mercoledì 6 aprile 2011

Beppe Grillo è un quaquaraquà

Il Blog di Beppe Grillo, 31 marzo 2011:
"Il nome di Berlusconi è bandito da questo blog. Oggi lo nomino per l'ultima volta e chi vuole discuterne ha a disposizione tutti i quotidiani on line che non sanno parlare d'altro".
Il Blog di Beppe Grillo, l'altro ieri.

26 COMMENTI:

giacinto2000 ha detto...

condivido il tuo pensiero. Grillo fino a due anni fa faceva riflettere attraverso la tagliente arma dell'ironia e della parodia politica. Da quando si e' messo in una zona di campo che non gli compete (un po' come Gattuso che si mette in porta) ha perso la capacita' di far ridere ed e' rimasta solamente la sua vena di fondo che e' sempre stata qualunquista. E' un mero prodotto della Casaleggio Associati con la quale movimenta l'opinione delle masse di lobotomizzati da web. Ebbene si,non esistono solo i lobotomizzati da tg1,esistono anche i ricoglioniti che stanno sempre e solo sugli stessi siti senza saper utilizzare la vera risorsa internet: la vastita' di opportunita' che la TV non ti concede. Invece questi invertebrati del cavetto telefonico stanno sempre sui due-tre siti che interessano loro invece di esplorare anche i siti e i blog che magari possono dare fastidio.

Santiago ha detto...

Sottoscrivo. Anzi io credo che Grillo sotto certi aspetti sia pericoloso perché sveglia gli stessi sentimenti come fa Berlusconi, fa leva popolare sulle emozioni. Cosa ricorrente in politica, ma in lui si porta all'esasperazione.

Così come c'è il partito dell'amore, esiste il partito del vaffanculo. E a pensarci è triste, perché tutto sommato condivido le critiche di Grillo, ma non ne condivido i modi.

raffa59 ha detto...

Allora chiedo a Giacinto che non e` lobotomizzato e ne tanto meno invertebrato che naviga ed esplora infinita` di siti su internet e a Santiago che non vuol far leva sulla gente attraverso le emozioni(BUGIE)di berlusconi e guarda piu` al modo di dire le cose che alle cose che dice Grillo..Quali soluzioni proponete come si ci deve comportare di fronte a questa misera deriva??Parlare ma non dire. Informarsi all infinito per capire e fare cosa?..La verita` e` che le persone come voi vogliono solo criticare sempre e comunque.Una volta si chiamavano bastian contrari.Anche Daniele scrive e denuncia fatti evidenziando il piu` delle volte la pochezza delle idee(se cosi` si possono chiamare)della lega e dei suoi militanti.A volte lo fa` in maniera interresante a volte un po meno...Grillo faceva e fa lo stesso ora ha deciso mettendoci la faccia di provare a portare attraverso i meetup un modo nuovo di far politica.Questo non vuol dire che ci riuscira`,ma che cazzo c e` di male in questo????

Anonimo ha detto...

anche grillo incomincerà a parlare in dialetto ahahah

fcoraz ha detto...

Il qualunquismo non è un'invenzione di Grillo, ma in Italia esiste politicamente dal 1946 (http://it.wikipedia.org/wiki/Fronte_dell'Uomo_Qualunque).

In quell'occasione a scendere in campo non fu però un comico milionario durante la parabola discendente della sua carriera "artistica" altrimenti destinata all'oblio.

Anonimo ha detto...

Grillo è un furbo. Lui, la casaleggio Associati, il suo grillorama, ecc.. Appena si fa un commento non gradito vieni censurato in 1 minuto e per mesi nn puoi scrivere più niente in automatico. Il blog il grillo è il modo perfetto che sogna Berlusconi, ha voce solo chi la pensa come lui. Ed i grillini poveretti, a Milano è da un mese che sono in giro per raccogliere mille firme per poter presentare la lista (dovrebbero raccogliersi in automatico tra candidati consiglieri comuninali, di zona e i loro parenti).
Ps: Travaglio cosa può commentare se non berlusconi?? sarebbe già su un marciapiede senza il napoletano di arcore (e lo dice uno che ha comprato tutti i suoi libri.. fino a qualche anno fa, poi anch'io mi sono veramente asciugato di sentire sempre le stesse cose)
Amico Padano

Cate To 150 ha detto...

