lunedì 16 giugno 2008

Radio Padania: "I Rom uccisi nei lager nazisti? Se la sono cercata"

video

(clicca per ascoltare un estratto audio della trasmissione)

E’ ancora delirio anti-Rom su Radio Padania Libera. Dopo le infamie pronunciate da Leo Siegel ("Certamente c'è stata la persecuzione nazista dei Rom, ma sarebbe facile fare battute sul perché e per come") e da Matteo Salvini ("è più facile derattizzare i topi che scacciare gli zingari"), è la volta della trasmissione (satirica?) "Mai dire Italia", condotta da Massimiliano Romeo (assessore alla sicurezza e viabilità del comune di Monza) e, in collegamento telefonico da Roma, dallo stesso Salvini.

Un programma, il loro, che vorrebbe apparire leggero e dissacrante, scimmiottando lo stile "Gialappa’s". Ma i due conduttori, insieme, al massimo riescono ad apparire macabri.

A che serve ammonire su quanto possa essere rischioso veicolare, alimentare e carezzare il pregiudizio "razziale", quando ad un ascoltatore che parla dei Rom in termini di "parassiti, come pulci sui cani" coi quali, nei lager nazisti, "pure gli ebrei non volevano aver nulla a che fare", Massimiliano Romeo non trova troppo indecente affermare che " se nel corso della storia i Rom non si sono fatti molto amare, qualche colpa ce l’avranno pure, qualche errore lo avranno commesso"?

E a che serve l’appello alla resistenza razionale, al non lasciarsi andare a generalizzazioni facili quanto pericolose, quando, sempre Romeo, proprio per non far di tutta l’erba un fascio, si mette a distinguere tra rumeni, bravi lavoratori edili da una parte , e Rom, "che sono un’altra cosa, un’etnia particolare che crea dei problemi", dall’altra?

E suscita pure una certa amarezza sentire come Matteo Salvini richiami "all’ordine" il suo collega ( invitandolo a precisare che "noi si è contro ogni forma di violenza") non per uno scatto di coscienza, per un improvviso senso di responsabilità deontologica se non morale, bensì perché "Gad Lerner magari ci sta ascoltando e poi manda questo pezzo in onda".

Una tregua all’inciviltà, comunque. Una tregua, però, che dura ben poco. Il tempo di un’altra telefonata. "Quando ero piccolo mia nonna mi chiudeva in casa al passaggio degli zingari, perché si diceva che rapissero i bambini", afferma un ascoltatore, cui Romeo replica: "Li rubano ancora adesso, non ci dirai anche tu che si tratta di leggende metropolitane!". E Matteo Salvini, facendogli da eco: "No, non li rubano: li prendono in prestito, in affido".

Certo, viene da chiedersi, allora, quale tipo di integrazione, quali percorsi in tal senso abbia in mente Romeo, quando, durante la stessa trasmissione, sente il dovere , da assessore, di precisare che "se c’è qualche Rom che si vuole integrare ben venga, c’è la nostra disponibilità".

Daniele Sensi

15 COMMENTI:

Andrea ha detto...

E' sempre uno strazio venire nel tuo blog, leggere queste cose orribili e vedere che a nessuno gli importa niente

Saamaya ha detto...

i deliri si possono curare, eh!

Luca genova ha detto...

Lo avete sentito MAroni a Milano oggi? Mi veniva da ridere: bisogna mettere fine alla discriminazione ..... degli italiani dai rom!

cicciosax ha detto...

Mala tempora!

Simone "Karat45" Tagliaferri ha detto...

Veramente incommentabili. Peggio delle bestie.

Anonimo ha detto...

Uno sul portale di Alice ha commentato così la tua notizia: se questi hanno una radio a Valeria Marini dovrebbero dare la CNN!

Monica

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
daniele sensi ha detto...

Ho eliminato i due commenti precedenti non perché qui non sia ammessa la critica, ma perchè non è tollerato il linguaggio violento, offensivo ed esplicitamente razzista.

Anonimo ha detto...

Certamente alcuni intrventi sono di cattivo gusto ( quello che dice "Adesso non li rubano, li prendono in affido" )o generalizzano.
Però sembra che il signor Sensi fraintenda volontariamente alcune cose: per esempio la battuta su Gad Lerner è chiaramente ironica, come a dire "Adesso ci diranno che siamo nazisti e razzisti". Farne una polemica mi sembra fuori luogo.
Se tal signor Sensi non ha niente contro i rom e il loro stile di vita parassitario può benissimo prenderli e portarseli a casa sua. La maggioranza degli italiani ringrazierebbe.

Andrea

Andrea ha detto...

ovviamente quell'andrea non sono io che vengo ogni tanto qui ma un altro

daniele sensi ha detto...

Tranquillo Andrea lo avevo capito

Danx ha detto...

Si si proprio persone da mandare al Parlamento o da eleggere sindaco!
ITALIA DI MERDA

Anonimo ha detto...

vorrei dire che c'è da vergognarsi di dire che i rom se la sono cercata anche perchè hitler era di razza montenegrina.studiate.inoltre sono stati rinchiusi i testimoni di geova e tutti coloro che erano contro l'anima dannata di hitle.siccome che ha fatto una brutta fine che sia da monito per tutti.
comunque al mondo per fortuna esistono persone che combattono per i diritti di tutti gli uomini anche se lo meritano di piu i cani.
l'uomo è di passaggio su questo pianeta,non ne vale la pena di infastidirsi per chi è diverso da noi,basta girare la faccia da un altra parte certo i diritti del nord sono sacrosanti,noi dobbiamo difenderci,ma non è questo il modo
nè con le classi ponte nè con certe stupidaggini.
perchè allora i figli dei giocatori stranieri africani e slavi vanno nelle scuole private? allora anche loro nelle classi ghetti e nei ghetti ci finiscono anche i genitori stando al vostro ragionamento.
chiedete a berlusconi o a moratti una cosa del genere voi leghisti,vi spediscono in america a calci in.........
il problema non è lo staniero ma come uno è straniero,se serve bravo,se non serve è cattivo.
io sono lombarda della"bassa" quindi di cultura francese napoleonica diciamo.niente influssi barbarici o lanzachinecchi amantae della vera cultura celtica e insieme cristiana (amante del galles e della scozia quindi) e non posso vedere una civilta cosi poco evoluta come quellla leghista-padana. quando parlate di certe cose mettetevi il rosario al collo e recitate 3 ave marie allo specchio e al contrario in una notte di luna piena.
chissa se certe voglie vi vengono ancora ....

zorro ha detto...

Poi quando gli fa comodo in certe trasmissioni ci voglio far credere che gli italiani, o meglio una parte di loro, non sono razzisti.
E c'è sempre qualcuno che giustifica queste affermazioni spacciandole come ingenue e goliardiche (un colorito modo di esprimersi) e niente più. Meditate gente! Meditate!

Posta un commento

ARTICOLI CORRELATI
 
Twitter fan box