mercoledì 1 giugno 2011

Le piazze appartengono a tutti

Penso che ogni italiano abbia diritto di impossessarsi di qualunque piazza, in qualunque città. Di più: penso che chiunque abbia diritto di impossessarsene, non importa se italiano o meno.

Se così non vi sta bene, la prossima volta, invece di riversare la vostra campagna elettorale in Rete, costruitevi una Intranet, come in Iran.

Update: "Una partita sporca".

13 COMMENTI:

Jinocchio ha detto...

Civati o la dimostrazione che il PD è il nemico numero 2

matteoplatone ha detto...

Vendola non è "ogni" italiano, non era lì in qualità di "un italiano qualunque".

Filippo Filippini ha detto...

Ero proprio alla ricerca di un commento intelligente sulla vicenda... continuo a cercare vah!

Anonimo ha detto...

il rumore dei nemici (Pd-più-e-meno-elle) comincia già a farsi sentire

Filippo Filippini ha detto...

Chi e' l'autistico, colui che vive in un mondo con le sue regole e non tollera chi eccepisce?

Anonimo ha detto...

Il Pd, come anche lo stuff di Pisapia han fatto bene a ricordare a Vendola che è un foresto, estraneo al contesto cittadino, che non conosce, nè comprende. Come fanno a non costringerlo a "scuse ufficiali" se senza neanche che il neo sindaco s'insedi in municipio, gli sputt*** la reputazione. E' ovvio che si deve tener conto che a Milano Pisapia ha ricevuto molti voti di coloro che si son turati il naso (anche tra la borghesia che conta) per l'impresentabilità dei candidati altrui e del loro partito. Se Vendola pensava d'aver conquistato un feudo importante per poterlo spendere per una sua candidatura a palazzo Chigi, mi sa che ha capito poco del voto di Milano. Tutti gli interventi di "contenimento" ad opera delle sezioni locali dei partiti che han vinto a Milano, lo stanno a dimostrare. Il voto di Milano è un messaggio, non una cambiale in bianco.

Cordialmente
Un cittadino Lombardo

Giuseppe Civati ha detto...

Cari amici,
mi dispiace, ma mi sono limitato a citare le parole di Pisapia, che iniziano dicendo che a Vendola vogliamo bene. Se sbaglia, lo si può dire, senza diventare nemici. E anche i toni di questo post di Daniele dispiacciono, perché sono un attacco diretto al sindaco di Milano che è appena stato eletto.

Anonimo ha detto...

"..i toni di questo post di Daniele dispiacciono, perché sono un attacco diretto al sindaco di Milano che è appena stato eletto."
Della serie il gioco sporco continua..Sensi non ha attaccato nessuno e Vendola,pur ammettendo di aver sbagliato in alcuni atteggiamenti, è rimasto fiero di essersi espresso a favore dei gay e degli islamici:è un peccato notare ogni volta come un certo falso moderatismo (che non è quello di Pisapia per inderci) si adoperi per seminare zizzania

Gianmarco ha detto...

wow, che bello: siamo tornati quelli di sempre. Dai che tra un paio di mesi ci siamo divisi anche sulle virgole e mi ritroverò leghisti e berlusconiani a ridere a crepapelle.

Anonimo ha detto...

buongiorno, come al solito davanti ad un bell'evento, come la vittoria di pisapia a milano, cominciamo a vedere qualche piccolo invisibile granellino di sabbia, continuiamo così.
comunque non capisco questo brutto attacco ad una persona come civati, va bene, la piazza dev'essere di tutti, ma guai se qualcuno dice il contrario... mi sembra di rivedere di nuovo un vecchio film
saluti mario

Anonimo ha detto...

a me è piaciuto il discorso di vendola, si può anche discutere sull'espugnare, ma quelle parole le aspettavo da tanto e le aspettavo urlate in quel modo chiara

Anonimo ha detto...

Ascoltando le dichiarazioni di Bersani e l'atteggiamento del PD si comprende il perchè dell'impossibilità della sinistra di presentarsi alle politiche come valida alternativa al Centrodestra: i finti moderati chiedono agli elettori di accontentarsi di votare semplicemente contro Berlusconi.Il Pd è pronto a strizzare l'occhio alla Lega o al Terzo Polo,raccogliendo l'eredità del berlusconismo (infatti molti commentatori politici si stanno lentamente e opportunamente riposizionando).

Anonimo ha detto...

Vendola, il parolaio magico, mi piace sempre più.
A Milano ragazzini Rom (come spesso capita) rubano una grossa macchina (come quelle che si vedono spesso nei campi e che spariscono quando ci son in giro le pattuglie, chissà perchè) e fanno un incidente, cercando di scappare, uccidendo un ragazzo sulla sua utilitaria. La rete idrica pugliese ha una dispersione dell'87%. I buchi sanitari son noti, ma vuole internalizzare alcuni servizi per assumere a piacimento e a tempo indeterminato. Certo che come intortatore è veramente in gamba (ha un buon seguito di seguaci soprattutto al sud), ma come politico/amministratore e sui suoi contenuti c'è molto da obiettare. Mi domando ogni tanto se crede davvero in quel che dice alle volte o se è solo un grande imbroglione e un bravo bluffatore (dopotutto è un veterano della politica come Casini e Fini). Ad ogni modo mi sa che Pisapia avrà un bel da fare. In bocca al lupo davvero.

Un cittadino Lombardo

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box