giovedì 1 luglio 2010

Bravi Frattini e Galan, ma... la Lega lo sa?

Il ministro degli Esteri Franco Frattini, il ministro della Salute Ferruccio Fazio e quello dell'Agricoltura Giancarlo Galan hanno firmato una convenzione interministeriale di sostegno al progetto "Halal Italia", volto alla "creazione di un marchio italiano che certifichi la conformità alle norme del Corano dei prodotti made in Italy dei settori alimentare, cosmetico e farmaceutico". Sarà la Coreis, la Comunità religiosa islamica italiana, a rilasciare a livello nazionale la certificazione halal sui singoli prodotti.

9 COMMENTI:

Gabriele Porri ha detto...

giustamente hanno aspettato che zaia se ne andasse in veneto per farlo...

FMC62 ha detto...

Quando si tratta di affari e soldi i lumbard non si fanno problemi, Allah o Dio non conta. Conta solo far dane.

Tiziano ha detto...

La "lega di governo" vige da sempre in uno stato di acquiescenza perpetuo nei confronti di Berlusconi. Non è una novità, senza il bauscia di arcore Bossi & co. sarebbero ancora ai carrarmati di cartone in p.zza San Marco e alle piratate sulle frequenze della rai

Anonimo ha detto...

@cittadino di non so quale Stato, dato ripudia la cittadinanza italiana, ma usufruisce di ogni beneficio che da essa deriva: Chi la obbliga a rimanere in Italia? Io non piangero' la sua assenza se dovesse andar via. Perche' non lo fa, se non le sta bene? Ad ogni modo, mi piacerebbe regalarle due libri, di cui evidentemente necessita: un atlante, e un libro di storia.
Personalmente, lo ripeto, trovo buffa questa cosa di Miss Italia, e il denaro pubblico andrebbe utilizzato per altri scopi. Ma...c'e' chi pensa che evidentemente e' utile togliere l'assegno mensile alle famiglie con figli affetti dalla sindrome di Dawn, piuttosto che aumentarsi lo stipendio da Parlamentare, o darli alla velina di turno! Inoltre, come tutti sanno, le regioni tanto ma tanto a sud del Po' sono cosi' belle che non hanno bisogno di una ragazza in mini-bikini per promuovere il turismo. Guardi gli introiti del turismo in Italia e da che parte di Italia vengono: se ne rendera' conto da solo. Personalmente detesto gli opportunisti, e ancor piu' gli ignoranti. Ma cosa posso aspettarmi da un 'italiota'?
La questione di Miss Italia non ha niente a che fare con il tono e le allusioni del suo post su questo blog. E' tipico del leghista... e quando parlo di leghista intendo tanto quelli a nord del Po', quanto quelli a sud delle stesso, che non sono da meno!
Vede, l'Italia e' un Paese di circa 56 milioni di individui residenti; e la volonta di alcune migliaia di persone - che comunque vanno ascoltate, esercitando un loro diritto democratico e liberale di protesta, dato che abitano sul territorio della Repubblcia Italiana- non e' la volonta' del Paese intero. A parte chi si dice pronto a prendere un fucile in mano (ma non lo fara', per ovvie ragioni di 'giardinetto privato' e opportunismo), e un numero ancor piu' grande di mafiosi (purtroppo, realta' ancora non sconfitta del Mio Paese), nessuno vuole spaccare l'Italia. Cosa crede ,che se andassimo alle urne e votassimo, lei avrebbe dalla sua il 50%+uno? Bossi questo lo sa. Lei lo ignora, evidentemente. Il Popolo e' sovrano. Il Popolo tutto deve decidere.
Vede, alla fine io e lei siamo solo due cittadini votanti su 56 milioni, ma con una sostanziale differenza, tra le tante: io lavoro, pago le tasse fino all'ultimo centesimo, guadagno e e sostengo le Istituzioni di uno Stato che -fino ad ora- mi ha garantito Democrazia e Liberta', e per questo mi vanto di essere Cittadina Italiana. Lei, invece, di cosa puo' vantarsi?
Concludo e non tornero' mai piu' sull'argomento: "Chiunque promuove, costituisce, organizza, dirige o finanzia
associazioni che si propongono il compimento di atti di violenza con
finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico è punito
con la reclusione da sette a quindici anni."

I miei ossequi,
una cittadina della Repubblica Italiana

Anonimo ha detto...

Chi non vuole starci in Italia, vada via. Nessuno piangera' la sua assenza, direi....e per quel che riguarda gli sprechi di denaro pubblico, c'e' evidentemente chi pensa che togliere l'assegno alle famiglie con figli affetti dalla sindrome di Dawn sia una buona azione. Invece darli a Miss Italia, beh...allora...