@ Santiago: 2 facce della stessa medaglia....retro e verso!

daniele sensi ha detto...

Riporto un commento di Giacinto2000, epurandolo però del suo ultimo passaggio (questo blog non tollera linguaggio violento)

giacinto2000 ha detto...

a raffa59:

ti ringrazio per la domanda. Cerco di essere esauriente.Proporre soluzioni alla "misera deriva" come fa Grillo dicendo: vaffanculo tutti i partiti, i partiti sono tutti uguali, i partiti sono superati ecccetera, significa

1-non sapere niente di partiti
2- mettere nella stessa barca il PDL e Rifondazione (per esempio)
3- delegittimare in un sol colpo anche chi fa seriamente politica con i partiti sui territori locali
4- essere antidemocratici perche' i partiti sono organizzazioni presenti costituzionalmente.

Chi critica sempre e comunque e' il tuo leader e non esiste differenza fra te e un berluscones perche' per gente come te ( e qui anche a me,ogni tanto,ci scatta il qualunquismo) esiste la parola,il verbo unico e infallibile. A parte le tante minchiate che di tanto in tanto spara sull'imigrazione e sulla politica internazionale, il resto sono idee ben presenti gia' dai Forum di Genova come dalle associazioni e lui non fa altro che riprendere frame di informazione di qua e di la. CHe bravo,pure io sarei capace di fare il politicante (non il politico,quello e' un ruolo serio) a ste condizioni.Nella mia citta' il tuo movimento a 5 stelle ha gia' litigato con un'associazione per le liste elettorali e ha tentato di strumentalizzae la consulta giovanile.

Jinocchio ha detto...

promemoria per i cacciatori di incoerenza:

quello nel video si chiama Marco Travaglio;
quello che aveva promesso di non nominare più Berlusconi, invece, è Beppe Grillo;
sono due persone diverse.

Se questo è il livello del pensiero quando non c'è di mezzo Berlusconi, c'è da augurarsi che duri un millennio

daniele sensi ha detto...

promemoria per chi ha poca dimestichezza con l'italiano:

Beppe Grillo aveva promesso che il nome di Berlusconi non sarebbe più comparso sul suo blog e che coloro che avessero voluto parlarne (quindi anche Travaglio) si sarebbero dovuti rivolgere a "tutti i quotidiani on line che non sanno parlare d'altro".

Marcello ha detto...

Sembra che il divieto di parlare di berlusconi valga solo per i grillini, le marchette sui prodotti audiovisivi su berlusconi sono ancora consentiti, a quanto pare.

giacinto2000 ha detto...

jinocchio Grillo faceva ridere fino a due anni fa. Ora fa provocazione. Il resto e' orgia dialettica in un mare di parole.

Santiago ha detto...

@raffa59,

"Quali soluzioni proponete come si ci deve comportare di fronte a questa misera deriva??" [...] La verita` e` che le persone come voi vogliono solo criticare sempre e comunque.

Innanzitutto, la critica, anche come mero piacere logico, è una attività da lodare. Purché sia fatta con buon senso, di modo che ne derivi un parere, anche contrastante, ma costruttivo. Non c'è scritto da nessuna parte - a discapito delle tue "verità" - che chi critica debba proporre sempre un'alternativa.

Curioso, ma davvero curioso, che la stessa lamentela sia stata rivolta a Travaglio quando criticò il programma televisivo "vieni via con me" Ecco guarda i commenti: Caro Roberto datti una spettinata. Travaglio ha ricevuto la stessa lamentela banale: "critichi ma non proponi". E ritengo che sia curioso perché proprio in quell'occasione ne ho parlato sul mio blog, cercando di dimostrare come quella di travaglio fosse stata una critica costruttiva e fatta con buon senso. E a criticarlo sono stati gli stessi lettori del fatto. Evidentemente i grillini si sono spaccati in due, visto che anche Grillo criticava Saviano e Fazio per avere un programma sotto Endemol.


