venerdì 16 luglio 2010

E la Lega dialogò con un presunto boss

Gad Lerner lo scrisse subito, martedì scorso: "Amministratori leghisti indagati per ‘ndrangheta: preparatevi perché l’inchiesta sulla penetrazione della ‘ndrangheta nel Nord Italia, cui lavora da anni, tra gli altri, la pm Ilda Boccassini, dopo le centinaia di arresti programmati nella giornata di oggi potrebbe riservarci delle sorprese davvero notevoli".... Dalla Provincia pavese di oggi (via Civati):

L’inchiesta sulla ’ndrangheta a Pavia. Il dialogo tra il presunto boss e il leghista. Agli atti c'è una telefonata tra Ciocca e Neri relativa alla compravendita di un immobile in piazza Petrarca: l'avvocato avrebbe offerto al consigliere regionale leghista (all'epoca ancora assessore provinciale) «l'appartamento di Medagliani» a un prezzo vantaggioso in cambio dell'interessamento a far eleggere un proprio candidato.


10 COMMENTI:

Miki (Anarco-Leghista) ha detto...

Aaaaaaaah,finalmente! Indagato=condannato. Vien da chiedersi allora cosa ci stia a fare Maroni se la Lega e' una succursale di tutte le ndrine al Nord. Ah gia': e' tutto merito della magistratura,che per una fortunata congiunzione astrale si e' messa ad indagare seriamente PROPRIO QUANDO SI E' INSEDIATO MARONI. Se non fosse per quel farabutto del ministro degli interni, che intralcia l'eroica e nobile attivita' di gggente al di sopra di ogni sospetto (AH! AH!AH!)(papalia,palamara V palmera,carnevale,arena,findus,amadori)
...ce ne fosse uno,a parte Caselli, che si chiami Rivarossi o Brambilla...
si potrebbe dire "mafie al Nord? Lei mi parla di qualcosa di cui vengo a conoscenza per la prima volta oggi" come uno zu toto' qualunque.

Tiziano ha detto...

Maroni sarà sicuramente ricordato per quel gran successone delle ronde. Epico.

Anonimo ha detto...

Ben vengano le indagini e l'emergere di eventuali "collusi mafiosi" sia per fede che per denaro. Da quel che ho potuto leggere in questi giorni ho appreso che i capi ed esponenti di spicco "mafiosi" n'drini in Lombardia erano tutti meridionali e prevalentemente di PD (es.giunta Penati) e PDL. Poi ovvio che Loro cercano d'infiltrarsi ovunque, per non avere zone di potere scoperte, e purtroppo questo avviene perchè la cittadinanza italiana glielo permette, insieme alle leggi dello Stato. P.A./Enti (es. ASL) e Politica. Buffo notare come la n'drangheta abbia corsie preferenziali con la massoneria (fenomeno tipico del centro italia con forti partecipazioni in Pdl, PD, UDC e la restante schiera di partiti nazionali), come citato in un articolo del corriere della sera dei giorni scorsi. Infatti in cambio "dell'aiuto" offrivano carriere attraverso l'ingresso in massoneria. In Calabria per esempio massoneria e mafia van di pari passo e ci finiscono pure dentro carabinieri e magistrati. Un po' come nel recente caso n'drangheta e P3 (o nuova P2). Ripeto. E' positivo che ci siano indagini (vuol dire che qualcosa funziona ancora), ma bisogna vedere se poi cambierà qualcosa.
Se fosse per me direi basta con le leggi di confino di mafiosi meridionali nel nord italia che dal dopoguerra han solo permesso la loro esportazione al Nord. E' bene istituire un contro-confino, o esilio, per tutelare la società da questo morbo italiano. Applicherei in aggiunta anche la revoca della cittadinanza in modo che Questi esseri non possano più votare e decidere pertanto anche della vita degli altri. L'infezione viene dallo Stato italiano. Logico quindi contestarne la sua dannosa esistenza. Altro che sponsorizzare la "napoletanata" della denuncia contro radio padania pubblicizzata nei post precedenti. Serebbe da denunciare tutta la società italiana meridionale portatrice di questo germe che infetta tutto quello che toccano. Come in Germania (es. Duisburg), Svizzera, Canada, Australia. Purtroppo questi Stati non hanno al loro interno delle regioni/stati che sono vere e proprie metastasi.

un cittadino Lombardo

Anonimo ha detto...

"Sarebbe da denunciare tutta la società italiana meridionale portatrice di questo germe che infetta tutto quello che toccano"
i tuoi concittadini lombardi sono tanto mafiosi quanto quelli del sud.Prendono soldi e fanno affari perché' ormai anche loro sono dei mafiosi.Se fossero delle persone oneste non verrebbero "infettate" come dici tu ma evidentemente anche voi del nord siete portatori sani....heheheh

dimenticavo:

W L'ITALIA!!!!!!!!!!!

cordialmente
UN CITTADINO ITALIANO

Anonimo ha detto...

