mercoledì 6 agosto 2008

Radio Padania: "Boicottate i negozi degli immigrati!"

video

(Clicca per ascoltare un estratto audio della trasmissione)

Boicottare tutte le attività commerciali gestite da cittadini immigrati: questa la parola d’ordine lanciata nel tardo pomeriggio di lunedì dall’emittente radiofonica Radio Padania Libera, nel corso della trasmissione "Padania sempre sarà repubblica del nord". A condurre in studio, Marco Pellegrini e Luca Talice, capogruppo leghista al consiglio comunale di Seregno (MI).

Lo stesso refrain ripetuto, ossessivamente, per un’ora intera: un invito al boicottaggio permanente, rivolto a tutti i “soldati del nord”, contro la “colonizzazione in atto”, perché “per ogni loro attività che apre ne chiude una delle nostre”.

A Talice e Pellegrini appare intollerabile, in particolare, vedere “italiani e padani che vanno a mangiare il kebab”, in zone nelle quali, per il “degrado portato da quelle attività”, le “persone normali non andranno più”, a danno “dei negozi padani lì ancora presenti”.

Tra un’idiozia e l’altra (“quando non preparano il kebab davanti ai vostri occhi è perché agli infedeli vendono un panino diverso da quello che consumano loro”), c’è spazio anche per altri ritornelli, da cui qualcuno, ingenuamente, prima della sortita sugli “insegnanti del sud”, credeva la propaganda leghista si fosse liberata: “Questa immigrazione sta creando ancora più problemi di quella meridionale”, si lamenta, appunto, Pellegrini, prima di abbandonarsi ad un vile affondo finale: “Loro creano una diseconomia”, depauperano la ricchezza collettiva, perchè "fanno acquisti e vanno a mangiare solo nei loro negozi, nei loro ristoranti”. Insomma, loro sarebbero dei parassiti, che dall’interno minerebbero il benessere delle comunità “padane”. Un discorso degno di Goebbels.

Naturalmente nel corso della trasmissione i due conduttori non perdono occasione per dar prova della stessa ambiguità cui Maroni oramai ci ha abituati: “Le amministrazioni locali devono far di tutto per rendere il più difficile possibile l’apertura di queste attività”, auspicano Talice e Pellegrini , che però, pochi minuti dopo, sfacciati ripetono a pappagallo la solita tiritera sul “noi non siamo razzisti, perché noi ce l’abbiamo con chi viene qui per delinquere, non con chi viene qui per lavorare”. Giusto per mettersi a posto la coscienza. O per mettere le mani avanti. Preoccupazione evidente in Talice, che osserva: “Non ci si può accusare di niente, il boicottaggio è sempre stata una forma lecita di lotta pacifica”.

Sì, nessun tribunale condannerà mai questo appello. Ma chissà che con simili proclami non si voglia andare un giorno a figurare tra libri simili a quello che ora ho tra le mani:“Vi esortiamo, uomini e donne, ad aderire al boicottaggio di tutti i negozi, grandi magazzini, uffici e studi appartenenti ad ebrei. Non acquistate in negozi e grandi magazzini di proprietà degli ebrei!” (Catalogo del Museo del Campo di concentramento di Dachau, 1978, Bruxelles, pag. 31).

Daniele Sensi

37 COMMENTI:

Livorno2 ha detto...

Loro non sono razzisti, nooooooo!

Anonimo ha detto...

Certo che non sono razzisti!!!
Che colpa hanno loro se gli stranieri sono stranieri????

Anonimo ha detto...

Ma come? Non erano solo contro i clandestini? Non credo che un clandestino possa mettere su attività e aprire una partita iva

Anonimo ha detto...

E si sono fermati agli immigrati stranieri. Tra poco diranno di boicottare le pizzerie e di andar a mangiare in polenteria

ntc ha detto...

visto come ragionano? se gli immigrati lavorano per i padani e gli fruttano soldi allora vanno bene, ma se mettono su un'attività propria, se i signori "padani" non hanno il loro tornaconto, allora gli immigrati tornano ad essere brutti e cattivi. questa gente è interessata solo ai soldi...

daniele sensi ha detto...

ntc, ed aggiungiamo pure la strana concezione del diritto d'impresa che si ha in casa leghista: abbattere la burocrazia per allegerire l'attività imprenditoriale da un lato, e rendere impossibile la vita agli stessi imprenditori quando questi non sono "nostrani", dall'altro.