Grillo faceva e fa lo stesso ora ha deciso mettendoci la faccia di provare a portare attraverso i meetup un modo nuovo di far politica.Questo non vuol dire che ci riuscira`,ma che cazzo c e` di male in questo????

Non lo so, potrei rivolgerti la stessa domanda riguardo il mio criticare. Non ti piace? non me ne può fregar di meno.

Un'ultima cosa: ti ringrazio per il tuo commento, fa da supporto alla mia tesi che Grillo punta al fegato della gente e non alla loro testa. I tuoi toni ne danno conferma.

Sappi che io invece ho moderato i toni perché non siamo sul mio blog. Peccato.

PS: chiarisco inoltre che la mia critica va ancora ai modi di Grillo e non alle sue proposte, che, il più delle volte, condivido.

giacinto2000 ha detto...

raffa59, goditi Paolo Barnard:

http://www.youtube.com/watch?v=OYW3T26CeGc&feature=related

........le liste civiche di Grillo sono fatte di persone della stessa pasta di coloro che formano i partiti politici......


prendi questo e porta casa.

Panda ha detto...

Secondo me osservazioni piuttosto centrate su Grillo e il grillismo sono quelle proposte da Antonio Vigilante sul suo blog: http://minimokarma.blogsome.com/2010/07/19/beppe-grillo-e-il-problema-del-pubblico/ Mi pare che colga perfettamente la contraddizione di fondo tra un movimento che si propone come forma di democrazia partecipativa e contemporaneamente dipende dalle unilaterali sparate di un guru mediatico: "Uno spettacolo di satira è, appunto, uno spettacolo. Può diventare un comizio; mai un dialogo."

Daniela ha detto...

Ciao.
Entro in punta di piedi perchè Giacinto e Daniele hanno già detto su Grillo e CONCORDO.

Iniziai a seguire Grillo almeno 5 anni fa, mi pareva buona l'arma dell'ironia per SVEGLIARE, anche se, occorre specificare, che se una persona va sul blog di grilloa ricerca di spunti, un po' sveglia lo è.

I sonnolenti, i votanti a scatola chiusa Grillo non solo non li prende ma mai li prenderà.

Grillo ha fatto una operazione eccellente: ha portato alla ribalta l'importanza della conoscienza della MATERIA ENERGIA RINNOVABILE E NON.

Lì, sul suo blog trovavo diversi spunti e anche dibattito buono in materia.
Ma dopo aver visto CANCELLATI alcuni commenti (non sono l'unica, ho chiesto ad altri) che erano educati e corretti anche dal punto di vista grammaticale, ho capito che anche lì si stava costruendo una ARISTOCRAZIA.

I suoi seguaci che ho voluto incontrare nella mia città dove c'è una lista, sono bravissimi ragazzi volonterosi, ma ssolutamente DEDITI AL TOTEM GRILLO, poca autocritica, nessun senso delle Istituzioni (accidenti occorre studiare per entrare nelle istituzioni, e loro NON SANNO NULLA a parte che hanno la fedina penale pulita).

Qualcuno dice che CHIUNQUE è meglio delgi attuali politici, IO DICO che gli attuali politiic sono tutti figli del CHIUNQUE.

Meglio smettere non credete?

Anonimo ha detto...

Sensi sei il solito piccolo uomo ridicolo....!! ah ah ah
Non ti preoccupare il movimento 5 stelle arriverà al 4-5% alle prossime politiche senza l'ausilio delle Tv in mano a PD e PDL...!!
fatti una ragione.

raffa59 ha detto...