Lo stato italiano non ti mette nelle condizioni di discriminare dalla vita pubblica e sociale i mafiosi, anzi tacitamente aiuta questi elementi e i loro annessi comportamenti. I partiti nazionali prendono gran parte dei voti al sud come per es. il PDL/UDC. 1 voto 1 testa...quanti mafiosi ci sono a sud ogni 10 o 100 abitanti? La mafia prima qui in Lombardia non esisteva. E' un prodotto made in sud al 100% che ha avuto un gran successo in Italia e nel mondo con l'emigrazione. Finchè lo Stato italiano aiuta e promuove la criminalità organizzata con le sue leggi, i suoi reclutamenti nelle PA (concorsi nazionali con graduatorie nazionali), finchè al potere ci vanno massoni e mafiosi, finchè non si potrà decidere per noi stessi, finchè le decisioni saranno prese ed imposte dal centro, la mafia continuerà ad espandersi perchè lo Stato italiano esiste. Loro potranno muoversi ed agire liberamente perchè la cittadinanza italiana glielo permette. E' questa la causa di ogni male.
Bisogna rendere sconveniente, non appetibile, diventare un mafioso o un loro "socio", e finchè lo stato italiano esisterà questo non sarà mai possibile.

W l'Italia = W la mafia. Contento te...

un cittadino Lombardo

Anonimo ha detto...

si vede che non hai studiato bene....la mafia non è un prodotto made in sud....
Mafia mio caro lombardo è un modo di pensare diffuso in tutto il mondo.Per quanto riguarda l'Italia la storia è diversa.Queste associazioni criminali comparvero nel sud per colpa di voi del nord con quell'invasione militare mascherata da unificazione.Perché' fino a quando non siete arrivati voi non c'era criminalità' al sud?Perché' fino a quando non siete arrivati voi mai 1 meridionale in 700 anni di regno delle 2 sicilie è emigrato?Perche quando voi siete arrivati ci avete tolto le nostre industrie trasferendole al nord e il nostro oro che ancora giace nei caveaux della banca d'Italia?Perché' avete dato le nostre terre alla ricca borghesia di tutta l'Italia?Voi siete la sola causa di questo virus, come lo chiami tu....e non pensate di cavarvela cosi'.Se noi affondiamo mio caro lombardo voi verrete con noi.Quindi è meglio che tutti ci rimbocchiamo le maniche e che facciamo qualcosa seriamente per risolvere i problemi del nostro paese.Non rifugiarti in questa storia della secessione ecc. ecc..ne'a te ne' a nessun'altro verra' mai permesso di dividere l'Italia che nonostante tutto quello che fatto a noi gente del sud rimane sempre la mia amata PATRIA!!!

PS.vedo che sei un po' scarsino sulla vera storia dell'unita' d'Italia e su quella del Sud,ti consiglio di leggere qualche libro di Pezzini o del grande Leonardo Sciascia!!!

W L'Italia

Saluti
Un cittadino Italiano

Anonimo ha detto...

Visto che ti piace tanto la storia dell'unità d'Italia, allora saprai della differenza tra il Regno di Sardegna e il Lombardoveneto...

cordiali saluti
un cittadino Lombardo

Anonimo ha detto...

Naturalmente.Anche se non capisco cosa c'entra il regno lombradoveneto con cavour e l'unita' d'italia.
Il regno di sardegna o regno sabaudo o estensione del ducato di savoia(chiamalo come vuoi)invece era amministrato dal quel maledetto di cavour che lo stava mandando in bancarotta mentre noi eravamo lo stato piu' ricco di tutta l'italia preunitaria e il terzo d'europa.....

Saluti
un cittadino ITALIANO

Anonimo ha detto...

Naturalmente.Anche se non capisco cosa c'entra il regno lombradoveneto con cavour e l'unita' d'italia.
Il regno di sardegna o regno sabaudo o estensione del ducato di savoia(chiamalo come vuoi)invece era amministrato dal quel maledetto di cavour che lo stava mandando in bancarotta mentre noi eravamo lo stato piu' ricco di tutta l'italia preunitaria e il terzo d'europa.....

saluti
Un cittadino ITALIANO

mozart2006 ha detto...

E´ però davvero il caso di rimarcare l'ennesima buffonata di questi cialtroni incapaci: una misteriosa udienza di valutazione delle intercettazioni, buttata lì giusto per tener buoni sia i finiani che gli amici degli amici e tirare avanti fino all'Expo, che poi lì c'è da mangiare per tutti.

Come se la giustizia penale avesse bisogno di un ulteriore appesantimento burocratico.

Mi piacerebbe sapere cosa pensa in proposito il Ministro della semplificazione cerebrale (oddio, mi piacerebbe anche sapere cosa pensa del fatto che il partito dei faticatori padani si sia insediato negli enti locali lumbard e a romaladrona in combutta con e grazie all'appoggio di una legione di teròn della 'ndrangheta, ma non vorrei girare il coltello nella piaga).

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box