Ma che non si parli di discriminazione, che quelli poi replicano essere solo un pregiudizio, il nostro, nei confronti della Lega...

Anonimo ha detto...

exstracomunitari meridionali boicottate tutti i negozi della padania

Anonimo ha detto...

secondo me hanno perfettamente ragione io è da anni che lo faccio (compro solo cibo proveniente dall'italia) e riduco al minimo indispensabile la biancheria e varie comprata da cinesi e nordafricani (ovvero qndo i soldi scarseggiano) e vado a mangiare al kebab solo qndo è l'unico posto aperto di notte in kilometri..vorrei anche comprare vestiti fatti in italia ma è quasi praticamente impossibile dato che quasi tt le aziende italiane producono all'estero.. a me sembra un buon modo per affrontare la crisi italiana altro che razzismo!misa che qua di italiani che amano la patria non ci sono!

Saamaya ha detto...

senza più freni inibitori..

Luca ha detto...

Sarà un successone come il famoso sciopero fiscale e lo sciopero del Lotto! Che tristezza che fanno questi leghisti...

Anonimo ha detto...

Nulla di starno o di sbagliato direi... sono semplici regole che tutti dovremmo rispettare, non c'è altro da dire! Tutto quello che leggo in questi commenti sono solo idiozie di ragazzini. Anche se non anagraficamente magari. ragazzini che non hanno ancora capito la serietà del problema o che hanno interessi, spesso illeciti, nel volere le città invase da sfaccendati o da ritrovi per delinquenza.

Anonimo ha detto...

qualcuno si dimentica della globalizzazione: non esistono più prodotti italiani e prodotti stranieri. Il kebab è fatto con carne italiana - o importata e venduta in Italia-, i negozi degli immigrati possono vendere prodotti italiani e quelli di italiani vendono prodotti di tutto il mondo, forse fatti da bambini che non vedremo mai "immigrare" in Italia...

Anonimo ha detto...

ma se gli immigrati hanno un negozio vuol dire che non sono né sfaccendatiné delinquenti, e che sono "quelli che lavorano" con cui la lega dice di non avercela!

daniele sensi ha detto...

Evidentemente quando dice di avercela solo con i "deliquenti" la Lega non è troppo sincera...

Anonimo ha detto...

mi è venuta voglia di un kebab

Lina ha detto...

kebab straniero a volontà !
allora quando vado all'estero e trovo la pizza ?
ragazzi padani corti di cervello..
sono gli stranieri che pagano le pensioni..
però c'è un'altra notizia schifosa..
se una famiglia di novara ha tre figli non puo' uscire assieme a prendere il gelato
il sindaco leghista vieta gli assembramenti di 3 o piu' persone
quindi la madre andrà prima con 2 bambini e poi.. a metri di distanza arriverà il padre con l'altro figlio e si grideranno : amore .. paghi tu o pago io ? tu sulla panchina a nord e noi quella a sud ? se era buono il gelato ce lo raccontiamo a casa !
i fascisti se non altro erano piu' furbi.. vietavano gli assembramenti di 5

Lina ha detto...

pero', a pensarci bene, neanche una madre con 2 figli puo' uscire a prendere il gelato, perchè se i figli non contano 1/2 sono già in tre!
sindaco di novara, ringrazia gli extracomunitari che fanno figli, senno'a novara in futuro non ci sarà nessuno piu' a pagare le tasse...
e chiuderanno anche le gelaterie !

Daniele ha detto...

:) mi è piaciuta questa del gelato - il problema è che noi si argomenta razionalmente laddove certi leghisti la ragione paiono ormai averla smarrita del tutto.

Cesco ha detto...

Quando anni fa sentivo le esternazioni deliranti di Bossi, Borghezio e co., quasi sorridevo, e pensavo che mai il cervello pensante di molti italiani (allora ero ottimista), avrebbe aderito a queste assurde ideologie fasciste e ultranazionaliste. Ora invece sembra quasi che la gente voglia proprio questo, e non si vergogna neanche più a manifestare apertamente la propria xenofobia. Ora che la Lega è una parte consistente del governo, la gente si sente autorizzata ad avere un atteggiamento sprezzante nei confronti degli immigrati.

daniele sensi ha detto...

Hai ragione Cesco: la Lega è riuscita a sdoganare l'infamia: un tempo ci si vergognava di dire certe cose, pure se le si pensava - ora, invece, dirle è divenuto quasi espressione di saggezza, perchè "la Verità è quella espressa dalla pancia del popolo" (ovvero diviene Verità ciò che fino a ieri l'altro era chiamata Ignoranza)

Anonimo ha detto...