Grazie ragazzi ora sto meglio mi avete convinto..Uno si aggrappa a quelle che pensa magari sbagliando idee innovative rispetto al quasi nulla attuale,vede la buona volonta` di ragazzi che forse come dite voi raggirati da un guru che ha chissa quali interessi oscuri prodigarsi e darsi da fare per avere piu` visibilita`in quanto cittadini.E vengo accusato di essere qualunquista perche.. e lo dite voi pdl non e` accostabile a rifondazione.Ma chi dice questo?Non sono sicuramente le idee a farli simili.E` il contesto nel quale sono inseriti e in tutto cio` che regolamenta i partiti a farli similari.E proprio in difesa e non x delegittimare chi fa seriamente politica anche con i partiti spendendo tempo e passione che bisogna cambiare modi e cocezioni.Perche` a queste persone che bisogna guardare perche e a queste che bisogna dare visibilita`i partiti sono la gente e la gente ha il sacrosanto diritto di essere ascoltata e considerata,ma non solo per il consenso in una cabina elettorale,ma sempre.Per concludere vorrei intanto chiedere scusa se nel mio post precedente qualcuno ha percepito nelle mie parole aggressivita` e maleducazione..Un ultima cosa vorrei dirla a Giacinto...Per quanto so che non te ne possa fregae niente vorrei precisarti che io non ho nessun leader..ma se mai parliamo di persone al quale regalo volentieri affetto e stima quella e`il sig.Ricca Piero da milano...p.s Daniele se non ti crea problemi fai pure in modo che eventuali insulti vengano pubblicati io non ho problemi,dopo che qualcuno mi ha accostato ad un berluscones ogni piu` feroce insulto a me rivolto non potra che essere un sollievo!

antonio ha detto...

Mi sono impegnato con il Movimento 5 STELLE per fare qualcosa perchè qualcosa bisogna fare. Io ci provo con un movimento nuovo e rispetto chi invece cerca di cambiare i partiti dall'interno.
L'obiettivo deve essere lo stesso invece come al solito si cerca di delegittimare un movimento.

Anonimo ha detto...

eh ma Daniela è stata perfetta

Anonimo ha detto...

Sarebbe bello che tutti i punti oscuri del fenomeno Grillo venissero discussi liberamente. Ma nel blog di grillo non c'è modo di farlo, forse anche per la mole assurda di commenti e interventi ogni giorno.
1. discorso Casaleggio: sono consulenti di immagine? non ci vedo nulla di male. Tirano le fila di questo burattino? sarebbe bello un'analisi di questa cosa
2. I commenti vengono censurati. Sarebbe schifoso se non ci fosse una spiegazione, un cenno di riscontro da parte dello "staff", pubblico. Non si predica la trasparenza e la libertà?

Io penso che se questi due aspetti fossero veri, ci vorrebbe poco a tirarli fuori in tv, e i "nemici" di Grillo, se è vero che ne hanno paura, lo detronizzerebbero in un istante. Potrebbero farlo anche se non fosse vero, salvo smentita sulla rete che pero' ha un pubblico ridotto.

Nel frattempo, seguo tutti i blog che mi ispirano, leggo Libero ed Il Giornale su internet cosi non sono costretto a comprarli, leggo Repubblica, Il fatto, il forum nucleare ... è cosi bello vedere due facce di ogni notizia...

Per tirare le fila, benchè non condivida sempre i toni di Grillo ( anche se volte ne uso di più esasperati), non trovo molto di meglio in giro... tanto che il discorso "bisogna studiare per entrare nelle istituzioni" che ho sempre condiviso e sostenuto, alla luce dell'attuale classe politica mi fa preferire il "meglio essere puliti che studiosi e sporchi". E chi lo dice poi che un pulito non possa formarsi altrettanto bene? Non ho la sfera di vetro per sapere chi farà meno danni, ma visto dove siamo arrivati, non capisco davvero chi non si sente di rischiare e provare. Finisce che viene da pensare che questo schifo, in fondo, ce lo meritiamo.
Jack il Nero

Daniela ha detto...

