giovedì 14 ottobre 2010

Se a dimettersi dovrebbe essere il mondo dell'informazione al completo

Commentando i fattacci della partita Italia-Serbia, Alessandro Gilioli scrive che il cronista sportivo Marco Mazzocchi dovrebbe, se non dimettersi, almeno scusarsi pubblicamente per aver scambiato, in diretta, un saluto cetnico per una previsione calcistica. Esagerato! Nemmeno avesse fatto confusione tra uno dei simboli che più appartengono alla nostra storia democratica - tipo la falce e martello con stella rossa- e l'iconografia eversiva - tipo la stella a cinque punte delle BR.

ps: se invece siete di quei giornalisti seri cui sovente, tuttavia, Enrico Mentana rimprovera di gonfiare oltremisura lanci di agenzia che, a parer suo, pochi riscontri troverebbero nella realtà, alla prossima mostrategli questo video.

ps2: la stella delle Brigate Rosse era asimmetrica, ed inscritta in un cerchio.

3 COMMENTI:

Anonimo ha detto...

Per la cronaca anche il mnistro La Russa in un'intervista alla Gazza ha compiuto lo stesso errore, con 2 piccole aggravanti
1) lui è un uomo di stato 2) l'intervista non è avvenuta a caldo, per cui mi pare strano che nessuno lo abbia informato.

Anonimo ha detto...

Mentana su una cosa ha ragione: questa cosa dà l'idea di un clima. Un clima di assoluta imbecillità, in cui un TG nazionale va in giro a commentare le scritte sui muri. (se fanno così effetto, se ne faranno di più).

Anonimo ha detto...

fatta eccezione per i pochi che si contano nelle dita che contengono due mani,il rimanente glielo lascerei a SB. NESSUNO1°

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box