L'art. 507 del Codice Penale, in relazione al reato di boicottaggio, recita:
"Chiunque, per uno degli scopi indicati negli art. 502, 503, 504 e 505, mediante propaganda o valendosi della forza ed autorità di partiti, leghe o associazioni, induce una o più persone a non stipulare patti di lavoro o a non somministrare materie o strumenti necessari al lavoro, ovvero a non acquistare gli altrui prodotti agricoli o industriali, è punito con la reclusione fino a tre anni".

daniele sensi ha detto...

Anonimo, ti ringrazio per il contributo - tuttavia l'articolo da te citato è stato dichiarato parzialmente illegittimo dalla Corte Costituzionale. Amerei, comunque, che ancor prima che i tribunali fossero il comune sentire ed un diffuso senso di civiltà -o anche solo di decenza- ad arginare simili deliri.

Anonimo ha detto...

Raga non ci sono storie se vuoi mangiare sano mangia padano!
Io ora vado a farmi una polentina taragna in polenteria
ciao

AntiFeminist ha detto...

Ottimo post, ma questa Italia cafona, volgare e razzista è quella che si meritano gli italiani. D'altronde Berlusconi e la sua cricca sono stati gli italiani a votarli...

Saluti.

daniele sensi ha detto...

Antifeminist, il problema è che questa Italia di certo non se la meritano i migranti che, grazie agli italiani cafoni volgari e, se non razzisti, almeno indifferenti, egoisti e magari xenofobi che hanno votato destra, ancora non hanno nemmeno diritto di voto amministrativo

daniele sensi ha detto...

Antifeminist, ancora una cosa: ho dato un'occhiata veloce al tuo blog/sito - credevo che il tuo nickname fosse solo un'ironica provocazione, ma non mi pare che il sessismo delle tue pagine sia molto lontano dalla cafonaggine, dalla volgarità e dall'atteggiamento discriminatorio degli italiani da te prima condannati

mozart2006 ha detto...

Signori,niente di nuovo sotto il sole.Il Nord Italie é sempre stato razzista:vi ricordate i cartelli degli anni Settanta "Non si affitta a meridionali"?Comunque,per noi che abitiamo in Germania,speriamo solo che i tedeschi non si mettano a ragionare in questo modo...
Ah,qui il kebap si mangia da anni e i tedeschi lo preferiscono a tante loro pietanze!
Per concludere un consiglio alle teste di legno della Lega e ai loro simpatizzanti:a quando una campagna contro inaccettabili espressioni della cucina terrona come la pizza e gli spaghetti?
Ciao da Stoccarda:leghisti,il vostro tempio non é la chiesa ma lo studio del commercialista.Marciteci dentro!!!!

Anonimo ha detto...

ieri sera l'hanno detto di nuovo, specificando che bisogna boicottare anche le pizzerie gestite da stranieri...

Nino ha detto...

Lascio un link che mi sembra in controtendenza rispetto alle solite crociate "anti", e anzi parecchio sensato:
http://padanialibera.blogspot.com/2008/08/w-la-cina.html

A proposito, vorrei proporre al leghisti di sostituire nei loro deliri la parola "tibetani" alla parola ROM. Gli ebrei non sono molto di moda tra i leghisti, ma i tibetani vanno per la maggiore...

Sere Padana DOC ha detto...

Fanno soltanto bene! boicottiamo questi extracomunitari hanno rotto le balle... e sopratutto sbatterli tutti a casa loro! PADANIA LIBERA!

Anonimo ha detto...

beh...il problema e la questione come l'avete posta è veramente ridicola.Traspare l'ignoranza di questo blog.scusate ma siete pazzi???
non si può trattare una questione delicata in questa maniera che genera una guerra civile (non so se sapete cosa vuol dire).
l'apertura dei negozi extracomunitari implica una serie di questioni(tipo gestione e riciclaggio denaro-mafia cinese)la questione kebab da voi proposta e trattata è vera,è un esagerazione leghista altri ignoranti su alcune questioni come questa(parlo di chi chiama da casa...e da alcuni come Sigel)personaggio con il quale ho già discusso via radiofonica-telefonica...basta chiamare...
per quanto riguarda il problema migratorio italiano,c'è molto da raccontare...mica si può fomentare lo scontro italico come fate voi co@@]#azzi!durante il bom della fiat migliaia di italiani si riversarono ad es a torino che non aveva le strutture residenziali pronte ad accogliere una si tal massa di lavoratori ,questo creò una destabilizzazione sociale e culturale non da poco!...ragazzi quì non è colpa di nessuno se non del dio $$$.i torinesi mi sembra che abbian reagito in maniera molto positiva sono migliaia gli esempi di comprensione e aiuto da parte della cittadinanza .parlare come voi è come negare il giusto ai giusti.....ma voi mica vi rendete conto...poveri giovani ignoranti!
scusatemi davvero!
Antonio un Meridionale.

