà una BUONUSCITA DI 10 MILIONI DI EURO! Il conduttore di "Anno Zero" - da sempre di sinistra, da una vita paladino delle giuste cause di lavoratori, consumatori e pensionati, insomma strenuo difensore dei ceti deboli di questa società nella quale e sulla quale ha costruito le sue fortune professionali ed economiche - abbandona il suo ruolo di 'dipendente' del servizio pubblico radiotelevisivo e si prepara a un futuro di 'collaboratore esterno' con un accordo milionario. Il giornalista si dedicherà alle docu-fiction, probabilmente per Raitre. La decisione è stata presa dal consiglio di amministrazione della tv pubblica (7 voti a favore e 2 astenuti) che ieri ha approvato un accordo quadro per la "risoluzione consensuale" del rapporto di lavoro di Santoro. L'intesa prevede la realizzazione di nuovi progetti editoriali che verranno realizzati da Santoro nei prossimi due anni. Al giornalista andrà una BUONUSCITA DI DIECI MILIONI DI EURO! Che i vertici della Rai gettino denaro pubblico al solo scopo di stare tranquilli ed evitare che giungano loro le puntuali telefonate di Berlusconi per fermare Annozero, sostituendolo con un giornalista più malleabile e rispettoso degli ordini di scuderia, risponde solo agli interessi politici e non a quelli giornalistici ed economici della Rai. Ma con quale faccia, poi, la televisione pubblica si presenterà a chiedere il canone anche a persone che non riescono nemmeno a pagare l'affitto di casa?

daniele sensi ha detto...

LiberalVox,
prevedo megamanifestazione di protesta dei blogger: "Vergogna! Avete costretto Santoro ad accettare 10 milioni di euro pur di metterlo a tacere!!!!...."

Candido ha detto...

Sicuri si tratti di 10 milioni di euro?
Io, da spettatore a volte critico a volte sostenitore del programma, aspetterei a dare giudizi.

Santoro non è mai stato indipendente, o meglio lo è sempre stato dai politici pur avendo una sua ben chiara opinione politica. (vicina alla Idv di oggi, alla sinistra radicale di ieri)

Per questo non è ben visto a destra ed a sinistra. Beh.. io uno che non è ben visto da entrambi gli schieramenti non mi sento di crocifiggerlo.

Io attenderei a giudicare. Santoro non è un santo ma neanche un prezzolato.

Se Vespa prende 5 milioni per il suo Porta a Porta non vedo perche Santoro non possa prenderne 2 per una trasmissione che fa il doppio di ascolto.

Vedremo....

El Salvan ha detto...

@DANIELE: quindi anche su Biagi avevano ragione i "berluscones"? E cioè, poiché se ne andò con una cospicua buonuscita, non avrebbe dovuto lamentarsi per essere stato in pratica "spinto" con vari mezzi a levare le tende di sua sponte.

RaiPerUnaNotte non ha fatto impazzire nemmeno me. Mi aspettavo di più, invece stato uno spettacolo mediocre che non mi ha detto niente di nuovo. Il punto più basso è stato toccato dalle reazioni del pubblico in sala imho (alla faccia della libertà die spressione).

Anche Santoro in sé non mi fa impazzire; però l'argomentazione del "ci ha guadagnato" è pericolosa. Anche per "l'editto bulgaro" si è sempre detto che: Santoro ci ha guadagnato, andando a fare il parlamentare europeo; Biagi ci ha guadagnato con la buonuscita; Luttazzi ci ha guadagnato in popolarità. Ma il fatto resta grave, e loro restano *vittime* dell'editto.

Capisco (e in parte condivido) che certo clamore attorno a Santoro sia opinabile; sono d'accordo che Santoro, anche senza Rai, avrà molti mezzi per diffondere ciò che ha da dire; ma che abbiano provato in tutti i modi a mandarlo via è innegabile.

Di Santoro ci si lamentava già per lo stipendio, con l'argomentazione: sono soldi nostri, del canone. Annozero sostiene di pagare tutti i propri costi (incluso lo stipendio di Santoro) con le inserzioni pubblicitarie....vero? Non vero? Boh, nessuno è mai andato a verificare, ci si accontenta sempre di urlare "Santoro si mangia i nostri soldiiiiii".

Anonimo ha detto...

Sensi, sei incredibile, stai schiumando di rabbia. E soprattutto spari le stesse cazzate del troll IoLeggoEcc. Eppure lo sai che Santoro anziché spendere fa GUADAGNARE la Rai e il suo compenso è solo proporzionato al suo "valore di mercato". Cosa hai da rosicare tanto?
NelloF

Anonimo ha detto...

Dimenticate di dire che che oltre alla buonuscita vergognosa il buon Michele avrà anche un contratto garantito da collaboratore esterno. Per quanto riguarda gli strenui negatori dell' evidenza, invito Sensi a non farci una piega: è la tipica reazione di chi salta sul carro del masaniello di turno, si accorge che l' hanno fregato e cerca ragioni per non essere sputtanato definitivamente. Anche se è un berlusconiano, come dar torto a ILSF?

