sabato 11 giugno 2011

Lo sapevate che Tremonti è un massone che trama per far fuori Berlusconi?

Non volevo commentare quando accaduto giovedì all'onorevole Borghezio, malmenato a St. Moritz mentre cercava di imbucarsi nell'annuale conferenza del Club Bilderberg. Ma ieri sera Borghezio era ospite di Radio Padania, e diceva che è sua intenzione presentare un'interrogazione al Parlamento europeo "affinché si faccia chiarezza e vengano resi noti i nomi dei partecipanti a quella riunione", perché il club Bilderberg "è una consulta occulta di potere, volta al sovvertimento dell'ordine tradizionale, che manipola i popoli attraverso l'informazione, complottando e tramando alle loro spalle e pianificando, segretamente, eventi che successivamente apparirano come casuali, eventi che vanno dall'elezione di presidenti degli Stati Uniti che non si sa da dove siano saltati fuori a quella di sindaci come Pisapia, cretini di turno dietro i quali è facile intravedere signori dell'alta finanza come De Benedetti, motivo per il quale politici di sinistra come Vendola e giornali come l'Espresso tacciono nei confronti di simili burattinai che dietro le quinte manovrano per buttare giù il governo Berlusconi".

E quindi come faccio, io, a non segnalare che la lista di quei "super incappucciati" è già disponibile, online, su un sito più che attendibile, visto che si tratta del sito ufficiale dello stesso -segretissimo- Club Bilderberg, e che tra gli invitati che starebbero "facendo di tutto per scacciare Berlusconi" e per i quali "sarebbe ipotizzabile l'estensione di alcuni punti della normativa antimafia, poiché la loro è una specie di supermafia", figura -anche stavolta, poiché del Club è frequentatore di vecchia data- il ministro Tremonti?

6 COMMENTI:

david ha detto...

Sta davvero raschiando il fondo del barile. Anche io credo che abbia tentato senza successo di infilarsi, del resto non è nuovo a tentativi di entrismo negli ambienti grembiulinici o presunti tali a quanto mi dicono. Il portiere e un paio di facchini dell'hotel sono chiaramente intervenuti per tutelare l'integrità del buffet.

Mattia ha detto...

Tale gruppo non si può definire massonico in senso stretto eppure l'ammissione a tale club è riservata a persone di potere, anche Tremonti in qualità di Ministro dell'Economia dell'Italia. Borghezio sbaglia i modi ma solleva un problema molto pesante. E' vero che si sa chi partecipa, è ancora più vero che non si sa mai di cosa parlino anche se immaginiamo che fondamentalmente si parli di economia: e poiché l'economia, in questo epoca, sovrasta le sovranità statali è altresì chiaro che questi pochi decidono per noi molti, e ciò avviene al di fuori degli organi collegiali rappresentativi come i Parlamenti.
Questo non per difendere Borghezio, ma per non sminuire il Bilderberg Club che davvero occupa un ruolo decisivo nelle future decisioni politiche.
Cordialità

Antonio ha detto...

beh, è un ulteriore elemento a ciò che per me era chiaro da molto tempo. Il problema è che una sinistra incapace di guardare oltre il proprio naso e una destra che si accorge delle tendenze antidemocratiche di Mr b. dopo appena 16 anni di felice connivenza si sperticheranno a dire che un cretino rappresenta il meglio della politica!

Anonimo ha detto...

ma ti pare che una riunione davvero riservata abbia un sito?ma piantiamola per favore col complottismo da fumetto, se borghezio volesse davvero protestare contro i potenti potrebbe andare a farlo nella sua torino, alla sede centrale della fiat

è evidente che ha provato a imbucarsi col metodo da certi personaggi dei film di verdone di mostrare la tesserina da europarlamentare della serie lei non sa chi sono io...very italian

assurdo il comunicato del leghista speroni, europarlamentare in genere moderato e distante dalle sparate borgheziane, che ha protestato in favore del suo collega sovrappeso perchè la sicurezza dell'albergo avrebbe violato lo spazio giuridico europeo: qualcuno spieghi a questo signore che la svizzera non è nella ue

david ha detto...

Per la prima volta nella sua storia la Lega è completamente disarmata e si presenta a Pontida senza alcun slogan vagamente credibile da sbandierare. Elettoralmente è più morta che viva (altro che una semplice "sberla" come dice Maroni). Pur di distrarre una loro militanza che a Pontida potrebbe fischiare il Duce tutto fà brodo, anche le sparate circensi del "Gabibbo".

Zacforever ha detto...

Caro Daniele, a parte borghezio che francamente e' incommentabile, ho appena letto che Amina non e' mai esistita, era uno studente di Edimburgo che si spacciava per lei, e che in questi mesi si e'
divertito a prender i per il
culo.
Un demente.

Ciao
Zac

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box