giovedì 12 agosto 2010

Radio Padania: "Il fascismo è anche qualcosa di bello"


Il pomeriggio di Radio Padania è condotto da un giornalista che, dovendo dare del fascista a Marco Travaglio, spiega come occorra distinguere tra un fascismo negativo (impersonato da Travaglio, appunto) ed uno dal senso positivo, un senso "bello, che c'è, che esiste, del termine fascista".

Purtroppo il conduttore non argomenta meglio i termini di tale distinzione, che tuttavia non mi pare sia contemplata dalla Legge Scelba, quella che all'articolo 4 sancisce come reato l'esaltazione pubblica di "esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo". E non dimenticate che Radio Padania è più che una radio: è l'emittente di un partito di governo.

d.s.

17 COMMENTI:

El Salvan ha detto...

Come si fa a segnalare alle autorità un possibile caso di apologia del fascismo?

cypherinfo ha detto...

É sufficiente denunciare in una qualsiasi caserma il reato; si può anche denunciare con una raccomandata o dal sito delle forze dell'ordine.

cypherinfo

Sciarpi ha detto...

Che Travaglio (molto spesso) ci vada giù pesante è una cosa vera. Ma è anche vero quello ha scritto su Bondi: la sua trasformazione, da uomo mite e spirituale quando c'è da difendere Berlusconi, a lupo mannaro di razza quando c'è randellare un avversario politico del Premier. In questo caso Travaglio si riferiva alla lettera scritta a De Bortoli, in cui, Bondi denuncia "il presunto strabismo del Pompiere della Sera nel denunciare gli scandali del centrodestra (ma quando mai) e gli intima di linciare Fini come fanno Libero e il Giornale".

daniele sensi ha detto...

@ Sciarpi,
qui la questione non è Travaglio, è ben altra.

vale ha detto...

la questione è che il fascismo è camuffato, ma c'è

Fate girare questo video su: Borghezio tiene lezione ai neo fascisti francesi: infiltrazione politica.
Semplice e lineare questa è la realtà del partito della lega: "non dire che siam fascisti (dato che tra l'altro è apologia) ma fingere di essere un movimento cattolico e GIOCARE SUL REGIONALISMO... "

http://www.youtube.com/watch?v=lk8vpuajKGc

Panda ha detto...

Ti ringrazio per la segnalazione, vale.

miki ha detto...

e a me che sono vittima di gaslighting da parte della digos,che si sovrappone sulle frequenze di rpl in via romaladrona 6,20040 Mb,e mi fa gli scherzoni (e io ci sono cascato come un pollo) (il paese non ve lo dico:aranges) non spetta almeno un conforto morale?

miki ha detto...

dimenticavo: e senza nemmeno offrirmi un posto fisso. ltre ad autoinvitarsi in casa (e vabbè quello sarebbe il meno). Bah!

Tiziano ha detto...

gli farei fare una bella settimana sotto "regime fascista" magari capiscono cosa vuol dire vivere sotto dittatura.

Io Leggo Solo Feltri ha detto...

L'unico fascismo che vedo oggi è la manovra golpista per rovesciare il premier scelto dal popolo e sostituirlo senza libere elezioni con tutti quelli che hanno perso capitanati da un traditore marionetta manovrato da potentati economici, massoneria e potenze straniere.

Altro che Radio Padania!

Panda ha detto...

Il complotto plutopippo! Dai, di' la verità Io Leggo Solo Feltri: stai facendo satira, giusto?

Tiziano ha detto...

"leggo solo feltri" e di tanto in tanto pure sensi :)

mozart2006 ha detto...

@Io leggo solo Littorio,

certo che voi di destra siete proprio de coccio. Il premier eletto dal popolo NON ESISTE nel nostro sistema politico.
Secondo l´art. 92 della Costituzione, il primo ministro è nominato dal Presidente della Repubblica sulla base dell´esito delle elezioni e delle consultazioni con le delegazioni dei partiti. Quindi, finchè non vi fate la Costituzione di Arcore, siete tenuti a rispettare quella che è in vigore.
Capito oppure per la testa di un papiminkia il concetto è troppo sottile?

El Salvan ha detto...

Il fatto triste è che ILSF non è un troll, loro sono veramente così: ieri ero sul sito de Il Giornale, e leggevo i commenti dell'articolo che parlava della tanto sbandierata "prova regina" contro Fini (la fattura della cucina)...mi aspettavo di trovare almeno qualche commento di lettori che dicesse "Ma Feltri, ci pigli per il culo? Quelle fatture non provano nulla se non l'acquisto di una cucina, dov'è la prova schiacciante promessa?"

E invece i commenti erano tutti del tipo "Evvai, che ci liberiamo di GianGiuda" oppure "Uffa che noia questi sinistri che commentano per difendere Fini". Il salame sugli occhi, a fette belle spesse...

Anonimo ha detto...

Qualcuno, dicendo che Mussolini era lo statista del secolo, poi è diventato presidente della Camera...

Anonimo ha detto...

qualcuno poi dovrà spiegarmi cosa c'entri con il fascismo che voleva l'italianizzazione forzata di tutta la penisola con noi che siamo indipendentisti...

Alberto da Giussano

Furio Detti ha detto...

beh è affascinante vedere un uomo di sinistra parlare bene di Scelba il manganellatore di contadini e operai.

priceless.

la Legge Scelba non è che una legge liberticida. Perché molto banalmente qualunque democrazia non deve permettersi proprio in quanto tale di sanzionare il pensiero politico e coartare la libertà dei cittadini. Altrimenti cessa ipso facto di essere una democrazia. Se si preferisce che il popolo non prenda certe derive, lo si educhi con il buon esempio, non con le censure.

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box