Anonimo ha detto...

Ricordate che santoro è in onda per effetto di una sentenza che obbliga la rai a tenerlo in prima serata, contro la quale la stessa rai ha presentato appello.....Se lui diventa collaboratore esterno, una sorta di gabanelli per intenderci, credo che decada anche la questione del processo e questo sicuramente inciderà sulla buonuscita in maniera pesante.....non credete ???Inoltre dimentichiamo il fatto principale : la rai tv pubblica, fa di tutto per eliminare il suo talk show di punta, che gli porta tanti bei soldini di pubblicità, piaccia santoro o meno.E questo è un danno per la rai.E' come se una squadra di calcio facesse di tutto per rescindere il contratto al suo miglior giocatore, magari capocannoniere del campionato.
Ma perchè non ci indignamo così anche quando vengono sostituiti con buonuscite altrettanto elevate AD di società parastatali che però anzichè migliorare i conti di tali aziende li peggiorano in maniera esponenziale ??? Boh...
Io aspetto l'esatta definizione del contratto e poi tiro le somme.....
ciao, mark

raffa59 ha detto...

Ragazzi io non capisco ...Ma sopratutto non capisco queste accuse preventive...Anche io come voi sono sgomento e deluso ,voglio pero` aspettare stasera per sentire le motivazioni,sperando vivamente possano essere convincenti.Non credo che sia solo questione di buona uscita,penso che non sia nel suo dna mettere in difficolta` la sua equipe di lavoro,penso e voglio credere che l avidita`senza scrupoli non possa averlo improvvisamente rincoglionito..Aspettiamo e domani giudichiamo..Hasta Siempre

Anonimo ha detto...

Ma perchè questo livore mio caro "giovane e galvanizzato blogger relegato nell'ombra di un lato-palco senza essere mai citato, inquadrato, e ringraziato"...ah...ecco!

gianni ha detto...

applicare gli schemi del dogmatismo religioso (o sportivo se preferite: io tifo tizio quindi sono contro caio) mi sembra un ottimo modo per produrre discussioni che producono molto calore ma nessuna luce.

se qualcuno pensava che santoro fosse il profeta della tv pubblica che, come gesu' cristo, la mondava dai propri peccati si sbagliava di grosso, ma non mi sembra che chi accusa santoro di essere stato un falso profeta sia migliore.

santoro e' un buon giornalista televisivo che ha saputo conseguire per anni ascolti sensibilmente superiori a quelli della rete per cui lavorava con trasmissioni a basso costo, che creavano risorse per l'azienda e facevano parlare il mondo dell'informazione.
E al di la' di come la si pensi di lui e delle sue trasmissioni (che a me non piacciono, il che mi permette di parlarne in modo ragionevolmente oggettivo) e' un fatto.

ovvio che combatteva per dire la sua piu' che per la liberta' di informazione, ma nel perseguire il suo obiettivo -dato lo stagno immobile e puzzolente dell'informazione italiana- ha contribuito ad un maggiore pluralismo televisivo.

piu' che prendersela con lui io mi chiederei se ora il sedicente servizio pubblico sara' meglio o peggio del piattume privo di diversita' di opinioni e pieno di leccaculo che vedete ora.

A me sembra sara' peggio, e' forse e' di questo che occorrerebbe parlare.

quanto a santoro, davanti all'alternativa tra una bella buonuscita e un attacco un giorno si' e l'altro pure in tutti i modi leciti ed anche quelli meno (leggi telefonate ai componenti della sedicente authority), quanti di voi avrebbero scelto la seconda via ? al netto dell'ipocrisia, voglio dire...

Anonimo ha detto...

Siamo davanti a un lavoratore mobbizzato da anni dalla sua azienda e tu te la prendi con la vittima! Sensi, sei un genio. Se Santoro ti ha snobbato sei certamente pronto per Libero, o dagospia.

Marino ha detto...

le accuse a Santoro sono fuori luogo. Vespa prende molto di più, Annozero attira(va) un sacco di pubblicità e faceva crescere l'audience di RAIDue e della RAI nel suo complesso. Veramente non capisco tanto livore, allora a tutti i conduttori che hanno fatto programmi da schifo soppressi dopo tre puntate perché non glieli guardavano manco i parenti stretti, che facciamo, gli prendiamo un appuntamento con Vlad Tepes detto Dracul l'Impalatore?

Marino

daniele sensi ha detto...

Anonimo delle 10.18,
non ho partecipato a Raiperunanotte.

Panda ha detto...

