venerdì 1 luglio 2011

La fine di questo blog


Questo blog gira sulla piattaforma Blogger/Blogspot, una piattaforma estera, che appartiene a Google. Ciò significa che con la delibera che verrà votata il prossimo 6 luglio dall'AgCom, questo blog rischia l'oscuramento, in virtù di una procedura amministrativa del tutto arbitraria che non risparmia nemmeno i siti italiani: per essi, la minaccia è la rimozione dei singoli contenuti.

Occorre reagire. Subito.

Cosa puoi fare:
  • Andare alla pagina di Agorà Digitale in cui sono raccolti tutti i link, le iniziative e le proposte dei cittadini.
  • Firmare e diffondere la petizione sul sito di Avaaz.
  • Partecipare e invitare tutti i tuoi amici a “La notte della rete“, dal 5 luglio sera: quattro ore no-stop in cui si alterneranno cittadini e associazioni in difesa del web, politici, giornalisti, cantanti, esperti.
  • Partecipare a una delle manifestazioni che si stanno a preparando a Roma e in diverse città.
  • Se sei un blogger, scrivere un post, usando il logo sopra e riportando i link qui sopra, diffondendolo il più possibile tra amici e conoscenti.
  • Se sei un politico di opposizione, fare il politico di opposizione.

8 COMMENTI:

Anonimo ha detto...

Non capisco perchè si preoccupa. Rispetti la legge sui diritti d' autore e non avrà niente da temere.

Sara ha detto...

Sicomeno...
Il diritto d'autore è solo una scusa. Se questo blog dice cose scomode basterà che radio padania lo accusi di aver violato il diritto d'autore e puff! blog chiuso...

AndreaX ha detto...

Anonimo, sveglia!

Anonimo ha detto...

Basta che nn si scrivano cazzate!!
non è radio padania che denuncia, di solito sono i catto-comunisti... infatti qui si parla sempre e solo di denunciare questo, denunciare quello...

Biro ha detto...

...e le "cose scomode" dette su questo blog quali sarebbero? Le palate di insulti contro i leghisti ?

Anonimo ha detto...

massima solidarietà dani e grazie per quello che fai.
un consiglio:salva tutto quello che hai registrato fino a ora su più siti con apposite tag,non sai quanto siano utili a chi fa certe richerche sulla lega e sui suoi "pensatori"

Piana C. ha detto...

Vedo il post solo ora, ma in ogni caso avevo firmato un appello alcuni giorni fa. Le regole del web andrebbero scritte anche tenendo conto di indicazioni tecniche di esperti del settore e perché no, di alcuni blogger riconosciuti.

chiara ha detto...

Io ho firmato la petizione. La libertà di parola, di stampa e di opinione deve essere insindacabile.

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box