Anonimo ha detto...

Ho ascoltato l'audio di radio padania e devo dire che il sig. Sensi non ha mandato la trasmissione com'era, bensì ha tagliato i pezzetti che ha voluto lui poi li ha appicciati mettendo anche in mezzo la pubblicità che nella trasmissione di Pellegrin non viene neanche mandata.

Comunque, taluni che criticano la lega dovrebbe solo andare a nascondersi per i danni che causano agli italiani. Evidentemente hanno imparato da Prodi o Dalema che hanno governato altri paesi e non certo l'italia.
Devo dire un grazie anche al ex Presidente Ciampi che nel '93 ha eliminato la legge che impediva alle banche di entrare negli affari dello Stato permettendo non solo le porcherie definite "privatizzazioni" con cui amici degli amici hanno guadagnato miliari defraudando gli italiani dei beni che si eano costruiti in 60 anni (enel,autostrade, Telecom..)ma che è anche alla base dei motivi della crisi attuale.

Se in età "adolescenziale" i ragazzini pieni di passione devono per forza protestare contro qualcuno, almeno non lo facciano contro la Lega Nord dove sono i soli che realmente si danno da fare e governano con buon senso!!

PS: Chi vuole tanti immigrati se li adotti, se li ospiti in casa propria, gli mandi soldi ai loro paesi... le forme per aiutarli sono molte senza accollare anche ciò sulle spalle degli italiani.
Evitate di fare i buonisti con i soldi dello Stato che sono quelli che gli diamo noi povera gente che lavoriamo e non abbiamo neanche servizi! Se proprio volete fare i buonisti intelligentoni fateli con le vostre risorse personali, non con quelle degli altri. Troppo facile!!!

actaruz ha detto...

Berlusconi avrebbe pagato 70 MILIARDI a Bossi per "fedeltà"!

notizia tratta da:http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=8300a2870dfd6cf


Berlusconi avrebbe pagato 70 MILIARDI a Bossi per "fedeltà"!
Chi predica bene razzola male... Tempo e tempo fa gli zoticoni della destra si lamentavano perchè "noi" di sinistra compravamo i voti dei senatori a vita... Cosa assai falsa visto che anche grazie ai voti dei senatori a vita cademmo un po' di mesi fa...

Adesso voglio vedere cosa diranno quelli di destra quando scopriranno che Silvio Berlusconi avrebbe dato 70 miliardi di lire a Umberto Bossi in cambio della sua totale fedeltà. È quanto risulta scritto nell'agenda del 2004 dell'ex giornalista Guglielmo Sasinini (agli arresti domiciliari), uno degli indagati nell'inchiesta sui dossier illeciti nell'ambito di Telecom.

E adesso vi citerò un altro nome... così, a caso... TREMONTI! Ebbene, a fianco della presunta operazione appare anche il nome di Giulio Tremonti senza alcuna ulteriore spiegazione.

Bossi di certo accettò di buon grado il denaro, visto che pare che il periodo sarebbe stato quello in cui venne «pignorata per debiti la casa di Bossi», quindi prima del successo della CdL nelle elezioni del 2001.

Scattato subito sulla difensiva l'oramai famoso avvocato difensore di Berlusconi, Ghedini, che parla di presunti accordi e di "assolute fantasie".

Anonimo ha detto...

PADANIA E MAFIA
tutti gl'articoli di max parisi pubblicati su "la padania"sugl'intrallazzi di berlusconi(che ha come fedele servitore umberto bossi)con la mafia
a questo indirizzo :
http://www.rifondazione-cinecitta.org/bb-parisi.html

Anonimo ha detto...

La lega fa bene a boicottarli, condivido il loro pensiero.
Faccio qualcosa, per quanto sia poco: smetterò di andare a mangiare il kebab

Anonimo ha detto...

Che pagliacci!!!!

Terrone ha detto...

Poveracci, non è colpa loro ma solo di molta ignoranza unita ad un Q.I. molto basso:

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box