mercoledì 9 novembre 2011

Rivergination

46 COMMENTI:

frisko ha detto...

AAHHAAHHAAHHAAHHAAHHAAHHAAHH
SONO 30 DICASI 30 ANNI CHE LA MENANO CON LO SCIOPERO FISCALE!!!
SPETTACOLARE L'ANNUNCIO DEL "NOTO GIORNALISTA SCRITTORE MAX PARISI"....E CHI AZZ'E'???

Lucia ha detto...

In effetti avrebbero potuto affiancargli il "Prof" Lissoni o "Don" Ricossa.

Piuttosto mi chiedevo se il Gruppo di Ricerca Storica Orgoglio Veneto fosse da mettere in relazione con i Templari di Martinengo.

Generazione Porchezio ha detto...

Se la situazione precipita come oramai pare per i capataz legaioli è meglio espatriare o farsi una plastica facciale.

Anonimo ha detto...

senza dignità

venetix ha detto...

La mancanza di sintassi nel titolo è da paura.Ah già,ma l'italiano non è la loro lingua.

Anonimo ha detto...

@ lucia

e perchè non anche il "prof" rognoni e l'"on" borghezio?

Anonimo ha detto...

Poveri stupidi, mi fanno pena. e c'è gente che li voterà ancora.

mozart2006 ha detto...

Cari miei, all' estero gli italiani si son fatti conoscere fin troppo bene, e gli ultimi 17 anni da sudditi-plaudenti di Mr. B son solo serviti a rendere inscalfibile la convinzione che ciò che si pensava essere un luogo comune non è altro che la pura verità sull' irrecuperabile mentalità italiota.

Quindi, con questo bel pedigree, non è il caso di inventarsi giocatori d' azzardo e sedersi al tavolo di poker per un rilancio totale-globale da vita-o-morte; come bluffatori abbiamo ancor meno credibilità che come persone serie. In altre parole, anche l' ultimo dei cagasotto verrebbe a vedere il nostro bluff; perchè se è vero che anche gli altri perderebbero non poco in caso di nostro default, è bene ricordarsi che i tedeschi sono abituati ad arrivare ad un punto in cui si chiedono "Quanto ci costa toglierci dai piedi questa piaga? Tot? Ok, e che dopo sia finita questa farsa".

Anonimo ha detto...

Però di questo Max Parisi almeno so che lavoro fa e chi lo paga. Daniele Sensi, invece, per conto di chi lavora? Chi lo mantiene? Inutile chiedere trasparenza agli altri se poi, nei fatti, si pratica omertà su ciò che invece dovrebbe essere aperto e condiviso. Grazie per le eventuali risposte.

Naruto ha detto...

sì all'arrai coi sordi nostri!
ortè te brucia er codono di paglia ch'ormai er foco sta arriva ai visceri

Elio ha detto...

I leghisti hanno un concetto del lavoro tutto particolare, a pagare per il parco giochi che loro chiamano con quella parola di sei lettere siamo comunque sempre noi.

Anonimo ha detto...

ESATTO ELIO : DOVERE MORALE ABOLIRE LA LEGGE SULLE RADIO COMUNITARIE E METTERE FINE ALLA PACCHIA DI RADIO PADANIA

Claudio ha detto...

Poveri falliti, dieci anni che governano e se ne stanno li con un pugno di mosche a latrare alla luna.
Tirate lo sciacquoneeeee

Generazione Porchezio ha detto...

Quoto Claudio. Non hanno nemmeno il buon gusto di andare a nascondersi.

Anonimo ha detto...

abolire la legge sulle radio comunitarie ottima idea sottoscrivo lanciamo un'iniziativa

mozart2006 ha detto...

Addendum su una faccenda collaterale: questa destra non è un soggetto politico. Qualsiasi decisione futura dovrebbe porre come pregiudiziale il non ascoltarli nemmeno.
Dietro la lavagna e in ginocchio sui ceci!

Anonimo ha detto...

mozart hai ragione ma perchè con i tagli che dovremo subire e le megatasse che colpiranno a breve tutti dobbiamo conservare una legge che garantisce fondi e privilegi assurdi a radio che per il bene civile non dovrebbero nemmeno trasmettere?

Anonimo ha detto...

Mmm, intanto ancora nessuno sa come fa a mantenersi Daniele Sensi, come mai tutto questo nervosismo? Cosa c'è da nascondere?

liuk ha detto...

@anonimo, il discorso sarebbe da estendere ai contributi ai giornali politici che non vengono letti nemmeno dai militanti dei partiti stessia cominciare dalla padania.Se Monti è una persona seria deve iniziare da tagliare da qui.A quel punto i "giornalisti" in verde costretti a cercarsi un posto come manovali(i meno inalfabetizzati magari come scrivani)scopriranno le fatiche del vero lavoro con cui la gente normale deve confrontarsi ogni giorno.