Sai Jack nell'attuale classe politica non c'è nessuno che possa definirsi STUDIOSO...ma sullo sporco possiamo discuterne a lungo.
Le due cose difficilmente combaciano.
Uno studioso (a meno che non si parli di revisionismo storico impunito) è una persona che studia la propria materia per lavorare con professionalià, e mi pare che sia un comportamento ineccepibile.
I raccomandati e servi che ora bazzicano quasi tutto il Parlamento non credo possano definirsi studiosi.
Non vorrei arrivare a una forma di semplificazione che rende TUTTI capaci di fare TUTTO.
La televisione è già piena di tuttologi.
Occorre preparazione per ogni professione, tanto più in quella politca dove impera il furbo pressapochismo.
Lì basta vendersi e si ha il mutuo pagato.
Dove sta lo studio?
Poi, scusa, il linguaggio politico di questi ultimi 20 anni non è un po' degradato??
Io capisco il non essere austeri e polverosi sennò si addormenta l'utenza, ma svegliarla a urli e sovrapposizioni di voci che dicono cavolate che ti sembra?

Anonimo ha detto...

@Daniela
Siamo d'accordo Daniela, sarebbe bello fosse cosi, credo si parlerebbe di meritocrazia.

"I suoi seguaci che ho voluto incontrare nella mia città dove c'è una lista, sono bravissimi ragazzi volonterosi, ma ssolutamente DEDITI AL TOTEM GRILLO, poca autocritica, nessun senso delle Istituzioni (accidenti occorre studiare per entrare nelle istituzioni, e loro NON SANNO NULLA a parte che hanno la fedina penale pulita)"
Trovo questa tua osservazione molto giusta, e combacia con l'intervento linkato sopra sul blog di Antonio Vigilante, molto interessante.

Il discorso sullo "studioso" è nato perchè spesso sento dire "ma non hanno esperienza" e probabilmente ho confuso i due termini. Si puo' certo dire che un penalista mai entrato in politica "non ha esperienza". Di un certo tipo, ed è quella che considero sporca e di cui non c'è bisogno. Sono cosi nauseato da questa cosa che pongo la priorità 1.Onestà 2.Esperienza
Ovviamente la capacità deve esserci, ma è ben distinta dall'esperienza.
Capacità ed esperienza insieme non bastano per dare risultati soddisfacenti, credo.
Di nuovo, come ho chiuso prima, ripeto: preferisco rischiare di sbagliare giudizio sulle capacità di un ragazzo incensurato e armato di buona volontà, piuttosto che andare sul sicuro marcio che impera a destra e a manca (che descrive meglio di "Sinistra" la situazione attuale).

Jack il nero
Sono un anonimo che si firma cosi perchè non riesco a fare il login da wordpress ç_ç

Silvio Berlusconi ha detto...

Un giorno si incontrarono: un paio di tette, una figa e un pisello.
Parlando della loro vita sacrificata le tette dissero:- Vi sembra comodo
vivere in quei reggiseno stretti stretti tutto il giorno, non riusciamo
nemmeno a respirare-, -A si- replicò la figa -Perché voi pensate che
stare in quelle minuscole mutandine sia comodo-, -A be!- disse il
pisello -Parlate voi, cosa dovrei dire io; tutto il giorno stretto dentro i
jeans poi alla sera mi schiaffano in ascensore e su e giù finche non
vomito-.

jackilnero ha detto...

O.o ... interessante ...

GIacinto2000 ha detto...

bravo anonimo delle 11,16

prenderai il tuo bel 4-5% rubato al centrosinistra. Farai scomparire Rifondazione e altri partiti ora sotto il 3%. TI autoglorificherai e ti vanterai con gli amici davanti a facebook. Poi ti farai corrompere perche' a differenza di Rifondazione e gli altri partiti di sinistra al di sotto del 3% non avete una cultura fatta di idee che possa fare da fondamento al vostro agire. Dopodiche' riconsegnerete l'Italia a coloro che avete iniziato a combattere sul finire dei primi anni del 2000. QUesto avverra' entro 12-14 anni, ma giusto in tempo affinche' io sia gia' fuggito da questo paese e non rendermi complice del vostro disastro.

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box