Le ricordo, inoltre, che le regioni della parte piu' meridionale d'Italia sono cosi' belle che non hanno bisogno di una ragazza in abiti succinti per promuovere il turismo.
Guardi gli introiti annuali del turismo in Italia, e da quali regioni vengono principalmente: capira' FORSE quanto di non corretto c'e' nel suo post su questo blog.
A chi non si sente cittadino italiano, ma pur sputando sulla bandiera gode di tutti i privilegi derivanti dall'esserlo,io suggerirei di andare in una libreria, e comprare un atlante e un libro di storia: necessita di entrambi. Se vuole glieli regalo!

Chi la vuole la secessione in Italia? il 50% +uno degli aventi diritto al voto? Suvvia, sia serio... poche migliaia di cittadini che esercitano un loro democrartico diritto (e che non abbracceranno mai un fucile per ovvie ragioni di giardinetto privato e di opportunismo) + un numero ben piu' grande di mafiosi non sono la maggior parte degli Italiani. Il Popolo e' sovrano!
Che il Popolo decida, allora, dove per popolo intendo tutti i cittadini della Repubblcia Italiana aventi diritto al voto.

Vede, in fondo io e lei siamo solo 2 cittadini votanti su 56 milioni, piu' o meno, ma con una abissale differenza, tra le tante: io lavoro, pago le tasse fino all'ultimo centesimo, perche' questo e' un mio dovere e mi da dei diritti, e in questo modo sostengo le Istituzioni che mi hanno garantito (fino ad ora) Liberta' e Democrazia; e per questo mi vanto di essere cittadina della Repubblica Italiana. E lei, invece, di cosa puo' vantarsi?

Leghisti, tanto a nord del Po' quanto a sud dello stesso (perche', badate bene, le Leghe meridionali non sono da meno), siete la vergogna di questo Paese!

Anonimo ha detto...

Guardiamo il lato positivo della cosa: apprezzano le bellezze nostrane... :D

Anonimo ha detto...

Se io andassi in un paese islamico, dovrei coprirmi il capo, secondo le loro regole; se loro vengono in Italia, che rispettino le nostre di regole. Tuttavia, ritengo che questa cosa sia giusta, datoa che di musulmani in Italia cominicano ad essercene veramente tanti

Gioann Pòlli ha detto...

Chi è che ebbe a dire per primo che il capitalista avrebbe anche venduto la corda con il quale sarebbe stato impiccato? Fu Marx o fu Lenin? Chiunque dei due l'abbia detto, su questo ha sempre avuto ragione.

Gioann Pòlli

Anonimo ha detto...

Dato che è stato spammato un commento critico nei miei confronti su più post, dalla stessa persona immagino, riassumo qui ciò che già ho detto, cioè che ne stavo facendo un discorso di lobby (maggiornanza assoluta nella rappresentanza politica in Lombardia e Veneto, cioè nelle regioni dove si produce il 36/38% del PIL dello Stato italiano) solo così si potrà portare a casa qualcosa, sicuramente più di ora (il quasi nulla). Mai mi sognerei di ipotizzare un sostegno da chi di questo status quo ci marcia sopra e mica male (cioè dalla Linea Gotica in giù). Li considero furbi e tagliati, non c*****ni.
Il sud italia oltre alla veline, velone, miss italia, grandi fratelli, ha bisogno pure di una miriade di soldi statali ed europei per un suo ipotetico sviluppo. Peccato che da lustri non se ne vede lo sviluppo, e che di turismo manco ci campa, visto che è sottosviluppato.
Ribadisco che se siamo in democrazia, io sono libero di criticare il criticabile, ossia lo Status quo dello Stato italiano. Se mi devo beccare 7 anni per un libero pensiero, mi fa sorridere se penso che a momenti neanche i mafiosi e gli assassini ne passano così tanti dietro le sbarre. Fatti di sangue, non di libero pensiero. Se qualcuno poi, vede minacciare l'integrità dello Stato perchè se ne mette in luce le metastai, beh, evidentemente quest'unità è solo fittizia, se risulta così fragile. Un sentimento nazionale non si crea con 11 giocatori fighetti/e che corrono in mutande dietro ad una palla, serve ben altro. In più, maggiore istruzione significa anche più capacità critica, che è sinonimo di maggior difficoltà a plagiare le menti con bravi oratori, come avveniva spesso fino al XIX, XX sec.
Per quanto stimi C. Cattaneo, che per non giurare fedeltà al neo Stato italiano che ne ha tradito le aspettative, se ne andò in esilio in Svizzera, io non me ne andrò dalla Terra che mi diede i natali e che li diede ai miei genitori e ai genitori dei miei genitori per generazioni. Rimarrò qui e nel mio piccolo mi adopererò per il bene della mia Terra, non dell'iniquo stato che ne sta deturpando l'essenza.

un cittadino Lombardo.

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box