Condivido molto da vicino il pensiero di Gianni. Aggiungo che nelle critiche vedo molto qualunquismo a destra e molto livore arrogante a sinistra. Chiudo citando questa blogger: "Non sono tra i fan delusi di Santoro, per tre semplici motivi. Il primo è che non sono una fan: mi sono mai "illusa" sulle qualità politiche e morali dell'uomo, il secondo è che rispondere ad un input economico è tristemente banale, direi quasi automatico: dovrei dire io di no a milioni di euro, per criticare lui. Il terzo è che nessuno, in Italia, è minimamente in grado di contrastare un potere mediatico, politico, economico, di minaccia ed estorsivo di queste proporzioni." (http://rosalucsemblog.blogspot.com/2010/05/parassiti.html)

Anonimo ha detto...

Sensi ma che ti ha fatto Santoro?

chiara ha detto...

la perdita di Annozero sarebbe una vincita - un'altra- di Berlusconi

mirkojax ha detto...

ahah si e' intascato il canone di 91.000 persone, praticamente il canone di tutti i cittadini di Asti e Casale Monferrato messi insieme.

daniele sensi ha detto...

Una città a caso, eh Mirko?

Emanuele ha detto...

Onestamente non colgo proprio il punto di questa polemica, lasciamo perdere se sono o meno concorde.

Qual'è la questione? Che ha preso dei soldi nel momento di andarsene? Non vedo cosa ci sia di strano, non ha fatto voti di povertà e non mira alla santità, è un presentatore televisivo: se il guadagno che porta all'azienda è alto chiede un alto stipendio e, di conseguenza, un'elevata buon'uscita. Non vedo inconsistenze.

Se ne è andato per avere la liquidazione? Questa affermazione è forte, ma non vedo quali siano i fatti che la sostengono.

Ha accettato di andarsene e ha ricevuto la liquidazione. Quale passaggio logico porta a definire il rapporto causale implicato? Vale per tutti quelli che si licenziano e hanno una liquidazione (cioè tutti)? Tutti si licenziano per avere la liquidazione? O solo per i presentatori televisivi come Santoro e Biagi sono venduti se accettano i soldi della liquidazione?

Personalmente Santoro mi sta molto antipatico per come presenta e per come fa il suo mestiere, ma citare il fatto che abbia accettato la liquidazione è veramente un basso trucco per screditarlo agli occhi del pubblico, implicando considerazioni causali irragionevoli.

Nice ha detto...

non ha piu' voglia di essere il fantoccio della rai su cui tutti sputano e non penso che tu daniele ti renda conto di cosa abbai dovuto sopportare in qst anni santoro non piu' giovanissimo....mi pare un post un po' troppo cinico.
Ps non ho versato un soldo x raixunanotte ma mi è piaciuto un sacco il format.

daniele sensi ha detto...

@ Emanuele,
il "punto della polemica" non è "che ha preso dei soldi nel momento di andarsene", ma che se ne è andato in cambio di soldi (del che me ne importerebbe di meno se non si trattasse di Santoro e di tutto ciò che ha detto in questi anni... e comunque più che di Santoro è della blogosfera che io parlo: anziché lavorare per una propria dignità intrinseca al fine di farsi realmente alternativa ai media tradizionali, è ai finti dei di quei media che essa continua ad appoggiarsi. Sono i blog che dovrebbero invadere la televisione, non viceversa).

daniele sensi ha detto...

Nice,
"cosa abbai dovuto sopportare in questi anni santoro non piu' giovanissimo...."? Spero tu non dica sul serio, sarebbe un insulto a tutti quei cittadini marginalizzati e sottopagati che in piena solitudine affrontano una vita di angherie, e che magari sul lavoro ci lasciano pure le penne, col corpo gettato in strada come buonuscita. Anche qui, non è con Santoro che io me la prendo, ma con chi, osannandolo, pare perdere la ragione.

Nice ha detto...

mi pare che paragonare la disoccupazione con Santoro sia fuorviante eppoi i servizi che annozero mandava in onda sui cassintegrati venivano percepiti come propaganda contro il governo quindi forse in altre sedi Santoro potrebbe trattare certi temi con maggior frequenza

El Salvan ha detto...

@Daniele: contrariamente a quanto mi hai scritto su FB, rileggendo gli ultimi commenti e post mi sembra che ne stia facendo eccome una questione di soldi, almeno in parte.

Su una cosa siamo d'accordo: in qeusto frangente, Santoro NON è una vittima: ha deciso lui di andarsene, anziché continuare a resistere come ha fatto fin'ora.
Gli rimproveri di essersene andato incassando un bel gruzzoletto: io nonc i vedo nulla di male, anche considerando ciò che ha detto in questi anni.

Incassare una buona uscita/liquidazione non mi sembra incongruo col dichiararsi/atteggiarsi paladino della libera informazione o robe simili. L'azienda non lo voleva, e faceva di tutto per mandarlo via; a un certo punto lui ha cambiato strategia, e invece di continuare a impuntarsi ha detto loro "sapete che c'è? Visto che insistete ok, tolgo il disturbo, ma vi costerà qualcosa".

Il punto è che non ha incassato in cambio del silenzio. Ha solo levato le tende da dove era indesiderato, ma continuerà a fare informazione attraverso altri canali.

(P.S. Mi fa pena chi ti insulta.)

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box