giovedì 9 settembre 2010

"Leghisti illuminati"

Lo sarebbero Umberto Bossi e Roberto Maroni secondo Renzo Martinelli, l'autore di "Barbarossa", il film-manifesto della Lega che nemmeno i leghisti sono andati a vedere (altro che portare 10 milioni di persone a Roma...): "Il Carroccio brulica di persone aperte, colte e molto attente alla produzione artistica".

Il regista afferma inoltre che "la Lega e l'Islam sono vittime dello stesso tipo di pregiudizi", poiché "sia il partito padano che la religione orientale, invece di essere visti nelle loro sfumature, vengono considerati come un blocco unico".

E che Renzo Martinelli detesti davvero i pregiudizi, in particolare quelli islamofobi, non c'è dubbio: il "regista dei kolossali flop" che nel 2006 faceva uscire nelle sale "Il mercante di pietre", una pellicola che aveva il dichiarato intento di mettere l'Occidente in guardia dalla "penetrazione demografica e culturale dell'Islam", da un "disegno" che "arriva dritto dal Corano", ché "il dovere di un buon musulmano è partecipare alla jihad, alla guerra santa", è attualmente impegnato nella realizzazione di un'opera incentrata sulla figura di Marco d'Aviano, il frate che contro l'assalto delle armate ottomane diede vita, nel diciassettesimo secolo, alla "Lega santa" dei cristiani. Titolo dell'illuminato film: "11 settembre, 1683".

Update (17.09.2010): "11 settembre 1683" verrà co-prodotto dalla Rai.

6 COMMENTI:

Markus ha detto...

Diamine, come si è permesso?

Si sa che la (pseudo) cultura appartiene alla sinistra.

Mi avete scandalizzato il compagno Puzzasottoilnaso Sensi.

Andrea ha detto...

Markus hai sbagliato bersaglio: se a sinistra c'è uno senza puzza sotto il naso quello è proprio Sensi.

sassicaia molotov ha detto...

Avete rotto i coglioni con 'sta lagna della "sinistra che si sente superiore", muovete il culo e cercate di tirare fuori qualche prodotto culturale degno di questo nome se proprio vi sentite almeno alla pari perché finora oltre ai grugniti di Bossi e Calderoli (il "Berbarossa" facciamo che non esiste, lo dico per voi) non siete riusciti a esprimere e visto che pure Davide Van Der Sfroos vi schifa.

mozart2006 ha detto...

Bossi vuole portare 10 milioni di persone a Roma. Ma che vogliono a Roma i cittadini di un´altra nazione, come si proclamano questi mononeuronici? Mi auguro che il sindaco Alemanno si dia da fare coi respingimenti, se necessario chiamando in causa anche Gheddafi! E che diamine, non è stato pagato per impedire gli sbarchi?

mozart2006 ha detto...

E poi l´ultima volta che masse di bifolchi sono calate a Roma hanno stuprato, ucciso e fatto scappare Leonardo Da Vinci. Vogliamo che questo si ripeta?

El Salvan ha detto...

Ah, il Mercante di Pietre....ricordo che l'allora AN organizzò una proiezione pubblica del film...alla pellicola seguì un breve dibattito in sala, durante il quale uno dei colonnelli più duri e puri si lasciò a dure dichiarazioni contro l'Islam e il mondo arabo in generale... PECCATO che quella sera la Santanchè avesse invitato anche una rappresentate (se non il presidente) dell'associazione Donne Marocchine in Italia.

FAIL.

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box