Naruto ha detto...

ortè lassa perde le sottane de li falsi preti e le seghe vacanti e vatt a cerca na donna

Anonimo ha detto...

Mmm, i miei gusti in quel senso sono affari miei. Piuttosto rispondetemi su come fa a mantenersi Daniele Sensi.

Naruto ha detto...

ortè che te devo di ce acchi piace la fregna e a chi la *ricotta*

Alessandro S. ha detto...

L'idea mi sembra interessante. Si potrebbe organizzare una raccolta firme da allegarsi a un documento preciso da inoltrare a Mario Monti sui tagli a qualsiasi forma di finanziamento pubblico a organi politici, a cominciare dall'inascoltabile radio.

Generazione Porchezio ha detto...

Sottoscrivo l'idea di Alessandro. La strafottenza dei radiobanani e dei caporioni verdi in genere (i cosiddetti belleriani) non è paragonabile nemmeno all'arroganza dei socialisti della prima repubblica.

Anonimo ha detto...

Scusate, ma perchė stanno rispondendo gli estranei? Daniele, sù, coraggio, un minimo di trasparenza, comunica a noi tutti le fonti economiche dalle quali trai sostentamento. Altrimenti qualcuno potrebbe cominciare a pensar male, non solo i radiobadani...

daniele sensi ha detto...

@ Anonimo,
se n'è discusso qui:
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=2684982329606&set=a.1067179765553.13718.1407836394&type=1

Naruto ha detto...

ortè sei na sagoma guarda c'a sto mondo nun ce famo mantene tutti da la colletività co leggi paracule prova a fallo tu pure e tutti i colleghi tua

flaminio54 ha detto...

Massima solidarietà a Daniele per le infamie di chi nella vita non ha mai avuto niente di utile da dire e sente la propria fine "lavorativa" imminente. Sottoscrivo in calce quanto scritto da Alessandro S. e liuk

Anonimo ha detto...

Se non hai niente da nascondere e se ne hai discusso altrove, perchè non chiarirlo anche qui, davanti a tutti? Su, coraggio, checcevó, se davvero non hai nulla da nascondere perchè tanta reticenza e perchė tanta offensiva aggressività? A parte il fatto che evidentemente qualcuno mi scambia per qualcun altro, io non ho insultato nessuno. Anzi, certe offese mi sono sembrate provocazioni sollevate ad arte per distogliere l"attenzione dall"argomento che era stato sollevato, cioè: che lavoro fa e da dove prende i soldi Daniele Sensi?

Anonimo ha detto...

Flaminio 54
Solidarietà per cosa? Quali infamie? Fine lavorativa di chi? È così grave che qualcuno abbia chiesto al titolare di un blog famoso da dove prende i soldi? A me ed ad altri sembra semplice trasparenza. Perchè questa cortina fumogena costituita da insulti, allusioni, indignazione, addirittura ritorsioni contro chi pensate vi abbia rivolto un elementare quesito? State nascondendo qualcosa?

Anonimo ha detto...

daniele sensi
A parte il fatto che io la domanda te l'ho fatta in questa sede e non altrove, noto che anche in tale sede insistete pervicacemente nel non rispondere al semplice quesito: che lavoro fa e da dove prende i soldi Daniele Sensi? Insisto, perchè tanti misteri e, poi, perchè tutti quei sarcasmi e quelle iperboli decisamente esagerate? Certe volte per nascondere un semplice sassolino si finge che qualcuno ti abbia accusato di voler nascondere un'intera montagna... e intanto si spera che nessuno pensi più al semplice sassolino. Intanto provo a darti un aiutino, prova a cercare sulla carta d'identità.

mozart2006 ha detto...

Daniele Sensi, come Pisapia, alle nozze di Cana trasformava il vino in acqua.

Naruto ha detto...

ortè ortè lo sai dabbene che daniele de soldi nun ne prenne ar contrario dei paraculati de e radio comunistarie me sa nvece che quarche d'uno cor vizio de l'infamia se diletta a prenne l'ugola e la ricotta m'antendiamoce è lliberissimo de farlo ognunno cha li gusti sua

Anonimo ha detto...

