martedì 25 gennaio 2011

Quando la xenofobia si fa business immobiliare


Oltre 4000 euro al metro quadro, più forti spese condominiali per vigilanti e custodi. Target: medici, avvocati, manager ed imprenditori di età compresa tra i 35 e i 50 anni. Si chiama "Cascina Vione", nel milanese, ed è solo l'ultimo esempio di quello che va sempre più a delinearsi come nuovo trend immobiliare. Sono le "gated community", le città blindate. Il modello è americano; la declinazione, italiana: vigilanza armata, telecamere sul muro di cinta e sensori elettronici antintrusione per restituire ai residenti -così sta scritto sulla brochure di Cascina Vione- il piacere di vivere lontano da "traffico, inquinamento, aggressività, violenza e, soprattutto, troppe persone con origini e abitudini diverse".

14 COMMENTI:

BECA ha detto...

ci possiamo rinchiudere silvio?

lontano dalle toghe rosse, da quei faziosi dei giornalisti e da quel comunista di fini.

Matteo ha detto...

E poi, ohibò, il vicino di casa selezionatissimo e italianissimo ti ti sgozza la moglie e ti incendia la casa...

Cesare ha detto...

Che tristezza...

Anonimo ha detto...

Marketing della paura, bella roba! Come se chiudere il mondo "fuori" servisse davvero a tener fuori le cose brutte...

eL tiZ ha detto...

beh, ormai il razzismo (e questo è razzismo! non si può negare!) è sdoganato nella nostra società senza più alcun pudore.
una cosa del genere può indignare solo i pochi lettori di blog come questo


tiz

Lobotomia ha detto...

A me sembra un' ottima iniziativa per far si che i razzisti si auto ghettizzino. :-)

Anonimo ha detto...

sembra il film "la zona"

affori antifà ha detto...

Nel giro di qualche anno arriveremo ai campi di concentramento per dissidenti.

Basta perbenismi, agire prima che sia troppo tardi.

Anonimo ha detto...

Signori, vi scandalizzate?
Questa è semplicemente la norma in tre quarti del mondo:
Gente ricchissima rinchiusa in palazzoni circondati da filo spinato e fuori bande di poveracci che si ammazzano animate da reciproco odio interetnico, o da interessi "commerciali" quali traffico di droga od altro, o ancora per conquistare il poco cibo o acqua disponibili.
Ci si ammazza a colpi di machete o di Kalashnikov, magari senza sapere neppure più il perchè...

Succede ovunque, in forme esteticamente diverse: Haiti, Bronx, Sudafrica, Medio Oriente...

Qui da noi c'e' una sola forza politica che si batte perchè il nostro disgraziato paese non diventi così...indovinate qual'è?

Anonimo ha detto...

Questa la so, maestra!
Credo sia lo stesso partito che incentiva in tutti i modi una suddivisione della società in classi senza possibilità di mobilità;
lo stesso che (non avendo in definitiva alcuna idea degna del XXI secolo) ha riciclato le vecchie ricette del "vengo anch'io - no, tu no"; "aiutiamoli a casa loro", ecc.

Caro anonimo, le scene che descrivi sono esempi disastrosi ai quali non vogliamo arrivare. Ma il partito al quale ti riferisci vuole davvero evitarle o soltanto spostarle di poche centinaia di chilometri?

Non si può stare al governo di un paese moderno senza un'idea di sviluppo attuabile, e che dia opportunità a tutti.
Non che la cosiddetta "sinistra" abbia soluzioni, ma almeno il problema se lo pone.

Paolo

Io Leggo Solo Feltri ha detto...

Un grattacielo di Berlino può essere affittato solo ad inquilini che si impegnano a rispettare le leggi dell'Islam.

http://tinyurl.com/48pelmz


Identica filosofia delle gated communities!

Vediamo un po' se l'indomito Sensi ha il coraggio di ripetere anche ai suoi amichetti mussulmani le stesse critiche che ha appena rivolto a quei cattivoni leghisti di Vione.

PADRONI A CASA NOSTRA!

eL tiZ ha detto...

@Io Leggo Solo Feltri:

inanzi tutto a casa tua sei libero di fare ciò che meglio credi (nel rispetto della legalità ovviamente).

mentre il territorio italiano ricordarti che non è casa TUA.
non l'hai mai comprato e mai lo comprerai.

Mi spieghi perchè Daniele dovrebbe tirare in ballo la notizia da te citata?
ci sono milioni di esempi al mondo di discriminazione che arrivano da tutte le parti
in questo blog il nostro ospite si è sempre esclusivamente dedicato alle vicende italiane o che hanno a che vedere con il partito LegaLombarda.

se dovesse tirare in ballo tutti i casi di discriminazione del mondo, ahimè, credo che non gli rimarrebbe più tempo neppure di andare in bagno.


Il comportamento che spesso tirano fuori alcuni leghisti del tipo "ecco, ma anche loro fanno così.."
è tipicamente infantile e per nulla costruttivo.

andate avanti a ragione con "ma se noi andiamo da loro non ci possiamo permettere di......." e la nostra sedicente democrazia laica andrà sempre più a trasformarsi in un regime religioso al pari dei paesi da voi tanto bistrattati.



tiz.

Piemunteis ha detto...

Manca solo come requisito indispensabile la conoscenza della "lingua vionese".

david ha detto...

Già, ci manca solo una interpretazione leghistico-"culturale" di questa trovata.

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box