Ricapitolando: Daniele Sensi è un essere umano, quindi oltre a respirare gli è necessario mangiare, coprirsi, proteggersi dalle intemperie. Nutrirsi, vestirsi, aver un tetto sono attività che costano, chi gli fornisce i soldi? In secondo luogo Daniele Sensi ha aperto un blog, quindi chi gli paga il computer, la connessione, presumibilmente il cellulare, la scheda telefonica? Daniele Sensi, inoltre, a quanto pare si sposta: chi gli paga l'auto, la benzina, il bollo, l'assicurazione, il biglietto del treno, dell'autobus, della metropolitana, dell'aereo? Aggiungo che, da quello che sembra, Daniele Sensi occupa gran parte del proprio tempo ad ascoltare Radio Padania (di cui ci regala le copiose "perle" che tanto ci divertono), posso sapere di grazia dove trova il tempo per svolgere un altro mestiere che gli permetta di soddisfare tutte le attività di cui sopra? A parte il fatto che io non sono "ortè" (ma sei libero di crederci, se ti fa tanto piacere), io non so ne bene ne "bbbbbene", anzi io non so proprio un bel niente di Daniele Sensi al di fuori del blog. Continuando a insultare, offendere, sollevare cortine fumogene, ma soprattutto a non rispondere (il mestiere svolto sta scritto anche sulla carta d'identità, basta poco eccheccevò), non fate che alimentare dubbi e sospetti. Cavolo, vi ho solo chiesto quale mestiere fa Daniele Sensi, sembra che vi abbia chiesto il culo...

Naruto ha detto...

ortè ma che parole te metti a usa a furia da pensà a li sottanoni de li falsi pretacci tua

Anonimo ha detto...

Naruto perchè continui a cercare di buttare tutto in vacca e non racconti a tutti noi come stanno le cose di Daniele Sensi? Su coraggio, figliolo, un po' di verità male non fa. O no? Certo che tutto questo vostro agitarsi per una sempolice domanda mi dà da pensare. Eppure dovrebbe essere una cosa semplice, spontanea, come quando conosci qualcuno: "Ciao, mi chiamo..., di lavoro faccio..., sono di... (non necessariamente in quest'ordine).

daniele sensi ha detto...

@ Anonimo,
hai scassato il cazzo.

Matteo Prandone ha detto...

Anonimo, cosa fa Daniele Sensi per vivere e pagarsi il computer lo sanno tutti. E chi non lo sa basta faccia una ricerchina nel web e si leva la curiosità. La tua insistenza insinuante e piena di sottintesi dimostra che la tua malafede è grande almeno quanto il debito pubblico italiano. Fa benissimo Daniele a non risponderti.

Anonimo ha detto...

Lo sanno talmente tutti che qui non lo dice nessuno... strano, no? Dottor Sensi, che linguaggio, caspiterina!!! Se mi diventa nervoso per così poco, chissà cosa le succede per le cose serie... :-)

david ha detto...

Ovviamente concordo con liuk, siamo stanchi di pagare con le nostre tasse per la sopravvivenza di mezzucci di comunicazione che propagandano xenofobia e antisemitismo e che senza contributi pubblici chiuderebbero dalla mattina alla sera. Spero che Mario Monti,Guido Tabellini e Lanfranco Senn si muovano da subito in tal senso.

Naruto ha detto...

ortè fortuna tua che te mantenemo ner lusso co'i finanziamenti de'e leggi paracule su'e radio comunistarie perchè frequenta li falsi preti te deve costa na fortuna in confezioni maxi de preparazione h

Anonimo ha detto...

@anonimo
ti hanno linkato una pagina facebook,aprila!Se non ci riesci(nel caso in cui tu non sia registrato come me)una ricerchina su google può rivelarti che Daniele abbia scritto articoli su L'Espresso,e probabilmente abbia fatto anche altro.
Comunque,la differenza fondamentale è che questo blog funziona,e merita o meriterebbe i soldi ed il tempo spesi,radio padania no!(nemmeno se sostenuta da soldi privati).

Vanni.

Anonimo ha detto...

Comunque,con i tempi che corrono(commissariamento BCE),l' idea dello sciopero fiscale non è sbagliatissima,è la loro motivazione ad essere pessima.

Vanni.

david ha detto...

L'idea di sciopero fiscale non era sbagliata nemmeno 20 anni fà, peccato che i bananas l'abbiano prima tradita, poi abbandonata, infine recuperata ciclicamente a scopi puramente elettorali. E ora ibridata al peggiore complottismo anti-semita.

Anonimo ha detto...

Io ho l' impressione che questa volta rischino la visita della Digos,considerando che il tema dell' incontro è una istigazione a delinquere relativa a qualcosa su cui il nuovo governo non sarà tollerante e soprattutto visto che il loro ministro dell' interno eversore è adesso un ex ministro.

Vanni.

Anonimo ha detto...

ma figurati se la digos ha tempo da perdere con le secessioni dichiarate e ridichiarate da abbozzi o con gli scioperi fiscali ciclicamente tirati fuori dal cappello ad usum militontorum

al massimo la digos può essere interessata all'antisemitismo complottista che sfoggiano come se fosse acqua fresca

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box